Pontoglio, il sindaco latita e la Prefettura insiste: togliete quei cartelli

38

La polemica sui cartelli di Pontoglio non si placa. L’amministrazione Seghezzi per “tutelare le tradizioni locali” ha posto all’ingresso del comune cartelli che ricordano le tradizioni cristiane e la cultura occidentale dominante in paese”. L’azione, che ha provocato una serie infinita di polemiche, non è piaciuta alla Prefettura che in più occasioni ha ricordato l’illegittimità dei cartelli per violazione dell’articolo 39 del Codice della Strada, imponendo al sindaco la rimozione.

La richiesta però non è mai stata accolta e, dopo una telefonata intercorsa tra il gabinetto del prefetto e il primo cittadino Seghezzi il 29 dicembre scorso, quest’ultimo si è reso irreperibile. A questo punto la Prefettura si è rivolta al vicesindaco, l’unico contrario alla delibera che ha portato all’affissione dei cartelli. Lui ha ribadito la sua contrarietà, ma ha anche sottolineato “il danno d’immagine subito dalla comunità di Pontoglio”.

Secondo alcune indiscrezioni riportate dal Giornale di Brescia sembrerebbe che la Prefettura sia pronta ad inviare un sollecito scritto al sindaco e, solo in caso di mancata risposta, il Prefetto potrebbe addirittura intervenire di persona a Pontoglio, su mandato del Ministero dei Trasporti.

Comments

comments

38 COMMENTS

  1. Evidentemente il rispetto della “cultura” e delle “tradizioni locali” del paese di Pontoglio non contempla il rispetto dell’autorita’ della Prefettura. Un bell’esempio di rispetto delle leggi in accordo alla secolare tradizione della Pianura Padana. Resto sempre dell’idea che l’influsso della vicina provincia di Bergamo si faccia sentire nelle sinapsi neuronali del prode Seghezzi & sodali dal fazzuolo verde a pois.

  2. …ma forse il prefetto non sa che quella dei politici che si rendono irreperibili quando fa comodo è cultura occidentale al 100%. Del resto nel cartello si parla di rispetto della cultura e delle tradizioni, mica delle leggi! Sindaco coerente con quello che dice quindi! Bravo! Avanti così!

  3. Probabilmente, per quanto tardo di comprendonio, il signor sindaco si è finalmente reso conto di averla fatta fuori dal vaso e, giustamente, teme che qualcuno gli imponga, sacrosantamente, di pagare di tasca sua realizzazione, posa in opera, rimozione e smaltimento degli assurdi ed illegali cartelli propagandistici. A questo punto, annaspa alla ricerca di una soluzione, per quanto improbabile, che lo tolga dai guai e prende tempo. Visto il successo raccolto tra la parte di popolazione più attenta alle tradizioni, potrebbe organizzare una cristianissima questua e rimediare allo sperpero; il danno d’immagine, ovviamente, resterà irreparabile e i poveri Pontogliesi che hanno eletto a loro rappresentante tale soggetto saranno a lungo additati come “quelli dei cartelli sgrammaticati e inutili”.

  4. xbmm853h non vedo perché dovrebbero levarlo, dopo tutto anche la signora Merchel ha espresso
    la medesima sostanza e la maggioranza del giornali tedeschi pure, dopo Colonia

  5. Io sono favorevole ai cartelli, non si dice nient’altro che la verità. A parte la religione, cristiana oppure laica, meglio mettere le cose in chiaro di questi tempi. Non si dice nlla di strano secondo me.

  6. Bravi, fate resistenza e disubbidite alla manolunga del potere unitario. Finalmente i sindaci si ribellano ad uno stato che in 150 anni ha solo portato vessazioni e imposto regole non condivisibili (oltre ad aver portato via risorse al territorio (e parlo anche del sud).

  7. Ma sto prefetto non ha nient’altro da fare che occuparsi dei cartelli di un paesino? Va a controllare il territorio! Va a vedere la frana che c’è stata in Valcamonica. Fa qualcosa di utile…

  8. Ma il deputato del Sel che minacciava giorni fa di venire e togliere tutto cos’ha fatto? Nemmeno è stato capace di togliere un cartello? Si è perso nella nebbia? E’ caduto, senza saperlo nell’Oglio?

  9. Il rispetto della cultura occidentale e cristiana non contempla l’obbedienza? Il sindaco pensa di poter fare il bello ed il bruto tempo senza alcun rispetto dell’autorità. Ma chi pensa di essere? Pagliaccio.

  10. Non è chiaro se la Digos e il Prefetto oltre a verificare la legittimità di questo cartello, abbiano allo stesso modo verificato la legittimità dei centri culturali islamici dove si prega il Corano e i suoi versetti di odio e morte contro infedeli e miscredenti. Perchè se il Prefetto ritiene giusto togliere questo cartello sarebbe parimenti giusto e doveroso venisse vietata la preghiera di certi versetti contenuti nel Corano o no? E’ possibile saperlo?

