Gli antagonisti entrano nella villetta degli orrori per dare casa ad una famiglia straniera

0

Nella villetta degli orrori di via Ugolini, dove nel 2005 Guglielmo Gatti uccise e fece a pezzi gli zii, Aldo Donegani e la moglie, torna a vivere una famiglia composta da padre, madre e tre figli che diversamente da lunedì sarebbe in mezzo ad una strada.

La casa è disabitata dall’agosto del 2005 ed è stata incamerata dal Demanio dopo la condanna all’ergastolo di Gatti. L’associazione Diritti per tutti, il Magazzino 47 e il Collettivo gardesano autonomo però hanno trovato nuovi inquilini: Opoku, sua moglie e i loro tre figli, già nella graduatoria Aler per l’assegnazione di un’abitazione ma di fatto fuori casa (dopo una settimana di albergo ospiti della Loggia) a causa della mancanza di alloggi disponibili.

“Ora quella villetta che fu teatro di morte tornerà ad essere luogo di vita di una famiglia, con la semplice felicità dei bambini, con la speranza e l’aspirazione ad un miglioramento della propria condizione – spiegano gli antagonisti -.Questa situazione ripropone urgentemente la necessità di alloggi a canone sociale per le vittime della crisi e di centri per l’emergenza abitativa, oltre che l’insufficienza delle politiche di contenimento degli sfratti messe in atto dall’amministrazione comunale. Per questo chiediamo la moratoria dell’esecuzione degli sfratti in assenza di passaggio da casa a casa e la messa a disposizione temporanea degli appartamenti della Torre Tintoretto per le famiglie in attesa di assegnazione Aler”

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Con quale diritto questi personaggi si permettono di fare queste cose? Chi sono loro per decidere chi, quando, come è dove? Perchè non sono stati arrestati tutti? La violazione di domicilio non è più un reato? E non solo la violazione di domicilio!!!!! Voglio vedere se anch’io anzichè vivere in un appartamentino, mi metto ad occupare una bella villetta disabitata. Qualcuno mi spiega perchè loro possono fare questo senza essere immediatamente arrestati….ed obbligati a ripristinare quanto divelto?

  2. Guardate che la mentalità comunista prevede questo: occupare e prendere quello che mi serve. E’ successo dopo la prima guerra mondiale, con conseguente reazione e salita del fascismo, stava per succedere anche nel 1948 (e in alcuni casi è successo) con conseguente salita al potere della dc. La mentalità è sempre quella: prendere quello degli altri…

  3. M che problemi ci sono? La casa era disabitata da dieci anni ( direi pure che impossibile la,vendita ) nessuno rivendica l eredità . Le aste sono a vuoto e una casa se disabitata cade e peggio ancora arrivo animali tipo topi etc . La famiglia se ne prenderà cura e in più diamo un tetto ai dei bambini. Ma che volete di più ?!?! Pensate voi a fare un po,di solidarietà , ci sarà un giorni che anche voi avrete bisogno di una mano . Siate meno crudeli e più aperti con chi ne ha bisogno.

  4. ha ragione diritto , esisterà pure qualcuno che può dare risposte a queste domande! Come al solito nessuno si degna di rispondere e si mette a fare qualcosa contro loro . io avrei lo spirito e la forza di farlo , ma come sempre mi troverei solo contro tutti loro…

  5. Se una casa è disabitata da più di dieci anni e nessuna la richiese si in forma giuridica o economica è giusto che venga assegnata a chi ne ne ha bisogno. A livello burocratico sarebbe eterno. Questa azione va presa come provocazione e riflessione.
    Tanto non l avrebbe mai presa nessuno un teatro di una strage.

  6. Ken, puoi scrivere dove abiti? Vengo a vedere se nel tuo garage hai una bicicletta, poi decido io se la stai usando o meno e me la prendo “perchè mi serve”. Possiamo fare così?

