Camusso all’Iveco: no contratti di serie B, preoccupata per le pensioni

0

Il segretario della Cgil Susanna Camusso ha fatto visita in mattinata alla sede della Iveco di Brescia. In giornata incontrerà anche la donna indiana di Dello bruciata dal marito.

La tappa nello stabilimento bresciano è stata l’occasione per parlare della carta dei diritti Universali del Lavoro. La Camusso si è opposta senza mezze misure ai diversi contratti per persone che svolgono lo stesso incarico. Sulle pensioni non ha nascosto preoccupazione per le difficoltà di accessibilità dei lavoratori nonostante l’età avanzata.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Alla partite iva come me non ci pensa nessuno. Poi se vado di culo e lascio a casa i miei ragazzi che sono come una famiglia si piange tutti.

  2. …CGIL e FIOM sono la rovina degli operai , ogni anno ci aumentano il costo della tessere e non fanno niente per noi , fanno solo danni…

  3. …CGIL e FIOM sono la rovina degli operai , ogni anno ci aumentano il costo della tessere e non fanno niente per noi , fanno solo danni…

  4. camusso , ma quanto ti pendi di stipendio al mese ? sei come i politici , ti becchi stipendi a 5 cifre , non fai nulla , e rimani attaccata alla cadrega…

  5. Quando scrivi ci aumentano perché non fai la disdetta della tessera ? semplice…. Tu non sei iscritto e stai scrivendo bugie solo per creare tensione. Sono due anni che si è abbassato una delle due che hai segnalato. ( tu di quale fai parte ? ) . Sai che sei da querela ? Lo sai che scrivere falsità in siti pubblici è punibile dalla legge ? Perché fai finta di essere uni scritto se nin lo sei ? Senza parole

  6. Invito al rispetto: si sta parlando dell’attuale Segretario Generale. Un’intera vita passata sin da giovanissima nella Flm, nella Fiom e nella CGIL. Tra breve, approderà anche lei ad un meritato riposo magari snza preoccupazioni per il futuro da pensionata ? Stando alla statistica, degli ultimi cinque Segretari Generali storici si segnala qualcosa che li accomuna: il passaggio in politica al termine del mandato sindacale. Lama: parlamentare PCI-PDS, Pizzinato senatore PCI-PDS-DS, Trentin europarlamentare DS, Cofferati Sindaco di Bologna ed europarlamentare PD, Epifani attuale parlameetare PD e persino Segretario dello stesso partito prima di Renzi. Insomma, dalla guida del sindacato CGIL alla politica al massimo livello il passo è sempre breve.

  7. Sono morti lavoratori per arrivare alla condizioni che oggi abbiamo ! Ringraziamo i sindacati chi siano rossi verdi o neri l importante che il lavoratore sia tutelato. Abbiate rispetto almeno
    Vergogna camufi

  8. Mi sa che camufi è il tipo strano che scrive contro io Corano, contro lo stadio , sempre a favore della lega vs gli immigrati .
    Fa finta di vivere a Collio vs gli immigrati , poi aBrescia Vs i rifiuti , poi in zona stadio contro i tifosi
    Adesso è un operaio iscritto contro i sindacati. Non sta bene dovrebbero bloccare io suo IP

  9. E lavorare su chi è senza tutele e non può fare la tessera? Cioè disoccupati, gente che lavora nelle piccole aziende, tutta gente che ha assolutamente bisogno di tutele, invece di continuare a tutelare chi le tutele le ha già? Ricordatevi che chi è sempre al palo non potrà mai vantare nessun diritto, mentre chi è dentro nelle grandi strutture i diritti li ha già… Certo tutelare gli invisibili, costa fatica, non dà entrate in termini di tessere, bisogna impegnarsi a fondo e gratis, quindi la risposta è già implicita nel do ut des…

  10. I lavoratori si organizzano? Che stai dicendo? Se ci sono le condizioni e lo possono fare sì (vedi le grandi aziende ormai poche e il pubblico), se sono piccole no. E quindi il discorso è sempre una questione di forza e di potere contrattuale: se hai la fortuna di lavorare all’Iveco o in altre grandi aziende ci pensa a tutto il sindacato, se non ce l’hai ti attacchi e sei in balia del tuo datore di lavoro, se hai la partita Iva sei in balia del vento e degli eventi. Così ha sempre funzionato in Italia e funzionato male, con le conseguenze che vediamo quotidianamente. Quindi già ci sono lavoratori di serie A e di serie B…

  11. I sindacati, oggi, non rapparesentano la generalità dei lavoratori. Ne rappresentano da decenni e per scelta una parte sempre più piccola. Ecco perchè i lavoratori non rispondono più come una volta. Il processo di modernizzazione che dovrebbero fare non lo faranno mai perchè nessuna istituzione si autoriforma. Lo fa solo se annusa il pericolo di scomparire, ma scomparire nelle cariche alte.

