Bomba carta alla sede del Gussago Calcio, si cercano due uomini

0

Sarebbero stati in due a far esplodere la bomba carta che ha distrutto la finestra della sede del Gussago Calcio. A sostenerlo alcuni testimoni che avrebbero visto due uomini fuggire a bordo di un’auto nera.

Sulle loro tracce i carabinieri che stanno indagando negli ambienti del Brescia Calcio. E se alcuni gruppi di ultras si dissociano dall’attentato, il Gusssago chiede il rinvio della prossima partita che doveva disputarsi domenica contro il Valtrompia 2000. Oggi si saprà cosa deciderà la Lega Nazionale Dilettanti.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Stupisce la solerzia dei tutori dell’ordine dinanzi ad un fatto grave, ma frutto probabilmente della mente bacata di qualche matto. Fatto che ha causato la rottura di un vetro. Fossero cosi’ solerti anche dinanzi ai furti e delitti che scuotono la citta’ ci sarebbe da gioire! Bah…

  2. Pero anche tu LYONELLO cambi idea molto facilmente…adesso parli in questa maniera quando ieri difendevi questi atteggiamenti…BAND IERA!! …bu tep!!

  3. Il buon tempo di cambiare idea ce l’hai tu che continui con le tue flatulenze! Casa mia presa di mira? Perché? Sei confuso. Dai per favore ancora un luogo comune. Dai Dai! Il calcio fa schifo, e’ uno sport violento, evviva il rugby, gli ultras sono cattivi, pensate ai politici non al calcio, poi? Mi aiuti?

  4. Eccolo, assai duro da digerire, il luogo comune che manca. I calci ad una sfera di cuoio da buttare dentro una rete ha consentito ad uno stuolo di semianalfabeti pressochè nullafacenti da un punto di vista lavorativo (i calciatori) di mettere da parte centinaia di milioni di euro in quindici anni al massimo di carriera. Alla faccia di chi si suda mille euro al mese con un lavoro precario ed una laurea magistrale in tasca, conseguita a pieni voti e con sacrifici economici personali. Calcio come bsiness vergognoso e non come sport: da eliminare al più presto possibile.

  5. Lo scritto qui sotto ti qualifica. Il successo planetario del calcio e’ dovuto al suo essere popolare, giovani e meno giovani, ricchi o con le pezze al deretano, uomini e donne, poco conta: la palla e’ rotonda e rotola per tutti, dal calcio a 7 tra amici fino alla serie A. Che il calcio attuale sia business e’ palese, ma il nostro genio della lampada non si accorge che tutto e’ business ormai? Cinema? Musei? Musica? Tra l’altro il nostro fine pensatore non si e’ accordo di come il nuovo Brescia de-corionizzato stia suscitando un grande entusiasmo? Perche’ a tuo avviso Cartesio de noalter? Perche’ e’ una squadra piena zeppa di giovani che prendono pochi soldi e corrono tanto. Quello che andrebbe eliminato e’ il pregiudizio di quelli come te che si sentono superiori al volgo amante della palla che rotola.

  6. Il problema del calcio sono una massa di animali che con la scusa della "mentalità ultra" si sentono di poter fare qualsiasi cosa

LEAVE A REPLY