  7. Ken, per caso hai anche la casa al mare o in montagna? Perché il medico mi ha detto che ho bisogno di respirare aria buona, quindi siccome tu al mare o in montagna ci vai al massimo per un mese all’anno, negli altri undici mesi nella tua casa potrei trasferirmici io. Tanto tu non la usi, io invece ne ho bisogno e non posso permettermela…

  8. poveretti loro: NON SANNO QUELLO CHE FANN! entrare ed occupare una casa dove c’è stato un omicidio così brutale con due persone fatte a pezzi e messe (mi sembra) nel freezer da un pazzo maniaco – significa dover convivere con i FANTASMI DELLE ANIME di quei due poveri uccisi! forse non ci credete? se io fossi gli occupanti avrei molta paura di presenze alquanto strane!

  9. Scusa, siccome io credo nel tuo “ideale” (chi ha bisogno di qualcosa se la prende, decidendo come e dove a proprio piacimento), la mia macchina ha percorso ormai 250.000 km e non posso permettermi di cambiarla. Siccome mi servirebbe un mezzo per andare nella casa in montagna di ken, mi dici dove abiti perché vorrei usare la tua? Non vorrai che debba prendere la corriera…

  10. Lo schifo è vedere anche le immagini (che classe anche quelli di teletutto se è questa la linea editoriale…) di un tizio qualunque aprire cassetti toccare ciò che era rimasto lì immobile per anni senza il minimo rispetto per ciò che è successo a chi viveva lì a chi aveva vissuto quegli oggetti tutto in nome di cosa e di chi….qst si è la Brescia che non vorrei….

  11. Ma sai leggere ? Ho scritto che nel caso in cui una casa disabitata da almeno dieci anni e che non è rivendicata da nessuno ne in forma giuridica ( eredità o altro ) ne in caso economico ( vendita P altro ) secondo me è giusto che venga assegnata a qualcuno che ne ha bisogno. Altrimenti la casa di rovina con il passare del,tempo. .
    Non mi sembra assurdo come ragionamento. La casa della strage è un esempio. Che c entra la bici o la casa al mare usata poco. .spero che tu capisca perché è scritto in italiano , se vuoi lo traduco inglese

  12. Un bene appartenente a tutti lasciato anni ed anni a marcire per l’incapacità di chi avrebbe dovuto gestirlo è tornato ad avere un’utilità. Bene così e lasciamo pure berciare i soliti destrorsi legalitari e forcaioli con quasi tutto ciò che non riguarda fisco per i ricchi e la gestione allegra dei soldi pubblici quando posano le natiche su una poltrona; non che l’ex sinistra in questo sia meglio…

  13. Se vuoi ti traduco qualcosa io: la casa “non è di nessuno”. E’ di proprietà demaniale (cioè di me, te, tuo cugino, mia sorella). I signori in fotografia decidono cosa prendere, dove e quando vogliono loro. Spiegami tu, che sai tutto: vedo nelle fotografie sul GdB che i lampadari interni alla casa sono accesi. A chi è intestata l’utenza? I signori occupanti hanno già attivato le utenze o usano quelle altrui a sbafo? Che differenza c’è tra usare a proprio piacimento le cose altrui e venire a casa tua a prendere la tua bicicletta “che mi serve”? Ah, no un attimo: “io la bicilcetta ce l’ho davvero”…

  14. La cosa divertente è che io non sono per nulla un “destrorso legalitario”. E’ che lo diventi subito anche tu se parlo della tua bicicletta. Fenomeno…

  15. che bravi che sono i bamba qui che scrivono… perché non è un bene di loro proprietà. Tutti gay con il cul@ degli altri ehhh

  16. Caro Ken, te lo scrivo in italiano sperando che tu lo capisca! Chi sei tu per essere così arrogante per dire: “È GIUSTO CHE VENGA ASSEGNATA A QUALCUNO CHE NE HA BISOGNO” chi sei tu per essere così arrogante e parlare di forma giuridica “secondo te” sei tu che “fai le leggi” in Italia? Chi sei tu per essere ancora più arrogante da saper decidere CHI ha bisogno e chi no? Chi sei tu per DECIDERE I BISOGNI DEGLI ALTRI? Questa casa NON è di nessuno!!!! Chi sei tu per dire che nessuno l’avrebbe comprata? Con i se e con i ma !!!!! DOVE SONO LE ISTITUZIONI PERCHÉ NOI CITTADINI NON ABBIAMO DIRITTO A PROTESTARE QUESTI SOPRUSI ILLEGALI? Buttate fuori tutti da quella casa, stanno gettando cose che non sono di loro proprietà, com’è possibile che A2A gli dia acqua corrente e gas???? Che indignazione

