Settore viaggi in crisi, per gli agenti doppio appuntamento tra Pirellone e Pirellino

0

(a.t.) E’ una battaglia per la sopravvivenza quella aperta nei giorni scorsi dagli agenti di viaggio bresciani, uniti – grazie soprattutto all’azione di Gb Merigo – nel chiedere alle istituzioni bresciane e lombarde azioni concrete di sostegno.

Ieri sera, in città, si sono riuniti gli agenti indicati dai colleghi come rappresentanti nei tre tavoli che dovranno curare i rapporti con le istituzioni, le banche e i fornitori. E la parola d’ordine è stata “fretta”, perché la situazione del settore sta diventando drammatica: alla crisi strutturale, infatti, si sono uniti i recenti episodi terroristici, che hanno ridotto le prenotazioni per i primi mesi del nuovo anno a una quota prossima allo zero.

Domani si terrà un nuovo passaggio decisivo. Alle 13, al Pirellino, gli agenti di viaggio incontreranno l’assessore regionale al Turismo e alle Attività produttive Mauro Parolini. Giovedì, invece, sarà la volta della quarta commissione del Pirellone, a Milano, presieduta da Angelo Ciocca. Un incontro, sollecitato anche dal leghista Fabio Rolfi, a cui prenderanno parte – tra gli altri – Gb Merigo, Alessio Merigo (Confesercenti) e Angioletta Seretti (presidente dell’Associazione bresciana imprese di viaggi e turismo – Confesercenti).

“Il nostro obiettivo”, commenta Gb Merigo, “è fare in modo che le istituzioni – come già stanno facendo alcuni fornitori privati delle agenzie di viaggi – si attivino da subito per sostenere il settore. Servono aiuti concreti sotto forma di contribuiti, ma anche la possibilità di far ricorso alla cassa integrazione e alla riduzione dell’orario di lavoro concordata con le sigle sindacali per tutelare l’occupazione. Non possiamo più perdere tempo”.

Comments

comments

1 COMMENT

LEAVE A REPLY