Inquinamento, per combatterlo biglietto unico per i trasporti dal 30 dicembre al 6 gennaio

10
Bsnews whatsapp

In considerazione dei ripetuti superi di PM10, il Comune di Brescia ha deciso di incentivare l’utilizzo del trasporto pubblico per contenere gli effetti negativi del traffico veicolare sulla qualità dell’aria.

Da mercoledì 30 dicembre 2015 fino a mercoledì 6 gennaio 2016 si potrà viaggiare con biglietto unico giornaliero su tutta la rete di trasporto pubblico cittadina (bus Z1, Z2 e metropolitana).

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

10 COMMENTI

  1. Dopo gli irrisori provvedimenti fin qui presi, ecco la beffa di fine anno. Perchè non adottare prima questa iniziativa come quella di Milano di blocco totale del traffico? L’incapacità dell’Ass. all’Ambiente Fondra è stata totale e, quindi, è giusto che si debba dimettere, anche se a farlo dovrebbe essere l’intera Giunta che queste decisioni le ha condivise sin dall’inizio.

  2. Veniamo al sodo! Quella di Fondra è stata una Caporetto generalizzata, dall’acqua, alle bonifiche, alla raccolta dei rifiuti mista ed ora sullo smog. La proposta di cacciarlo non è per niente peregrina.

  3. Certo che ho votato, ma per una compagine politica, non per un uomo politico, a parte il sindaco. C’è da dire però che non tutte le candidature politiche si basano sugli stessi “meriti”. Fondra ha avuto quei “meriti”.

  4. Ma basta con questo personaggio…acqua nelle scuole…un bluff…pcb un disastro…bambini della Deledda trasferiti a San Polo e soldi del Comune spesi a iosa…La differenziata tralasciamo …e ora questa…ma torna a Mompiano nella tua valle a raccattare funghi che questo non è veramente il tuo mestiere

  5. Ma basta con questo personaggio…acqua nelle scuole…un bluff…pcb un disastro…bambini della Deledda trasferiti a San Polo e soldi del Comune spesi a iosa…La differenziata tralasciamo …e ora questa…ma torna a Mompiano nella tua valle a raccattare funghi che questo non è veramente il tuo mestiere

  6. Tutti sparano sul “gnaro de Mompià” alias Fondra, ma i problemi ambientali sono frutto di scelte o di mancate scelte che vengono da molto lontano. Dal dopoguerra ad oggi ci siamo praticamente suicidati per quanto riguarda qualità di aria, suolo ed acqua. Ed oggi si può parlare solo di palliativi più che di soluzioni definitive o strutturali che comporterebbero esborsi di milionate di euro che non ci sono più nè a Brescia, nè in Regione nè a Roma nelle casse dello Stato. Rassegnamoci.

  7. Giusto quello che dici, ma dimentichi che il caro Fondra ha fatto la sua campagna elettorale proprio enfatizzando gli errori dell’amm. Paroli sull’inquinamento e dando degli incompetenti a quelli che c’erano prima. Quando finalmente anche lui ragiona con la coerenza con cui commenti tu adesso? Quando la scagnilina non ha più importanza? Soliti politici dell’italietta da avanspettacolo… Mai un politico che faccia scelte coraggiose… Sempre gioppini…

RISPONDI