Il caso Italcarni finisce su Change.org, a lanciare la petizione per la chiusura Giulia Innocenzi

0
Bsnews whatsapp

Sono state raccolte in due giorni oltre 30mila firme a favore di una petizione lanciata dalla giornalista Giulia Innocenzi dopo la sua video inchiesta per Servizio Pubblico sull’allevamento Italcarni di Ghedi, in provincia di Brescia, oggi sotto sequestro.

"Un macello degli orrori, specializzato in mucche a terra, dove gli animali venivano maltrattati e torturati", scrive Giulia nella petizione. "Per legge, gli animali che non riescono a deambulare ma che raggiungono comunque il mattatoio, andrebbero macellati direttamente sul camion che li ha trasportati, oppure portati con apposite barelle che non li facciano soffrire. A Italcarni questo non succedeva", si legge nella petizione.

"Nelle riprese disposte dal pm Cassiani, si vedono operai che attaccano catene alle zampe di mucche vive, trascinate poi con il muletto e buttate a terra; altri filmati mostrano il proprietario del macello che spinge le vacche alla linea di macellazione con una forca senza i lembi protettivi", aggiunge.

Non è solo un problema di maltrattamento. "Secondo la procura di Brescia, infatti, queste pratiche avrebbero infettato anche la carne: l’Istituto Zooprofilattico di Torino ha trovato cariche batteriche 50 volte superiori a quelle consentite dalla legge e due salmonelle pericolosissime, Livingstone e Agama, che possono uccidere l’uomo", spiega Giulia.

Gli oltre 29mila firmatari chiedono quindi alla ministra della salute Beatrice Lorenzin di prendere provvedimenti, con una commissione di inchiesta sulle condizioni degli animali negli allevamenti e nei mattatoi, "guidata da ispettori indipendenti dell’ufficio veterinario della Commissione europea che aiuti a riportare la legalità, il rispetto degli animali e la salubrità della carne in commercio".

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. Precisiamo che sul camion non puoi macellare per un fatto di
    Pulizia, sulla barella come fai a mettere la vacca e perché le analisi fatte a Torino ?

  2. Magari si potrebbero perseguire i colpevoli dei maltrattamenti lasciando lavorare l’azienda. Perché trovo insopportabile che gli animalisti pretendano di imporre il regime alimentare che piace a loro chiedendo di chiudere i macelli per i maltrattamenti.

  3. Magari non hai letto “l’Istituto Zooprofilattico di Torino ha trovato cariche batteriche 50 volte superiori a quelle consentite dalla legge e due salmonelle pericolosissime, Livingstone e Agama, che possono uccidere l’uomo”.

  4. Detto da loro su quale carne ?che provenienza ? Credo che gli animalisti facciano di tutto pur di fermare le macellazioni .. Non ho mai letto di persone morte per aver mangiato carne proveniente da quel macello ….

  5. Non fraintendere … I test vengono fatti sulla carne sempre che tu lo sappia , qui in Italia siamo i più controllati forse hanno mandato della carne contaminata per far clamore

  6. Scusa ma non capisco il tuo ragionamento…i test si fanno e ok, ma qui si sta parlando di cosa fare se i test falliscono. In questo caso i test sono stati fatti, sono falliti e l’azienda è stata chiusa per accertamenti…tu dici: non ho mai letto di persone morte, eh per forza, per una volta che ci si accorge del problema prima che succeda qualcosa di irreparabile ti lamenti? Non capisco cosa c’entrino gli animalisti con sta cosa, qui si parla di sanità pubblica, quella carne sarebbe finita sulle nostre tavole. Abbiamo valori batterici 50 superiori al consentito, fotografie e filmati che documentano l’accaduto…che altro ti serve? Ah, ti faccio presente che in questo caso il maltrattamento degli animali non è visto dal punto di vista etico di un animalista, ma da quello sanitario, se macelli un’animale con una frattura non curata, la carne sarà piena di batteri, non credi? O il fatto che le ferite si infettino è un’invenzione degli animalisti?

  7. Forse non mi sono spiegato bene .. Per me i dati sono stati falsati a doc perché fare le analisi a Torino ? Perché a bs non li fanno ? Questo macello vende la carne direttamente e non è mai successo niente a nessuno , se c'è una gamba rotta non sta a dire che la carne sia per forza infetta …. Sono dubbi che ho perché ho visto animalisti falsare di tutto pur di aver ragione e con questo non difendo il modo in qui vengono trattati gli animali sia chiaro, comunque è un piacere scambiare opinioni con qualcuno senza offendersi a priori grazie

  8. Eh ma qui gli animalisti che c’entrano? Anche se hanno denunciato il fatto, non li hanno mica fatti loro gli esami. Non so perchè siano stati fatti a Tornino, forse è la prassi farli fare in una città diversa da quella del macello, oppure tutti gli esami di questo tipo vengono fatti li, oppure a Brescia non c’era disponibilità per farli (non so nemmeno se c’è un istituto zooprofilattico nel bresciano), ma cosa cambia? Ti assicuro che se ti fratturi una gamba e non la curi, quella fa infezione quasi sicuramente, evidentemente macellare animali feriti e quindi a rischio di infezione è contro la legge, giustamente secondo me.

RISPONDI