Torna sullo scuolabus l’educatrice presa a pugni dalla mamma di un bimbo

0

Le ci sono voluti venti giorni per riprendersi dai due pugni in faccia ricevuti dalla mamma di un bambino. La protagonista della vicenda è un’educatrice di Bagnolo Mella in servizio da quindici anni sullo scuolabus della elementare di Bagnolo Mella che usufruisce del servizio comunale affidato per appalto ad una cooperativa.

L’educatrice, il 5 novembre, è stata aggredita a pugni in faccia dalla mamma egiziana. Sembra che la causa sia stata l’auto parcheggiata nell’area riservata allo scuolabus che l’educatrice ha chiesto alla mamma in questione di spostare. Ne è nata un’accesa discussione e due pugni in faccia per l’educatrice.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. visto che è munita di auto gli si fa portare il figlio a scuola a lei,,,,,e pagare tutte le spese mediche ed i giorni di malattia dell’educatrice!!!!! !!!

  2. povera mamma costretta a difendere a pugni il parcheggio della sua auto. Questi razzisti…. che pretesa… volevano spostasse l’auto mal parcheggiata! MA questa educatrice vuole capire che gli immiGRATIS fanno quel che vogliono e non devono rispettare niente, leggi e persone comprese! Povera mamma! Adesso intervenga la BOLDRINI! Che punisca questi italiani che chiedono di rispettare le leggi!!

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome