Investita da un’auto pirata in viale Europa, l’appello delle compagne su Facebook

0

E’ stata investita il 2 febbraio intorno alle 18,45 in viale Europa, mentre usciva dall’allenamento di nuoto sincronizzato. L’auto che l’ha investita però, dopo averla travolta in pieno, ha tirato dritto. Sulla Facebook, la “Russian Synchro School Brescia” ha lanciato un appello per individuare la persona che, senza preoccuparsi ha travolto e abbandonato Laura sull’asfalto. “Aiutateci, un auto pirata martedì 2 febbraio ha investito la nostra Laura – e raccontano – Zona Mompiano: Attraversava Viale Europa all’angolo di Via Boccacci alle 18:45 circa. L’auto dopo l’accaduto ha continuato a proseguire verso l’ospedale civile di Brescia”.

Poi l’appello alla cittadinanza: “Se qualcuno avesse telecamere in quella zona oppure ha visto qualcosa vi preghiamo di segnalarlo alle autorità – continuano le compagne – E’ successo tutto molto velocemente, la ragazza è riuscita a vedere solo che ad investirla è stata un auto di piccola media dimensione di colore grigio con a bordo forse un uomo. Laura aveva appena finito allenamento e aveva un grande zaino rosso/nero e bianco sulle spalle. Sicuramente qualcuno ha visto, vi chiediamo solo il vostro prezioso aiuto”.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Come facilmente prevedibile, i casi di pirateria stradale si moltiplicano. Ovviamente non possiamo saperlo, ma non è fuori luogo immaginare che l’investitore sia fuggito per paura delle pesantissime conseguenze garantite dalle nuove norme sugli incidenti, come quelle sull’omicidio stradale o sulle pene per chi è oltre i limiti di tasso alcolemico. Un incidente può accadere, apposta si pagano le salatissime assicurazioni, ma se comportarsi civilmente e, quindi, fermarsi e prestare soccorso ti rovina la vita, logico che qualcuno scelga di tentare di salvarsi, per quanto sbagliato e non giustificabile sia.

LEAVE A REPLY