Spaccata a sfondo fascista in una rivendita di abiti usati per beneficenza

0

“Gli italiani sono in crisi … colpiremo tutti coloro che aiuteranno gli stranieri”. La firma è una svastica seguita dalla scritta “W il fascio”. Ha tutta l’aria di una spaccata a fondo razziale quella subita dal negozio Mandacarù a Sopraponte di Gavardo, in via Terni 2, dove si rivendono vestiti usati a scopo di beneficenza.

Come riporta il Giornale di Brescia i ladri “fascisti” sono entrati nel locale nella notte tra martedì e mercoledì rompendo un vetro del portoncino di ingresso. Dopo aver arraffato qualche vestito di poco valore hanno guardato tra i cassetti in cerca di denaro ma sono riusciti a trovare solo poche decine di euro. Amareggiati e arrabbiati i volontari che gestiscono il negozio. Ora i carabinieri visioneranno le immagini delle telecamere che ci sono nella zona alla ricerca dei colpevoli.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Ovvio che in certi ambienti l’ignoranza più squallida regna sovrana, alternandosi o accompagnandosi alla stupidità. La cosa grave è che quasi nessuno cerca di contrastare il diffondersi di queste bande squadristiche che, evidentemente, continuano ad essere considerate una comoda truppa da impiegare alla bisogna per chi regge le redini del potere. Chi tenta di contrastarli, è facile che finisca in tribunale, come evidenziato da un’altra notizia pubblicata oggi.

  2. E’ vero. Gli Italiani sono in crisi. E già da molto tempo anche noi italiani andiamo fare le spese di vitto, abbigliamento e altro in questi benvenuti negozi.

  3. La notizia è stata pubblicata alle 9,28 e dopo oltre 4 ore ancora non è arrivato un comunicato stampa traboccante di sdegno, condanna e rassicurazioni sulla pronta cattura ed esemplare punizione dei farabutti fascisti autori del gesto dal trio Beccalossi-Bordonali -Rolfi??? Mmmmmmh… Qui c’è qualcosa che non torna…

  4. Sig. ” Ohibò ” : ripensi a quello che hanno combinato a Collio i delinquenti nazi-fascisti e loro camerati e alleati leghisti e vedrà che tutto le torna.

  5. Alcuni politici, pochi, scrivono comunicati stampa se rapinano un commerciante del centro. Per questi negozi ” etnici ” scatta in loro l’ipocrita silenzio e l’odio razzista

LEAVE A REPLY