Inquinamento nell’aria, Maroni: obbligati a fare il blocco Euro 3

0
Bsnews whatsapp

"La restrizione della circolazione non e’ quello che io volevo. Avevo chiesto al ministro Galletti e al Governo un contributo di 200 milioni all’anno per cinque anni per la rottamazione degli Euro 0, 1, 2 e 3. Questo avrebbe portato forti benefici alla qualita’ dell’aria ma queste risorse non ci sono e quindi non possiamo procedere in questo senso. In assenza di ulteriori risorse faremo la limitazione della circolazione dei diesel Euro 3". E’ quanto ha detto il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, commentando l’incontro che si e’ svolto ieri in Regione Lombardia con 70 sindaci sulla questione della qualita’ dell’aria. Nel corso della riunione, l’assessore Terzi ha annunciato che, nella prossima Giunta, sara’ portata la delibera per la restrizione della circolazione da ottobre 2016 ad aprile 2017 per i veicoli diesel Euro 3.

MISURE COMPENSATIVE – "Ho dato incarico agli assessori Terzi, Garavaglia e Parolini – ha aggiunto Maroni – di studiare per la prossima Giunta un sistema di compensazione per chi avra’ queste limitazioni, in particolare per chi usa questi mezzi per lavoro". Maroni ha ricordato che esiste gia’ l’esenzione dal pagamento del bollo auto per chi rottama un vecchio veicolo inquinante e ne prende uno nuovo. "Sono risorse rilevanti – ha concluso Maroni -. Se tutti gli Euro 3 venissero rottamati l’esenzione dal bollo auto significherebbe minori entrate per 200 milioni di euro, tutti sulla spesa corrente. Dobbiamo comunque trovare misure compensative per chi sara’ obbligato a non circolare".

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. L'Ilva chiusa invece quante risorse statali in meno porta!? Cioè mi state dicendo che devo cambiare auto ogni 2 anni? L'Italia è il paese dell' incu…

  2. Maroni dice che paga una bella auto nuova per tutti, sarà vero? con le tasse che paghiamo dovrebbero darci un catalogo per scegliere il dono.

RISPONDI