Consigliere di Palazzolo inneggia al Duce sui social: chieste le dimissioni

6

Polemica politica sulle parole scritte dal consigliere di minoranza Armando Marini di Palazzolo Civica sul suo profilo Facebook. Il consigliere nei giorni scorsi ha pubblicato post e commenti che inneggiavano al ritorno del Duce e all’uccisione dei migranti.

Frasi che non sono andate giù al gruppo di minoranza Città in Testa che nel corso del consiglio comunale ne ha chiesto le dimissioni: “ Dopo le gravissime affermazioni pubbliche nelle quali si inneggia al nazismo, allo sterminio di interi popoli e addirittura ai forni crematori, sarebbe il caso che il consigliere Marini, capogruppo di Palazzolo Civica e alleato della Lega Nord, si dimetta immediatamente”.

Comments

comments

6 COMMENTS

  1. Scusi, ma il Suo nick (Ben) sta per Beniamino, Benvenuto, Benedetto, Benigno o cos’altro? Chiedo tanto per fugare il dubbio, certo infondato, che si riferisca al pendaglio da forca pelato che, a quanto pare, ispira ancora qualche odierno politicante, evidentemente votato da qualche ignorante…

  2. Beh, c’è poco da fare con un personaggio come questo, prenderlo e consegnarlo alla gistizia come fomentatore di odio nondimeno di uno dell’ISIS, ma si sa che fra i fanatici c’è sempre una comunanza ideale.

  3. Chi a qualsiasi titolo siede nelle Istituzioni repubblicane dovrebbe ricordarsi che La legge punisce (testualmente) “l’apologia di fascismo come la propaganda volta alla costituzione di un associazione neofascista, la pubblica esaltazione di principi, esponenti e metodi del fascismo, l’attuazione di manifestazioni usuali del disciolto partito fascista ovvero proprie del nazismo in occasione di pubbliche riunioni. Per tali reati sono previste pene che possono arrivare fino a 5 anni di reclusione.” A questo A Signor Armando Marini nessuno ha mai detto che, al di là delle sue convinzioni ideologiche, sta scherzando col fuoco.

  4. Niente da dire copia incolla perfetto, magari un giorno aggiunga una riflessione tutta sua. Dare sfoggio di come si cercano le cose su internet non è più così di moda….

LEAVE A REPLY