  12. …dovrebbero bloccare il suo IP , sicuramente e’ un militante dei centri sociali , uno di
    quelli che ama la confusione anarchica , Oddio che orrore questi personaggi

  13. Magari ha detto una panzana sulla tessera, ok. Però la sostanza non cambia. I sindacati sono stati preziosi decenni fa, ora sono una lobby fuori dal tempo che non tutela più chi ha veramente bisogno di garanzie o fa la voce grossa in difesa di ideologie stantie. Cosa fanno per i giovani? E per le partite iva? Cosa fanno per i cinquantenni disoccupati e per gli esodati?

  14. Mi sono rivolto in 2 occasioni alla cgil… Fanno la voce grossa in piazza, poi negli uffici il consiglio è sempre da coniglietti: è un momento storico così, sappiamo che non è giusto, tenga il poco che ha, niente vie legali… Evvai!!!!

  15. Concordo con te che i sindacati devono stare vicini alla gente e soprattutto ai lavoratori. Ma se non ci fossero ( come vuole una certa parte politica ) il mondo l del,lavoro,sarebbe veramente solomcomandatomdsl titolare. Se oggi ci sentiamo più tutelati lomdobbiamo ai sindacati. . Poi come ci sono lavoratori che non sono degni di essere ” aiutati ” ci sono anche dei sindacalisti che nin sanno fare il loro lavoro. Sta al,lavoratore scegliere quello giusto. Anche perché nessuno obbliga ad e iscriversi.
    W il sindacato ( la parte sana ) w i lavoratori ( quelli che vogliono veramente lavorare. )

  16. Puoi spiegare il tuo caso ? Sei troppo generico. , posso darti una risposta perché il sindacato non ti ha aiutato. .altrimenti credo sia una bugia . Aspetto tue notizie
    Grazie

  17. Forse quello che intende tinto sia il fatto che ormai da tempo i sindacati si sono accontentati di sopravvivere o di vivere di rendita sulle lotte passate e quindi sulle generazioni che ormai sono in pensione (tant’è che i maggiori tesserati nella Cgil sono dello Spi, della Cisl sono della Fnp), continuando a tutelare, oggi si fa per dire, chi è già tutelato o chi tutele ne ha, anche perchè garantiscono la loro sopravvivenza tramite le tessere. Altro sarebbe se il sindacato fosse in prima fila con i lavoratori delle piccole aziende, delle cooperative, dei disoccupati, delle partite Iva. Prima di tutto dovrebbe cambiare mentalità e sappiamo che nessuna istituzione si autoriforma, occorrono scossoni dall’esterno o tagli profondi di finanziamenti, quindi per loro è impossibile. Poi dovrebbero fare lotta politica. Ma, anche qui andrebbero a cozzare con categorie troppo protette che loro continuano a difendere e che li mantengono e perciò non lo faranno mai. Perciò chi non è dentro questi calderoni del sistema sarà sempre più solo…

  18. Concordo con Considerazione. Quanto al mio caso sarò più specifico dicendo che mi è stato imposto il passaggio da dipendente a partita iva ricoprendo le medesime mansioni. Il sindacato si è limitato a un laconico: “Anche i pirati della strada sanno che rischiano la multa passando col rosso, ma se all’incrocio non ci sono i vigili o la fotocellula se la cavano. Lo stesso vale per la sua azienda. Si tenga stretta la proposta che le hanno fatto, sa, di questi tempi”

  19. Si può aggiornare il vostro software così possiamo inserire messaggi solo con registrazione almeno evitiamo commenti fasulli come questo sotto che scrive e si risponde da solo cambiando i nick ? Credo sia la cosa migliore x tutti i vosti lettori Grazie

  20. Guarda che io non ho dato la risposta di Tinto, sono un’altra persona, per piacere. Che poi i discorsi siano simili questo non vuol dire che abbia scritto sempre io con due nick diversi!

  21. ahahah preoccupata per le pensioni ?ma smettilaaaa , dillo alla tua collega del SPI CGIL che esulto’ quando la consulta ha boccio’ il referendum leghista.

LEAVE A REPLY