  11. Troppo comodo tu, sparare cassate a caso. Se tu sei a conoscenza di reati, quali che siano, vai dai carabinieri a sporgere denuncia.

  12. Bisognerebbe girare il cartello, così che l’invito a rispettare la propria cultura e la tradizione cristiana sia rivolto ai cittadini di Pontoglio, che spesso, a cominciare dal proprio Sindaco, se ne dimenticano.

  13. Per subire un processo per istigazione all’odio razziale a una Signora di Padova è bastato un messaggio scritto su internet: Era lo sfogo dopo che una ragazza aveva subito uno stupro da parte di uno straniero. Se bastano delle parole scritte nere su bianco per essere processati per odio razziale, il Corano pare contenerne, perchè nessuno lo verifica?

  14. che bello il prefetto che si inchina alla delegazione del PD. Mi immagino la scena, i mandarini del PD seduti sulle poltrone e il prefetto inginocchiato ad ascoltare gli ordini. D’un tratto finita l’illustrazione degli ordini lo stesso prefetto che si alza batte i tacchi saluto e via. Al lavoro che gli è stato comandato di fare!!! Bravo prefetto, bell’esempio di senso del dovere hahahahahhaha Quando cancelleremo questi burattini nelle mani del potente (di destra o di sinistra) di turno?

  15. Ma la Prefettura non ha altro da fare? Prima di giudicare il danno di immagine alla Comunità di Pontoglio ha provato a chiedere?

  16. Puoi spiegare allora cosa significa il versetto riportato in copertina del Corano Spiegato da Magdi Cristiano Allam:”Gettero’il terrore nel cuore dei miscredenti: colpiteli tra capo e collo (…) Non siete certo voi che li avete uccisi. è Allah che li ha uccisi”? Se non è istigazione all’odio e alla morte questo versetto cos’è?

  17. E tu potresti spiegarmi cosa c’è scritto negli altri 999 versetti che immagino tu conosca a menadito? Troppo comodo analizzare un testo del genere con due frasi prese qua e la. Anche se credo di avertelo già detto tempo fa su questa bacheca te lo spiego di nuovo: le maggiori vittime del fondamentalismo islamico sono proprio i musulmani. Il problema sta nel fatto che ci sono persone che interpretano strumentalmente le scritture (quindi avete qualcosa in comune) e utilizzano il fanatismo di un certo tipo di popolazione (che nasce da diversi fattori sociali e politici, ma immagino che a te non interessi approfondire un argomento così complicato) per i propri scopi, sono questi i nemici, non il corano o tutti i musulmani. Pensando che il corano sia la causa del terrorismo, non faremo altro che farci nemica quella parte di popolazione musulmana che non lo è.

  18. C’è n’è uno molto preoccupante e che mi fa stare dalla parte di chi non intende partecipare a questa guerra contro lo Stato islamico che piu’ o meno la traduzione è giusta indica cosi’: “Combattete per la causa di Dio quelli che vi combattono, ma non aggredite per primi: Dio non ama gli aggressori: “Uccideteli quindi ovunque li troviate e scacciateli da dove hanno scacciato voi, poichè la sovversione è peggiore dell’uccisione” Sembra che il Corano indichi di non essere i primi ma poi di uccidere ovunque. Non è quello che stanno facendo aDESSO CONTRO CHI TENTA DI COMBATTERLI, IN ULTIMO PROPRIO LA gERMANIA CHE è STATA RIPAGATA MALE DEL BUONISMO CHE HA DIMOSTRATO? sE DOVESSIMO ENTRARE NOI IN GUERRA, COSA CI SUCCEDERA’? La interpreteranno come una autorizzazione a fare attentati anche da noi? i MUSULMANI MODERATI AMMESSO CHE ESISTANO, PERCHè NON PRENDONO LE DISTANZE DA QUESTI VERSETTI? sE NON LO FANNO COME POSSIAMO CREDERE IN LORO?

  19. Complimenti per la fine analisi del verso del corano “più o meno” tradotto…immagino che i teologi di tutto il mondo ti chiedano consiglio quotidianamente. Mi rendo conto che è inutile tentate di ragionare con chi non vuole fare il minimo sforzo di cambiare il proprio punto di vista nemmeno davanti ai fatti. I musulmani moderati non prendono distanze dal corano perchè è il loro testo sacro…e per l’ultima volta ti ripeto che il problema non è quello che c’è scritto sul corano…ma di chi lo interpreta strumentalmente. Sarebbe come dire che le crociate sono state causate dalla bibbia e non dalle persone.