  17. “Ladri nel bar dell’uxoricida suicidatosi in A4”. Aspetto che qualcuno venga a dire che hanno fatto bene: certamente “avevano bisogno”, inoltre il bar non era più “di nessuno”, “nessuno mai l’avrebbe comprato” eccetera. Guardatevi il video sul GdB: è di una tristezza incredibile. Gente che rovista in casa non sua e mette cose nei sacchi della spazzatura. Gente al telefono o con il sigaro in bocca: quelli “che hanno bisogno”, no?

  18. A me piaceebbe che qualcuno facesse una sorta di petizione per chiedere a Del Bono, a Fenaroli, a Galletti, a Rebecchi, a Fondra, ai sindacalisti della CGIL e a compagni vari che cosa faranno adesso? Chiederanno lo sgombero con l’ uso della Polizia o come sempre hanno paura di questi Antagonisti o faranno come sempre finta di NIENTE? Il Sindaco di desenzano dovrebbe insegnare qualcosa ai nostri amministratori sempre pronti a difendere i loro Kompagni!

  19. Qualcuno la doveva tirare in ballo la sindaca di Desenzano. Cosa vuole che insegni? A lasciar andare in malora un edificio piuttosto che lasciarlo utilizzare?

  20. Il fatto è che io la mia bici la uso e se serve ad un mio vicino la presto, non la lascio a fare la ruggine per mesi appoggiata a un palo. Se non la usassi, la regalerei a chi ne ha bisogno (è troppo sgiandata per venderla), come ho già fatto con alcune altre bici. Genio!

  21. certo che se è una famiglia di stranieri è chiaro che farà parte della maggioranza di iscritti alla CIGIL quindi avrà già tutti i DIRITTI acquisiti, compreso quello di occupare una casa ABUSIVAMENTE — che schifooooooooo

  22. ovviamente decidere chi è che ne ha bisogno spetta agli slandrù, giusto? quelli che occupano la proprietà privata e che non pagano per quello che rompono/rubano/detur pano? i soliti figli di p… papà radical chic?

  23. Forse non hai capito: non sei tu a dover decidere se le tue cose le stai usando tanto o poco, bene o male. C’è qualcun altro che lo decide per te, indipendentemente da quello che pensi o vuoi tu. Quindi, dimmi dove abiti e vengo a vedere cosa c’è nel tuo garage e decido io. Se permetti guardo anche cosa hai nei cassetti e prendo quello “di cui ho bisogno” e che, decido io, tu “non usi”. Ma con l’impunità, naturalmente: non vale chiamare la polizia se ti prendo la bici di cui (ti dico io) “ho bisogno”.

  24. Quindi, se anzichè venire io nel tuo garage a prendere la tua bicicletta (o quello di cui decido io di “avre bisogno” stabilendo io se tu lo usi tanto o poco, bene o male), ti mando un mio amico “non italiano” tu “saresti qua con altri toni”? Dimmi dove abiti che te lo mando subito.

  25. Bravo. I tuoi hanno la casa al lago? Mi dai nome e indirizzo? Smetto di pagare il mutuo, mi trasferisco e le bollette me le pagano i tuoi. Che ne dici, parolaio?

  26. Inutile girarci intorno facendo finta di non capire e tirando fuori le cretinate della bicicletta o della roba nei cassetti tanto per polemizzare a vanvera; nessuno ha “deciso” se e quanto quella casa fosse usata: non lo era e basta, stava lì vuota da 10 anni e così sarebbe rimasta per chissà quanto tempo. Ora almeno serve a qualcosa, quindi hanno fatto benissimo.

  27. Secondo me hanno fatto bene . Tanto la casa era abbandonata e c erano pure i topi . Abito li vicino. E basta con questo,razzismo vi da solo fastidio che l hanno data a persone di colore . La casa era al asta e non l hanno comprata , non ha nessun erede e nessuno l ha fatto un offerta nemmeno x l affitto .

