Farmaco salvavita per uomo senza testicoli, Regione: l’Aifa riveda la sua decisione

0
Bsnews whatsapp

In riferimento alla polemica sollevata dall’Associazione Medici Endocrinologi Lombardia circa il caso di un giovane che non riceverebbe dalla Regione Lombardia il rimborso per un farmaco salvavita conseguente all’asportazione dei testicoli per un tumore, il Pirelline hga voluto precisare che “il farmaco in questione è classificato da AIFA in classe C e, quindi, a carico del cittadino con prescrizione specialistica”.

Inoltre, sottolinea che “le Regioni possono valutare di procedere comunque al rimborso con fondi propri, trattandosi di prestazioni non comprese nei LEA. Regione Lombardia, per esempio, garantisce l’erogazione di prestazioni di adroterapia o di radioterapie con tecnologie innovative con queste modalità – e continua – All’Associazione è stato consigliato di fare richiesta ad AIFA per chiedere di rivalutare le motivazioni di tale classificazione. Regione Lombardia auspica che AIFA possa rivedere la propria decisione, anche alla luce della revisione dei LEA che il Governo intende proporre”.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. Stavolta Rolfi tace. Con gli ingenti stipendi che si beccano dai contribuenti potrebbero tranquillamente pagargliele lui e Maroni le terapie. O no?

  2. Speriamo che sia il Ministero della salute a prevedere una sanità uguale per tutti in tutta Italia con ticket uguali in tutte le Regioni e non a macchia di Leopardo. In Emilia-Romagna e Toscana si pagano i ticket in base al reddito o all’ISEE e in altre no. Ma dov’è finita l’uguaglianza dei cittadini che nella sanità e salute dovrebbe essere garantita al 100%

RISPONDI