  20. Ancora a chiedere “dissociazioni” ai cosiddetti islamici moderati? Ma come mai nessuno chiede ai cristiani moderati di dissociarsi dagli estremisti cristiani che compiono attentati e omicidi contro consultori e cliniche dove si pratica l’interruzione volontaria di gravidanza? Perché nessuno chiede di dissociarsi dagli estremisti cristiani che hanno partecipato al genocidio in Rwanda (chi non la conoscesse cerchi di leggere la storia di padre Wenceslas Munyeshyaka, per citare solo un esempio)? Perché ai cristiani non si chiede di dissociarsi dai massacratori cristiani del Centro-Africa? Mai viste manifestazioni pubbliche contro il movimento ultracattolico Christian Identity (che ritiene i cattolici ariani la Razza Eletta dal Signore) ed è autore di una serie di attacchi terroristici tra cui l’attentato alle Olimpiadi di Atlanta presso il Centennial Olympic Park nel 1996 con 111 feriti ed un morto, la bomba ad una clinica per aborti ad Atlanta del 16 Gennaio 1997, la bomba all’Otherside Lounge, un bar per clientela lesbica, del 21 Febbraio 1997, la bomba alla clinica per aborti di Birmingham, Alabama del 29 Gennaio 1998, l’uccisione di Robert Sanderson, poliziotto di Birmingham e guardia part-time di una clinica abortistica. Eric Robert Rudolph, esponente di tale movimento cattolico, ha negato le tesi dell’odio razziale degli attentati, motivandoli invece con la volontà di preservare la fede Cristiana contro coloro che ne violano i precetti, contro l’aborto e contro la “agenda omosessuale” mondiale. Le sue motivazioni e la sua ideologia sono a disposizione nel libro da lui pubblicato “Between the Lines of Drif: The Memoirs of a Militant” pubblicato dal movimento terroristico cristiano “Army of God”. Gli esempi da citare sarebbero infiniti, senza bisogno di risalire a fatti storici troppo lontani nel tempo. Trovereste sensato chiedere ai cattolici di dissociarsi pubblicamente da tutto questo?

  21. Guarda che qui il problema è che non si sta chiedendo di dissociarsi dai fatti, ma dal testo sacro stesso. Credo che qualsiasi credente non avrebbe problemi a dissociarsi con gli episodi che hai citato…dalla bibbia è tutt’altra cosa.

  22. La realtà è che gli estremisti cattolici sono un numero molto esiguo rispetto a quelli musulmani. Questi estremisti controllano interi stati, dispongono di eserciti bene armati e hanno una folta schiera di simpatizzanti anche tra i musulmani immigrati nell’occidente. E’ la stessa cosa che paragonare la puntura di una zanzara al morso di una vipera.

  23. Si spera che a costoro lo stato laico li abbia processati per omicidio, soprattutto perchè il 5 comandamento:” non uccidere” non autorizza i cattolici ad uccidere in nome di Dio e nemmeno autorizza gli altri a sostenere che possano averlo fatto nel suo nome. Diverso è il Corano che invece se le traduzioni sono giuste, sembra proprio che non solo autorizzi ad uccidere i miscredenti e gli infedeli ma persino autorizza a pensare e credere che non è chi uccide che uccide, bensi’ Allah. Terrorizzante o no? Non dovrebbero essere Governo ed Europa a fare chiarezza?

  24. Se citi MAGDI CRISTIANO ALLAM…ok! Meglio chiudere la linea. Ma ti rendi conto chi stai citando? Un clown di proporzioni epocali.

  25. Magdi Cristiano Allam che vedo spesso nelle varie TV, NON MI PARE AFFATTO UN CLOWN. Anzi tutt’altro. Mi sembra invece stia faticosamente tentanto di spiegare in cosa consiste l’Islam, ma proprio sul piu’ bello o gli tolgono la parola o scatta la pubblicità e questa informazione resta nel vuoto.

  26. C’è da chiedersi se in quel cartello il Sindaco anzichè scrivere ciò che ha scritto avesse scritto ciò che ha detto Obama e cioè:”Non odiate i musulmani” si sarebbero messe in moto Digos e Prefettura cosi’ come le TV cosi’ come in questo caso? Forse no. A propositop di Obama ma non è paradossale chi dica a noi di non odiare i musulmani quando succede proprio il contrario? Se li sarà mai letti i versetti del Corano che indicano che Cristiani ed Ebrei son infedeli o miscredenti e come tutti gli infedeli e miscredenti secondo il Corano pare proprio siano da eliminare o sottomettere?

  27. Visto che secondo voi il problema sono tutti i musulmani, in quanto non fanno altro che applicare le leggi del corano, come lo spiegate il fatto che la maggior parte delle vittime dell’ISIS sono musulmane?