  28. La bicicletta non è per nulla una “cretinata”, ma è un esempio concreto. Al quale nessuno sa obiettare nulla di sensato. Cosa vuol dire “nessuno ha deciso”? L’azione è stata pianificata e “qualcuno” ha deciso eccome di andare proprio in quella casa. Per dei motivi che ritiene – unilateralmente e solo a proprio modo di vedere – sufficienti a giustificarne l’uso. Se tu decidi che sia giusto entrare in una casa NON TUA e disporre come credi delle cose che ci stanno dentro, allora dovresti accettare che qualcuno possa venire a casa tua a disporre come crede delle cose che ci stanno dentro INDIPENDENTEMENTE DA QUELLO CHE PENSI TU. E non provarci con la buffonata del “razzismo”, che qui non c’entra nulla. Anche io sono contrario al razzismo, ma per me in casa non propria non ci deve entrare nessuno: bianco, nero, rosso o giallo che sia. Il “razzismo” NON C’ENTRA! Piuttosto, tu che abiti “lì vicino”: a chi sono intestate le utenze che adesso chi è entrato in quella casa sta utilizzando?

  29. Certo che fai proprio fatica a comprendere: la bici, se la uso, vuol dire che mi serve e quindi te la presto solo se è possibile, mentre se non la uso te la regalo tranquillamente e lo stesso vale anche per altre cose. Quella casa era lì per nulla e senza alcuna prospettiva di utilizzo, destinata semplicemente alla rovina. Capisci la differenza? Ovvio che quella casa è stata scelta e che l’azione è stata pianificata; proprio perché nessuno si sogna di occupare una casa abitata da delle persone (lo fanno i mafiosi, in alcune città, ma è tutto un altro discorso).

  30. MA SE LA LEGGE E’ UGUALE PER TUTTI? PERCHE ‘ QUESTI NON SONO IN GALERA?
    HANNO ESEGUITO SVARIATI REATI CON QUESTA OPERAZIONE?
    PERCHE’ LE AUTORITA’ NON INTERVENGONO?

  31. Sei tu che non capisci. A me di come TU usi o non usi la TUA bici non interessa niente. Se ti serve o non ti serve non mi interessa niente. Non me la devi prestare: te la vengo a prendere come e quando decido io, perchè IO lo trovo giusto. Non mi interessa niente di quello che pensi tu. QUESTO E’ STATO FATTO. Ti andrebbe bene che io facessi così per qualcosa di tuo? Capisci la differenza?

  32. C\’era una volta uno che faceva il duro. Con le sue azioni si accreditava sempre di più presso un certo pubblico che all\’occorrenza cercava la sua protezione, anzi,cioè, si rivolgeva a lui per risolvere, gordianamente,(non trovo altro termine, al momento)qualsiasi problemi. Naturalmente, il duro, considerato un piccolo padre dai bisognosi, al momento opportuno, come un piccolo padre, indicava agli affiliati(nel senso che non erano figli carnali) la via da seguire, per esempio nella cabina elettorale, o in circostanze nebulose. Malpensanti, non confondete il piccolo padre col padrino! Era solo un sostituto dello Stato in vacanza.

  33. C\\\’era una volta uno che faceva il duro. Con le sue azioni si accreditava sempre di più presso un certo pubblico che all\\\’occorrenza cercava la sua protezione, anzi,cioè, si rivolgeva a lui per risolvere, gordianamente,(non trovo altro termine, al momento)qualsiasi problema. Naturalmente, il duro, considerato un piccolo padre dai bisognosi, al momento opportuno, come un piccolo padre, indicava agli affiliati(nel senso che non erano figli carnali) la via da seguire, per esempio nella cabina elettorale, o in circostanze nebulose. Malpensanti, non confondete il piccolo padre col padrino! Era solo un sostituto dello Stato in vacanza.

