Castel Mella, paese più sicuro con le nuove telecamere

0
Bsnews whatsapp

Ha preso il via la procedura che permetterà a Castel Mella di disporre di un innovativo sistema di videosorveglianza del proprio territorio. Un progetto fortemente voluto dall’Amministrazione Comunale guidata dal sindaco Marco Franzini, che ha messo a disposizione per la sua realizzazione la considerevole cifra di 200.000 euro complessivi per i prossimi cinque anni. Il tutto per preciso disegno che, facendo affidamento sull’evoluzione tecnologica e su un controllo costante del territorio, si prefigge di tutelare un bene prezioso per tutta la comunità come la sicurezza.

“E’ cominciata la fase operativa di questa operazione – spiega l’assessore Alessandro Prudenzi che ha seguito l’iniziativa sin dalla sua formazione – abbiamo spedito alle ditte interessate (non solo della provincia di Brescia, ma anche di quelle di Bergamo e di Milano) l’invito per proporsi quale partner del nostro Comune di questo progetto. Un progetto che prevede un miglioramento, una sistemazione ed un’innovazione davvero considerevoli del sistema di videosorveglianza che in questi anni è stato attivo sul territorio di Castel Mella. Abbiamo posto le basi per un salto di qualità di grande importanza, un balzo in avanti che farà riferimento alla continua evoluzione della tecnologia e ne potrà diventare partecipe proprio grazie a questa collaborazione che stiamo per instaurare. In estrema sintesi – sintetizza l’intervento il vicesindaco di Castel Mella – verrà realizzata una rete in fibra a Castel Mella, una rete che verrà collegata con due portali e che, attraverso internet, potrà fornire alle forze dell’ordine e agli agenti della Polizia Locale in modo particolare informazioni in tempo reale e facilmente raggiungibili (basterà avere un semplice collegamento on line). Il “lavoro” delle telecamere, che saranno a loro volta rinnovate con le tecniche più evolute del momento e verranno costantemente aggiornate nel corso dei prossimi cinque anni, verrà affiancato da questa vera e propria banca dati che potrà fornire indicazioni complete sui veicoli che si troveranno sul territorio di Castel Mella. Potranno verificare in tempo reale il corretto pagamento dell’assicurazione e l’esecuzione della revisione, potranno scoprire se si tratta di un automezzo rubato o inserito in una delle speciali black list. Questi dati verranno trasmessi immediatamente alle forze dell’ordine e agli agenti della Polizia locale, che saranno così agevolati nello svolgimento delle loro funzioni”.

Un progetto che metterà in funzione nella sede della Polizia Locale di Castel Mella due portali che guideranno questo attento lavoro di controllo e che riserverà un’importanza del tutto speciale all’evoluzione tecnologica: “Punto saliente del nostro invito – prosegue lo stesso Prudenzi – sarà la tecnologia. In effetti non capiterà come in questo decennio durante il quale le telecamere una volta installate hanno dovuto fare i conti con l’usura e il passare del tempo e delle tecnologie. In questo caso è previsto il pagamento di una sorta di canone (200.000 euro complessivi per i prossimi cinque anni) che ci garantirà che le nostre apparecchiature saranno sempre al top di quello che di volta in volta proporrà la tecnologia. Non avremo mezzi obsoleti, ma il sistema di videosorveglianza sarà costantemente aggiornato ed efficiente. Senza dubbio un aiuto importante, che supererà e completerà le telecamere che già adesso sono state installate in vari punti del nostro paese. Potremo così mettere a disposizione delle forze dell’ordine uno strumento tecnologico di assoluta affidabilità per tutelare e controllare nel migliore dei modi il territorio di Castel Mella ed avere a portata di mano un quadro puntuale ed approfondito della situazione. Possiamo considerare il progetto che abbiamo cominciato – termina con un eloquente sorriso Alessandro Prudenzi – un passo in avanti di grande rilievo per salvaguardare e tutelare la sicurezza di tutta la comunità castelmellese”.   

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. il controllo del territorio è una cosa importantissima, ben venga l’iniziativa delle telecamere da 40.000 euro / anno: ma anche la viabilità e la sicurezza di chi viaggia sono importanti, via Lombardia (solo per citarne una) da anni è quasi una strada con l’asfalto disastrato, non si potrebbe pensare anche a questa di sicurezza?

  2. quando a Castel Mella governava la Lega, parlare di sicurezza era una bestemmia (niente pericoli, fantasie allarmistiche,tutto andava bene madamalamarchesa). Ora, a bilanci disastrati, 200.000 euro per i giocattolini dei vigili sono necessari. Complimenti ai paesani.

RISPONDI