Ha truffato 265 clienti per 44 milioni di euro: prosciolto il Maddof bresciano

0
Bsnews whatsapp

Il Maddof di Brescia non pagherà per aver fatto sparire 44 milioni euro recuperati dai 265 clienti che gli hanno dato fiducia quando prometteva loro il 10% annuo di interessi sul capitale investito. La prescrizione lo ha salvato dall’accusa di bancarotta, raccolta illecita di denaro e truffa e quindi anche dalla condanna.

L’uomo, 74enne di Mazzano, ha messo in pratica lo schema inventato dall’emigrato italiano a Boston, Charles Ponti. In pratica proponeva e manteneva per i primi investitori guadagni decisamente fuori mercato e li pagava con i soldi dei nuovi clienti, i quali erano arrivati a lui grazie al passa parola dei primi. In questo modo è riuscito a raccogliere poco più di 44 milioni e mezzo di euro, finché il sistema, dopo dieci anni di attività (dal 1998 al 2008) non è crollato e il 74enne si è autodenunciato. All’udienza preliminare però si è arrivati solo dopo 6 anni e ora dopo sette anni e mezzo il caso è finito in prescrizione. Il 74enne è quindi stato prosciolto e i nove creditori che si erano costituiti parte civile rimarranno a bocca asciutta. Oltre al danno anche la beffa.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. Scusate,: ma si è autodenunciato ed in 7 anni e mezzo (nel frattempo il pm ha dormito?) non hanno cavato un ragno dal buco?
    Il sistema è PONZI, non Ponti.
    I 44 milioni che fine hanno fatto? Spariti tutti o, (e in che parte) recuperati per risarcimento?
    Sennò che informazione è.

  2. Ragazzi, intanto il vecchietto aveva la faccia da cristiano e andava in giro in giacca e cravatta, mica col burqa e poi cosa ha fatto di diverso da tanti bancari che vendono carta straccia ai loro clienti? Tranquilli, che l’importante è che la Polizia ripulisca la stazione dalle coperte dei barboni e faccia delle belle retate contro stranieri e tossici assortiti. Auguri!

  3. Poi ci si chiede perché la gente è spinta a farsi giudizio da sola…perché il sistema premia anziché punire, chi delinque. Se rubi una fetta di carne xché non hai da mangiare vai in galera; se truffi lo stato o la povera gente te la cavi coi domiciliari. Ammazzi una persona e tra insulto, sconto della pena, buona condotta ecc non arrivi a fare dieci anni. C'è molto che non va in questo paese, e la classe politica anziché fornire risposte serie a problemi pensa a litigare su cose assurde e a difendere la propria poltrona x garantirsi la pensione a vita dopo aver finto di lavorare appena qualche anno.

RISPONDI