Baby squillo, dichiarazioni shock. Il cliente 45enne presto dal giudice

20

Le confessioni della 15enne protagonista dell’inchiesta che ha condotto alla sconvolgente scoperta di un giro di baby squillo a Brescia sono crude come la realtà che viveva ogni giorno. Dopo aver ammesso di aver avuto rapporti sessuali a pagamento con diversi uomini ben più grandi di lei (al momento però solo un 45enne di Brescia è iscritto nel registro degli indagati avendo usato il proprio cellulare per accordarsi con la giovane su ora e luogo dell’incontro) la ragazza ha raccontato anche di come faceva ad adescare le sue prede.

Consapevole del proprio fascino acerbo e disinibita, la ragazza ha raccontato agli inquirenti di usare un trucchetto infallibile: “A volte andavo al centro commerciale, ma non avevo abbastanza denaro per comprarmi un paio di pantaloni o una maglia: puntavo il primo uomo che mi metteva gli occhi addosso e andavo da lui proponendogli di fare sesso”. Il sesso come merce di scambio per acquistare quello che ogni 15enne desidera: vestiti, trucchi e ricariche telefoniche.

La ragazza avrebbe coinvolto anche alcune sue compagne di classe che però avrebbero negato di fare sesso a pagamento. Il 45enne indagato, invece, pare non fosse a conoscenza della minore età della ragazzina e venerdì avrebbe intenzione di raccontare la sua verità davanti al gip. Una cosa è certa, le suo appartamento sono stati trovati una gran quantità di preservativi, pillole per aumentare il desiderio sessuale e materiale pornografico.

Comments

comments

20 COMMENTS

  1. Guarda che quei valori che dici tu li hanno già imparati, altimenti non sarebbero così! L’occidente ha ben altri valori che un po’ tutti hanno dimenticato, a cominciare da preti, vescovi e cardinali… Lo sforzo di tutti, a cominciare dai genitori, deve essere questo: ripescare i buoni valori e trasmetterli con la testimonianza…

  2. I buoni valori non sono quelli dei nostri nonni e delle nostre nonne. I buoni valori sono quelli del rispetto delle donne che invece ancora sono considerate merce di scmsbio, da vendere e da comprare. I giovani imparano. I buoni valori sono quelli dell’amore e del rispetto, anche tra persone dello stesso sesso. Perché no?

  3. Ma al di là del "benefattore" , al posto di pubblicizzare il meretricio e le meretrici , mettiamo in qualche comunità ste' giovani zoccole o chi?!

  4. L’indagato ha dichiarato che non era a conoscenza della minore età della ragazza. Giusto, come già fece e disse un pregiudicato ex-Presidente del Consiglio nel caso di una certa Ruby rubacuori. Un buon avvocato, qualche dubbio dei giudici e il gioco (schifoso e vile) è fatto…

  5. Ma non diciamo bestialità, per favore! I valori dei tempi dei nonni??? O hai meno di 40 anni o hai la memoria corta. Io ne ho più di 50 e ai tempi dei miei nonni c’era il fascismo, l’ignoranza e l’analfabetismo erano una piaga, la maggior parte delle persone era succube dei preti e delle superstizioni, le donne non potevano nemmeno uscire di casa da sole, c’era il delitto d’onore che, di fatto, permetteva di ammazzarle impunemente, il più delle volte una ragazza non poteva nemmeno scegliersi il marito perché a decidere erano le tanto santificate “famiglie tradizionali”, le donne non potevano nemmeno votare, le loro condizioni di lavoro erano nettamente inferiori a quelle degli uomini (molto peggio di oggi), lo stupro (fino agli anni ’80) era considerato un reato contro la morale e non contro la persona (!!), una donna che decideva di affrancarsi da un marito manesco era additata e disprezzata. E questi sono solo alcuni, pochi, esempi dei “valori” in auge ai tempi dei nonni.

  6. Quindi lo schifo c’è sempre stato e ci sarà sempre. L’unica cosa da fare è educare al rispetto di tutti, punto. Passato e presente non sono da considerare.

  7. Vedi perciò che i nostri governanti non si discostano più di tanto dai governati: rappresentano la gente, con tutti i vizi e le (poche) virtù!

  8. Adesso vanno a puttane le banche, cioè, la speculazione internazionale di allora sui titoli di stato, che ha fatto lievitare lo spread, si è spostata sui titoli bancari… Però allora era colpa del nanetto, oggi invece il Mr Bean della situazione si fa la bocca grande perchè le banche non falliranno. E noi stiamo qui a prendercela con il politico? Solito provincialismo sinistroide italiano, che scarica sempre su una persona le colpe di tutto. Siamo in balia del mondo…

  9. Il Berluscone ed il Berluschino sono la stessa cosa: due incapaci in un Paese di incapaci con un debito pubblico che lievita come il cappio al collo che ci hanno messo (soprattutto Craxi e compari dell’epoca), l’evasione fiscale che sottrae 120 miliardi l’anno alle casse dello Stato più altri 40 di corruzione. E poi ancora, così ricorda l’Istat: il valore aggiunto generato dall’economia sommersa valeva, nel 2013, circa 190 miliardi di euro, pari all’11,9% del Pil, in aumento rispetto agli anni precedenti (11,7% nel 2012, 11,4% nel 2011). Infine, il valore aggiunto connesso alle attività illegali valeva, nel 2013, circa 16 miliardi di euro, pari all’1% del Pil. In questi numeri ci sono tutte le sfide, quelle nei fatti mai affrontate e mai risolte.

  10. Vedi che torniamo al ragionamento di prima: i governanti sono lo specchio dei governati e quindi, in democrazia, vince la maggioranza. Siccome la maggioranza è così, nel nostro Paese sarà sempre così…

  11. Ma smettetela di dire cagate alzi la mano chi per non pagare l’iva 22% non vuole la fattura sono tutte alzate non fate pagare l’iva ai privati e fate dedurre tutto chi piu’ consuma piu’ paga negli stati uniti chi non paga le tasse finisce in galera e buttano la chiave da noi non mandano in galera manco se uccidi.Vedi i vari delitti televisivi

  12. Voi scherzate ma guardate che tantissime donne fanno il lavoro più antico del mondo per arrotondare il magro stipendio, o perchè il marito ha perso il lavoro.

LEAVE A REPLY