  28. Tra i miscredenti il Corano se non interpreto male ci mette anche i musulmani che come succede da noi non credono poi tanto, chissà quanti sono quelli che il Corano non l’hanno mai letto o che prenderebbero volentieri le distanze da questi versetti di odio e morte: Quello che sta succedendo è per ricordare forse loro che non lo possono fare? Comunque per noi è difficile capire se ci sia un islam moderato oppure no perchè nessuno si dissocia da questi versetti di odio e a render ancor piu’ difficoltoso il tutto c’è anche il versetto del Corano che consente loro la taqqya, cioè la possibilità di raccontare bugie ai miscredenti e agli infedeli per difendersi. Per questo fidarsi è bene e non fidarsi è meglio, perchè persino quando giurano sulla Costituzione in occasione della concessione della cittadinanza italiana rimane il dubbio che non stiano applicando la taqqya? Spero di sbagliarmi

  29. I musulmani si ammazzano fra loro per molti e vari motivi, un po’ come tutti. Nel caso delle dispute religiose come quelle tra sciiti e sunniti credo si possa fare, tenendo conto delle infinite differenze e specificità, un paragone con la guerra sanguinosa che ha contrapposto fino a pochissimi anni fa cristiani cattolici e cristiani protestanti in Irlanda del Nord; viene in mente anche la guerra tra cristiani cattolici croati e cristiani ortodossi serbi (e di entrambe le fazioni contro i musulmani di Bosnia) nella ex Jugoslavia. Se poi torniamo indietro nella Storia i massacri e le persecuzioni tra cristiani per motivi religiosi non si contano. Resto personalmente convinto che la religione sia sempre un paravento dietro al quale si celano interessi molto materiali piuttosto che spirituali.

  30. Condivido in pieno. Le religioni, quando diventano potere, sono questo. Perciò cerchiamo di viverle solo personalmente e non come istituzioni che non hanno portato nulla di buono. Cominciamo perciò con l’abolire il loro finanziamento, quindi via l’8 per mille. Sto ancora attendendo qualche politico di buona volontà e di buon senso che lo faccia. Ma nessuno risponde. Il che mi dimostra, ancora una volta, che anche la politica è potere, nè più nè meno della religione che, anzi, vanno a braccetto ai danni nostri!

  31. Sia mercoledi’ a Ballaro’ che stamattina, giovani donne musulmane, hanno detto che nell’islam la donna non è inferiore: Anzi proprio stamattina ad un giornalista che avrebbe siceramente detto che ha paura dell’islam, ed io concordo pienamente, questa giovane musulmana gli avrebbe chiesto se ha mai letto il Corano. C’è invece da chiedersi se il Corano lo abbiano letto queste giovani musulmane o stiano invece applicando la taqqya, cioè la piossibilità che concede il Corano di dire bugie, perchè nel Corano c’è scritto che la donna è inferiore all’uomo, che se non ubbidisce puo’ essere picchiata, che puo’ essere ripudiata 2 volte, poi c’è la discriminatoria poligamia per soli uomini che possono avere fino a 4 mogli. Poi c’è l’indicazione di non sposare donne idolatre se prima non diventano credenti e di non dare in sposa le figlie a uomini idolatri se prima esse non diventano credenti. Possibile nessuno faccia queste domande?

  32. E tu invece l’hai letto il corano? Guarda che se prendi alla lettera la bibbia vedrai che anche li la donna è descritta come inferiore, anche nel nuovo testamento. Mi sembra di parlare con i muri…testi sacri così antichi vanno studiati e interpretati, se pensi di poter capire un testo del genere leggendo parti estratte a caso, i casi sono 2: o i teologi di tutto il mondo hanno sprecato il loro tempo…oppure sei molto presuntuosa.

  33. Per fortuna nel 1947 è stata emanata la Costituzione, nella quale Stato e Religione sono ben distinti e separati. Nella Costituzione c’è il bellissimo art.3 che sancisce il principio di uguaglianza senza distinzioni di sesso, razza e religione.Perciò nel nostro Stato laico è fortunatamente la Costituzione che prevale e nella nostra Repubblica c’è libertà di credere ma anche di non credere, si può cambiare religione senza difficoltà e non è ammessa nessuna violenza in nome della religione. Nell’islam prevale invece la teocrazia e sono i diritti del Corano che si applicano alla vita civile come una sorta di codice civile. Il Corano io l’ho in parte letto e contiene versetti inequivocabili e terribili in linea col comportamento attuale dell’ISIS. Per questo quando in TV molti dicono che islam significa pace e sostengono che non contiene versetti di morte o violenza, oppure che le donne non sono considerate inferiori e da picchiare ecc. viene da pensare che ci raccontino bugie, o meglio esercitino la taqqya, cioè la possibilità di raccontare bugie che il Corano consente quando gli islamici sono in difficoltà. La preoccupazione è che si sta per varare lo IUS SOLI senza prima fare chiarezza su questi temi che potrebbero essere per noi deleteri.

LEAVE A REPLY