  34. poni una domanda giusta. Ma la risposta l’hai sotto gli occhi. Viviamo in una dittatura, dove la magistratura, UNICO CASO AL MONDO è super politicizzata a sinistra. Basta vedere quanti magistrati a Brescia sono iscritti e votano per magistratura democratica. Ovvero riconoscersi in un progetto che nulla ha che vedere con la legalità ma con un partito. Nemmeno il fascismo ci è riuscito, solo i nazisti avevano la magistratura ai loro ordini. Ora puoi capire perché i magazzinieri nullafacenti vivono alle nostre spalle senza problemi. Grazie magistratura, grazie di cuore!

  35. 1) se ho una bici in garage e da dieci anni che non la uso la ,regalo e se me la rubano alla fine è la cosa migliore perché tento non mi serviva e almeno ora forse verrà utilizzata ( tento x rispondere al,tuo esempio stupido )
    2) la casa era disabitata , invenduta e non richiesta da nessun erede quindi libera totalmente
    3) c è dentro una famiglia con tre bambini ( non è entrato un ricco uomo che vende diamanti )
    4) è stato teatro di un horror omicida e adesso da speranza e vita ad una famiglia cosa c è di più bello
    5) la magistratura definirla di sx solo,perché condanna uomini di destra x la maggioranza è da regime

  36. Questi per canone sociale intendono gratis e fino alla fine dei propri comodi.
    Si può essere generosi con qualcuno qualche volta, sempre e con tutti non è possibile: diversamente lo si può fare utilizzando i fondi altrui…questo è lo standard dei tipi in oggetto.

  37. Per le utenze (si vede la luce accesa nel video) è chiaro che sono abusive….volete scommettere che la Polizia impedirà di procedere allo slaccio per motivi di ordine pubblico?

  38. Lasciamo fare e tra un po’ basterà assentarsi di casa qualche giorno per trovarsi la casa occupata da immigrati, come già avviene nelle case ALER di Milano. Non hanno casa, tornino da dove sono venuti.

  39. E in base a quale legge dovrebbero farlo? Allora tanto vale abolire la proprietà privata e ridurci tutti in miseria come è avvenuto nei paesi comunisti.

  40. Giusto occupare edifici che sono allo sbando e non hanno nessuna rivendicazione legale o di diritto
    poi tutti quelli che fanno i prepotenti in internet perché non lo fanno anche dal vivo ?
    Se avete delle,divergenze andare nella casa occupata e ditelo ( con educazione )

  41. Rispondo a “casa”, ore 12.17. A me l’occupazione abusiva non va bene; sono uno che paga regolarmente le tasse e che quindi fa la propria parte per finanziare le case di edilizia sociale, che vengono appositamente costruite per dare risposta alle persone bisognose. Perchè dovrei ospitare qualcuno a casa mia? Il mio contributo lo sto già dando. Tu invece che sei d’accordo con le occupazioni abusive: mi dici dove abiti? Così mando qualche bisognoso a casa tua a servirsi di quello di cui ha bisogno, a suo piacimento e senza chiedere a te se sei d’accordo. Sei disponibile?

  42. Rispondo a Alex, ore 17.34. L’edificio era talmente “allo sbando” che i parenti della signora uccisa, viste in TV le immagini di gente che frugava in casa della loro congiunta morta, sono andati alla casa per cercare di recuperare gli oggetti della signora. Ti sembra una cosa ragionevole che possano succedere cose così? Ti sembra che chi ha svuotato i cassetti contenenti cose non loro per riempire dei sacchi della spazzatura abbia fatto una cosa “educata”?

  43. A parte che prima di occupare le case degli altri faresti meglio ad andare a scuola , perché non sai scrivere in italiano ,ASINO!!
    Secondo te uno a cui viene rubata una casa deve andare e cercare di discutere educatamente con chi la sta occupando???. Ma ti rendi conto di che assurdità scrivi???
    Vorrei mandare un orda di bestie ( come voi siete) ad occupare una tua proprietà per poi star lì a guardare la tua educata reazione ….. DEMENTE
    AH GIÀ , dimenticavo, voi occupate la casa degli altri , non la vostra …. La casa di quei bastardi che invece di farsi i cannoni o perdere tempo come voi magazzidioti si spacca la schiena per pagare un mutuo o X realizzare un qualcosa x se e x la propria famiglia
    VERGOGNA

LEAVE A REPLY