I genitori della Calini puntano il dito, la Loggia risponde con l’elenco dei lavori

0

Il comitato genitori della scuola primaria Calini di via Bixio, in una nota del 19 gennaio scorso, ha dichiarato che gli unici lavori eseguiti dal settore edilizia scolastica del Comune di Brescia, nel corso del 2015, riguardano una parziale tinteggiatura di locali in cui l’Asl aveva segnalato infiltrazioni e che le cause di queste problematiche non sono state preventivamente eliminate, vanificando l’intervento.  I genitori hanno dichiarato inoltre che non sono stati messi a norma gli impianti idro/sanitari, come richiesto dalla Asl bresciana.

L’Amministrazione comunale precisa, in merito, che in realtà sono stati eseguiti tutti gli interventi richiesti. Parte degli interni dell’aula del prescuola, dove c’era un’infiltrazione dovuta alla pioggia proveniente dalla terrazza, probabilmente causata dalla continua caduta delle foglie dei platani, è stata ritinteggiata, eseguendo i lavori prescritti dalla Asl. Inoltre, tutte le richieste di interventi idraulici sono state evase.

In ordine cronologico gli interventi eseguiti nel 2015 sono stati i seguenti: il 24 febbraio sono state sostituite le assi dei wc, il 16 marzo sono stati montati i maniglioni dei bagno dei disabili, il 30 maggio sono state sistemate le pompe idrauliche sommerse ed è stata pulita la fossa biologica, il 21 settembre sono state verificate o sostituite le cassette dei wc, sono stati cambiati i rubinetti dei bagni e i sifoni, il 28 settembre sono stati sostituiti i rubinetti, i flessibili dei lavelli e sono state eseguite varie riparazioni, il 23 novembre sono state sostituite altre cassette wc, sono stati disostruiti gli scarichi ed è stato riparato il boiler elettrico. Anche il 20 gennaio 2016 si è provveduto a disostruire lo scarico del bagno per disabili, sono stati riparati un rubinetto, una cassetta wc e i soffioni della doccia.

Va precisato, inoltre, che il 5 maggio 2015, dopo aver ottemperato tutte le prescrizioni Asl, è stata ottenuta l’autorizzazione in deroga all’uso degli ambienti seminterrati. Ricordiamo che per legge i locali seminterrati non potrebbero essere usati dai bambini, se non dopo una serie di lavori. Solo con queste prescrizioni, ottemperate dal Comune, è possibile ottenere la deroga all’utilizzo che infatti è stata concessa.

L’assessore ai Lavori pubblici Valter Muchetti ha fissato un incontro con il Comitato, la dirigenza ed il consiglio di istituto per i prossimi giorni e sta attendendo la conferma da parte degli invitati.

Comments

comments

LEAVE A REPLY