Accordo Santa Giulia-Palazzo Martinengo: se visiti l’uno sconto sull’altro

0
Bsnews whatsapp

Da gennaio, l’offerta culturale che si concentra su via Musei, l’antico decumano massimo della città, è ancora più ricca e interessante: a partire dal Museo di Santa Giulia, con le mostre in corso Marc Chagall. Anni russi 1907-1924 e Brixia Roma e le genti del Po (fino al 15 febbraio), passando per Brixia. Parco archeologico di Brescia romana dove visitare il Capitolium, il teatro e lo straordinario Santuario repubblicano, per arrivare a Palazzo Martinengo, dove è allestita fino al 12 giugno la mostra Lo splendore di Venezia: Canaletto, Bellotto, Guardi e i vedutisti dell’Ottocento. Il visitatore ha così modo di fare un viaggio nel tempo davvero unico e straordinario passando dall’età romana all’Ottocento.

Da oggi questa offerta culturale è anche conveniente. Grazie alla collaborazione tra Fondazione Brescia Musei e Associazione Amici di Palazzo Martinengo, è stata infatti attivata una convenzione con la quale il visitatore può usufruire di un ingresso ridotto al Museo di Santa Giulia o a alle mostre ivi allestite o al Parco archeologico presentando il biglietto d’ingresso della mostra Lo splendore di Venezia di Palazzo Martinengo. Viceversa, avrà diritto ad usifuruire del biglietto ridotto a quest’ultima presentando il biglietto di una delle sedi museali civiche.

Un motivo in più per non perdere al Museo di Santa Giulia la straordinaria mostra dedicata agli anni russi di Marc Chagall, dove ammirare una selezione fra le opere più significative di Chagall realizzate negli anni della formazione (1907-1924) antecedenti al trasferimento definitivo a Parigi; per compiere un viaggio senza precedenti a Brixia, percorrendo, attraverso eccezionali reperti, il mutamento di cultura provocato dall’incontro tra Romani e genti indigene a nord del Po che avvenne fra il tra il III e la metà del I secolo a.C..; per ammirare a Palazzo Martinengo l’importante mostra sul vedutismo veneziano del ‘700 e ‘800, ricca di capolavori provenienti da collezioni pubbliche e private italiane ed estere, che vuole celebrare la città italiana che più di ogni altra è stata, ed è ancora oggi, un mito intramontabile nell’immaginario collettivo, Venezia.

Informazioni

www.bresciamusei.com

amicimartinengo.it

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI