Sesso con minori a pagamento, indagato anche un noto presentatore hot

5

C’è anche il presentatore di nte trasmissioni televisive hot sulle reti lombarde nel registro degli indagati sull’inchiesta della Procura di Brescia su prostituzione minorile. L’uomo però al momento si trova in Brasile per il carnevale ma, attraverso il suo legale fa sapere al Giornale di Brescia che “è a conoscenza dell’inchiesta che lo riguarda e la sua volontà è quella di tornare in Italia e chiarire la sua posizione – per poi chiarire -. Non è scappato, è all’estero da prima che venisse notificata l’ordinanza”.

Stando a quello che avrebbero raccontato i ragazzini che si prostituivano per denaro, il presentatore era “il gay famoso che paga bene» o “l’acceso tifoso dell’Inter”. Secondo l’inchiesta, infatti il presentatore pagava per ogni prestazione 50 euro e ad un ragazzino avrebbe regalato anche un telefono per poter scambiare messaggi erotici. Nel fascicolo contro il presentatore si apprende inoltre che l’uomo “era solito invitare due ragazzi alla volta e consumare rapporti sessuali nella sua abitazione dopo aver offerto il pranzo e aver condotto le persone offese presso il centro commerciale Orio al Serio per fare acquisti”.

Comments

comments

5 COMMENTS

  1. Visto che non ci dobbiamo piu’ scandalizzare di nulla, nemmeno della reversibilità che intendono dare alle unioni civili non supportate da un matrimonio e senza sapere come viene poi normata la separazione nelle unioni gay, l’unica domanda che ci possiamo fare è costituzionale la reversibilità derlla pensione nelle unioni civili oppure è un privilegio che queste unioni le mette su un gradino superiore? Allo stesso modo c’è da chiedersi se è costituzionale la legge sulla prostituzione minorile visto che esiste una libertà e una età data ad ogni persona di decidere sul proprio corpo che in diritto viene chiamata età del consenso che in Italia è bassissima a 14 anni? Domanda: In uno Stato fondato sulla libertà in cui si dichiara che l’età del consenso sul proprio corpo è di 14 anni, è costituzionale poi che lo Stesso Stato impedisca di disporre di questo consenso sul proprio corpo creando un reato di prostituzione minorile? Non sono incompatibili le due cose?

  2. Visto che si sta cambiando la Costituzione, sarebbe quanto mai necessario si introducesse come in Germania, Austria e Spagna la possibilità del ricorso diretto dei cittadini alla Corte Costituzionale a noi precluso, o ancor meglio introdurre come in Francia il loro art. 61 che prevede che tante leggi prima della loro emanazione vengano verificate se sono costituzionali da un Consiglio Costituzionale, inserendo però l’obbligo per la Corte Costituzionale di osservare fedelmente la Costituzione e non di esercitare il potere discrezionale! Forse reversibilità della pensione alle unioni civili, prostituzione minorile, e tutte le altre leggi della cui costituzionalità non vi è certezza non rovinerebbero l’esistenza a tante persone o no?

LEAVE A REPLY