Brescia sconfitto di misura a Modena: ora sono cinque le partite senza vittoria

0

Continua la serie negativa del Brescia, che contro Modena incassa una brutta sconfitta per 1-0, allontanandosi ancora dalla parte alta dalla classifica. Le rondinelle non vincono ormai da cinque turni (quattro sconfitte e un pari).

Nel primo tempo Brescia parte all’attacco: al 4′ punge con Mazzitelli (Manfredini devia in angolo). Sbito dopo scatta l’arrembaggio emiliano. Al 21′ Minelli esce male e per poco non ci scappa il pasticcio. Ma al 26′ il numero 1 bresciano è bravo a parare prima il tiro di Granoche e, due minuti dopo, la conclusione di Nardini. Al 37′, ancora, Minelli si supera su un colpo sotto misura di Granoche, mentre al 44′ è l’attaccante emiliano a sciupare una buona palla goal su calcio d’angolo.

Nella ripresa il Brescia ci prova con Gejo, al 18′, ma Marzorati devia la palla sopra la traversa. Quindi, ancora, al 21′ Manfredini sbaglia un intervento e Rosso prova a insaccare, ma il portiere salva il risultato. Due minuti dopo il Brescia finisce sotto, con un’autogol di calabresi che devia nella propria porta il cross di Nardini. Le rondinelle provano a pareggiare al 42′, ma il tiro di Rosso, dopo una bella azione Geijo-Caracciolo, si ferma sul palo. Il finale è teso, al 44′ viene anche espulso Boscaglia per proteste. E il pari non arriva più.

MODENA-BRESCIA: 1-0

MODENA (4-3-3): Manfredini, Gozzi, Bertoncini (46′ st Calapai, 15′ st Camara), Marzorati, Rubin; Belingheri, Giorico, Crecco; Nardini, Granoche (40′ st Osuji), Luppi. All: Crespo.

BRESCIA (4-2-3-1): Minelli; Camilleri (33′ st Salifu), Calabresi, Antonio Caracciolo, Coly; Mazzitelli, Martinelli (38′ st And. Caracciolo); Kupisz, Morosini (33′ st Embalo), Rosso; Geijo. All: Boscaglia.

ARBITRO Illuzzi di Molfetta.

RETI st 24′ Calabresi (autorete)

NOTE Espulso Boscaglia al 44′ st per proteste.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Vedendo non questa, ma altre delle ultime cinque partite, ho avuto davvero la sensazione che il Brescia vivacchi con il freno a mano tirato per gran parte dell’incontro. Salvo poi, per non dare troppo nell’occhio, tirare fuori improvvisamente e stranemente un po’ di quel bel gioco passato fatto di preessing a tutto campo e verticalizzazioni rapide. Un po’ c’è davvero la sensazione che non si voglia arivare troppo in alto, evidentemente per decisioni o problemi societari.

  2. …L’inadeguatezza totale della dirigenza dei piccoli manager romani inizia a farsi sentire. Troppo facile fare una squadretta con tutti prestiti pagati da altre societa’. Sicuramente sara’ risucchiata in zona play-out. La fortunella dei rigorinn regalati ed espulsuioni evversarie ingiuste e’ esaurita. Ora sono cazzi amari. Sta’ bene a questa dirigenza nulla che di calcio non ne capisce assolutamente nulla , sono bravi solo a mostrarsi fighetti con vestitini firmati , lampadati dalla testa ai piedi….. W Corioni che ci ha portato Baggio,Guardiola,Luc escu.Mazzone,Petruzz i,Raducioiu,Calori,B isoli ed altri 100 ancora…

  3. Spero di sbagliarmi, ma mi sembra di rivedere il Brescia di Beppe Scienza di tre campionati fa, bene all’inizio un disastro dopo. Occorre invertire subito la tendenza, altrimenti è meglio cambiare l’allenatore.

LEAVE A REPLY