Pioggia e neve non sono bastate: le polverti sottili tornano oltre i limiti

0
Bsnews whatsapp

Si attendeva la pioggia e il maltempo anche e sopratutto per spazzare via dall’aria le polveri sottili che da settimane ormai stanno creando una vera e propria emergenza ambientale in Lombardia, Brescia compresa.

Il meteo ci ha regalato pioggia e neve, ma i valori delle Pm10 e Pm2,5 dopo un breve rientro nei valori consentiti l’ultimo giorno dell’anno, sono tornati a salire il 2 gennaio e insieme sono tornate a salire anche le preoccupazioni dei tecnici dell’Arpa che hanno ipotizzato un aumento delle polveri in conseguenza ai “botti di Capodanno”. Si sperava che il 3 gennaio i valori tornassero a scendere e invece sono saliti, con punte fino agli 81 mg (il limite è 50 mg per metro cubo d”aria) rilevati nella centralina di Odolo.

Per contrastare l’inquinamento fino a mercoledì’ divieto di circolazione per Euro Tre diesel senza filtro antiparticolato e biglietto unico per autobus e metropolitana valido per tutto il giorno.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. le torri che bruciano rifiuti e carbone oggi\ieri\ e l’altro ieri sono e sono state sempre al massimo… basta vedere le colonne di fumo che rilasciano nell’atmosfera, si confondono con le nuvole, ma è tutto regolare. Poi possono anche dire che si tratta di vapore, ma da qui stotto l’odore che si sente è nauseabondo….. poi se dicono che gli abitanti adiacendi alle torri sono anche felici va tutto bene.
    Possono anche fermare le auto ma la mano di chi ferma le auto è la stessa che accende questi inceneritori.
    che ipocrisia.

  2. Contento che la maggior parte dei terroni non sono ignoranti come lei…Poverino quanto mi fai pena per questo e per commenti passati…RIPETO PER L'ENNESIMA VOLTA…NON SEI OBBLIGATO A RESTARE VAIIII CIAO CIAO!!

  3. razzisti possono essere eliminati, per favore? Ha ragione ”Terrone”, chi vuole ancora credere alla favola che recita l’innocenza degli inceneritori, faccia, poi non si lamenti. Ora si parla anche delle ”new stones” per la Tav… finchè non scopriremo che sono come l’amianto… Ah, anche io sono meridionale, per metà, ho aperto un’azienda, da operatore semplice, che dà lavoro a cinque bresciani, con figli e mogli… me ne devo andare anch’io? Basta razzismo!!!

  4. Che sei parente di AFRICANO, KEBAB e BEDUINO? Mi pare la stessa matrice. Comunque non accetto lezioni dal sud arretrato e retrogrado, che ha diffuso in tutto il mondo mafia, camorra, ecc…

  5. Perché Brescia non ha diffuso le armi nel mondo per le guerre ? Brescia non ha veleno sotto le tangenziali varie ? Brescia non è quella con rifiuti radioattivi sparsi per la provincia ? Brescia non è quella con 1 discarica ogni 5 Km ? Brescia non è quella con la diossina nei terreni ? Vedi chiesa nuova che se tocchi la terra devi andare a lavarti immediatamente ! Ma cosa volete fare maddai… Ribellatevi, USCITE IN STRADA !

  6. Certo che sentire lezioni di rivolta da uno che viene da una terra che è collusa con mafia, camorra, ndrangheta, ecc ha del grottesco! E’ proprio vero che i terroni sono un gran bravi a chiacchierare, lamentarsi, criticare e stufare la gente, ma fatti nisba!

  7. Va bene sto zitto e me ne torno nella
    Mia terra, almeno UNA TERRA io ce l'ho, la vostra è compromessa, inquinata per sempre, è così che pensate ai vostri figli? Bravi bresciani !

  8. Guarda che la tua terra è messa peggio della nostra e non siete stati capaci di fare niente. Almeno qui c’è stata un’industrializzazio ne e un maggiore benessere. Da voi, oltre a mafia, ndrangheta, camorra e quant’altro, avete discariche (Malagrotta per esempio) e manco sapete gestire i rifiuti tant’è che vi ritrovate assaliti (vedi Napoli). Per non parlare di fognature, depuratori, opere mai finite e discariche varie. Gente che vive ancora nelle baracche. Altro che sviluppo, solo terzo mondo. Vai pure nella tua bella terra promessa. Io preferisco rimanere qui, dopo tutto si sta meglio qui che da voi, anche perchè non sopporterei mai la vostra mentalità e il vostro modo di vivere!

RISPONDI