Galletti (Cgil): a Pontoglio inutile provocazione discriminatoria, faremo causa

0
Bsnews whatsapp

La delibera con la quale l’Amministrazione di Pontoglio ha deciso di posizionare cartelli all’ingresso del Paese con la scritta «Pontoglio è un paese di cultura occidentale di profonda tradizione cristiana.

Chi non intende rispettare la cultura e le tradizioni locali è invitato ad andarsene» ha suscitato la reazione della Cgil che in una nota ha commentato: “è la dimostrazione della scarsa conoscenza delle leggi di un certo ceto politico”.

“Non è chiaro se «occidentale» faccia riferimento o meno al fatto che il Comune si trovi nella zona ovest della provincia, lo è invece il carattere minaccioso e discriminatorio -. si legge nella nota firmata dal segretario generale, Damiano Galletti – Potrebbe far sorridere ma in realtà inquieta apprendere che, esattamente in questa successione, l’Amministrazione locale voglia «valorizzare le tradizioni locali, siano esse gastronomiche, culturali, religiose». Per lo sperpero di denaro pubblico ma soprattutto per la volontà provocatoria di erigere muri culturali.

L’Amministrazione è la stessa che chiede 425 euro per un certificato di idoneità alloggiativa, delibera rispetto alla quale la Camera del Lavoro e l’Asgi, l’associazione studi giuridici sull’immigrazione, hanno già depositato ricorso al tribunale di Brescia. Altrettanto verrà fatto in questo caso. L’avvocato Alberto Guariso spedirà una lettera nella quale si invita l’Amministrazione a rimuovere i cartelli. Se non verrà fatto, verrà fatta causa. La nota si chiude con una domanda provocatoria: “I cittadini di Pontoglio, che pure hanno votato il loro sindaco, si sentono oggi più sicuri, come suggerisce l’Amministrazione nella delibera, per il fatto che ci sono cartelli del genere all’ingresso del paese?”.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. Eccoli qua i soliti sindacalisti protettori degli extracomunitari perchè sono il loro futuro. Galletti, occupati di tirarteli in casa come continui a proporre alla gente ma, evidentemente, non essendo scemi, nessuno lo fa!

  2. Ma il sindacato non dovrebbe difendere i lavoratori? Perchè fa politica e si schiera sempre con gli stranieri? Sono la sua unica fonte di reddito, visto che i nostri o non hanno il lavoro o non gli credono più viste le baggianate che hanno sempre detto e combinato?

  3. Tanto…..i soldi per le cause….di chi saranno mai?????????????…g alletti????????….. ma vaaa a laura’ che le mei, ma cambia mester pero’!!!!….sindaca to?,,,,,,sei un grande!!!!

  4. Un bel po’ di soldi di TUTTI i cittadini sono stati buttati per niente o, meglio, per l’ennesima provocazione propagandistica a spese dei contribuenti. Brava la CGIL o chiunque riesca a mandare a processo chi spreca i soldi pubblici.

  5. Soldi sprecati dal tuo punto di vista. Dal mio invece indicazioni utili. Per la Cgil: perchè non si occupa dei lavoratori combattendo per esempio duramente il jobs act che di fatto rende licenziabili tutti? Roba da continuare a fare manifestazioni. Invece niente.

RISPONDI