Il piatto del mese di dicembre? Da Brend Iginio Massari spiega la ricetta del Bossolà

3

Mercoledì 16 dicembre nello spazio Brend si concluderà la prima parte del ciclo "Il Piatto del Mese", iniziativa a cura di Comune di Brescia e Cast Alimenti, organizzata in collaborazione con l’Accademia Santa Giulia.

Il mese di dicembre e il periodo delle Feste natalizie sono l’occasione perfetta per parlare di dolci: la tradizione bresciana sarà rappresentata dalla ricetta del “Bossolà”, con un ospite d’eccezione, il maestro Iginio Massari. Durante l’incontro si parlerà inoltre del burro, ingrediente di molte preparazioni di pasticceria e dei vini passiti e liquorosi, adatti per accompagnare i dolci.

Due gli incontri previsti presso Palazzo Martinengo Colleoni, sede di Brend. Alle 15.30 il maestro Massari condurrà una lezione di approfondimento per i professionisti della ristorazione, parlando del burro e del suo utilizzo in pasticceria, a partire proprio dalla ricetta del Bossolà. Alle 18 è in programma l’altro incontro aperto al pubblico degli appassionati di cucina: Iginio Massari, lo chef Marco Martinelli e il giornalista del della Sera presenteranno la ricetta del Bossolà come un vero e proprio racconto, grazie a un video di introduzione, agli interventi di approfondimento e alle testimonianze degli ospiti. Al termine dell’incontro si terranno alcune degustazioni. L’ingresso è libero fino a esaurimento posti.

Il Piatto del Mese (sei giornate e sei videoricette per raccontare il territorio attraverso i suoi piatti) rappresenta un progetto dedicato alla tradizione culinaria e alla cultura enogastronomica bresciana, proposto e realizzato dal Comune di Brescia in collaborazione con la scuola dei mestieri del gusto Cast Alimenti, da sempre attenta alla valorizzazione dei prodotti e delle materie prime locali.

Comments

comments

3 Commenti

  1. Mitico per decenni e decenni fu quello di Piccinelli in Corso Plaestro: il bossolà bresciano per eccellenza, che ancora ricordiamo confezionato in un cartone di colore azzurro. Bei tempi.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome