Rifugiato a casa mia. Famiglie bresciane pronte ad accogliere stranieri

0

“Siamo abituati a fare donazioni per progetti nel Sud del Mondo, ma visto che il Sud del mondo è tra noi abbiamo deciso d’accordo con la Caritas di accogliere cittadini stranieri all’interno di famiglie bresciane. Spesso è facile aiutare i poveri che vivono lontano da noi, ma in questo caso vogliamo supportare le famiglie che decidono di accogliere a casa persone che hanno bisogno d’aiuto”.

È quanto ha rivelato al Giornale di Brescia don Carlo Tartari, direttore dell’ufficio missionario della Diocesi, che in occasione della Quaresima missionaria 2016 ha inserito il progetto “Pro-tetto. Rifugiato a casa mia” tra i 6 piani d’azione in programma, seguendo quelle che sono state le indicazioni di Papa Francesco sull’argomento.

Il progetto verrà avviato ad aprile, con le famiglie disponibili all’accoglienza che stanno seguendo un iter formativo. “Esse – spiega don Tartari – non riceveranno aiuti dallo Stato, ma la Caritas le sosterrà.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Bene, bella cosa, però la Caritas faccia progetti seri anche per le famiglie bresciane in difficoltà. Qualche lacuna a riguardo l’ha mostrata negli anni adottando lo stile di Papa Palanca, altro che Papa Francesco

  2. Ce ne hanno messo del tempo pero’ finalmente cominciano a fare quello che dicono. Naturalmente il tutto a costo zero per la collettivita’ e senza rompere a quelli che non intendono ospitare. A proposito, negli ampi spazi della curia e nell’appartamento di monari quanti ne oapitate?

  3. che bello vedere i devoti bresciani, per secoli inginocchiati a baciar pile, fare gli alternativi da destra! Ora che gli tocca scrivere clero con la K e avere qualcuno che gli ricorda ogni giorno che il cristianesimo è amore e misericordia! Bei tempi quando vi dicevano la messa in latino e non capivate niente.

  4. Peccato che questo qualcuno e’ sempre una minima minoranza. E comunque liberi di fare basta che non rompano agli altri e facciano in silenzio, come dovrebbero fare tutti quelli che intendono aiutare il prossimo.

  5. Perche’ tu invece la capivi quella messa? E magari trovavi giusti anche tutti i divieti che ti e ci imponevano, tipo quello di ballare o di andare ai cinema non parrocchiali. Divieti che guardacaso oggi non valgono piu’. Chissa’ che anche il rubare col tempo diventera’ una pratica non vietata…

  6. Adesso che lo slogan ampiamente ripetuto…..tenetev eli a casa vostra…viene recepito ne aggiungono un altro a …..spese vostre…. e magari chi lo dice è un “evasore fiscale” che ha portato, come la Grecia, questo paese alla rovina!!!!! Recuperando tutti i soldi evasi negli ultimi anni sai quante opere di bene si potrebbero fare non solo con piccole briciole per i rifigiati, ma risollevare la miseria di intere famiglie e lavoratori italiani, ovviamente quelli che onestamente le tasse le pagano!!!

  7. “daccordo con la Caritas ” ahahaha e ti pareva…dove girano i milioni Caritas e Coop non mancano mai…come mai queste famiglie ” disinteressate ” non accolgono in casa un senzatetto bresciano …forse perche’ non portano dinero ?

  8. Di tutta questa vicenda forse resterà una cosa positiva,che finalmente alla destra interesseranno da ora in poi,le condizioni della povera gente,perchè,diciamo celo,finora a loro,dello stato sociale e del miglioramento del tenore di vita delle classi meno abbienti italiane,non gliene mai importato una bella cippa..ora invece tutta una preoccupazione per i poveri vecchi che frugano nella spazzatura e degli sfrattati..bene ricordatevelo anche quando tornerete a governare,naturalmen te spero mai.

  9. Quanti luoghi comuni nelle tue parole. E se invece chi lo dice ha sempre pagato fino all’ultimo tutte le tasse dello stato che ne penseresti, caro sinistro vecchia data? Avete l’opportunità di ospitarli, fatelo allora, non continuate a piangere sugli evasori che tanto anche i vostri governi hanno ampiamente dimostrato di non perseguire.

  10. Probabilmente questo vive su Marte, credendo che solo la sinistra si sia sempre occupata degli indigenti e dei più deboli italiani. Alla politica ha sempre e solo importato il potere e la sinistra in questo è sempre stata maestra. Adesso il potere e i soldi sono su questa gente e quindi i sinistri si dirigono dove c’è la pappa…

  11. Ed è appunto da Marte che qualche anno fà ho visto il leader marziano di una destra terrestre,anzi terraterra, che sosteneva,malgrado tutti gli indicatori macroeconomici dicessero il contrario,che per l’Italia non c’era nessun pericolo di recessione perchè lui,marzianocapo,ave va visto che i ristoranti eran sempre pieni.Questo sempre nel supremo interesse di tutelare il tenore di vita delle classi medie e basse degli italiani,che a quel tempo,del fanfaronemarziano si eran sciaguratamente fidati.

  12. Questo e l’intento, preventivo. Vedremo il consuntivo, con beneficiati, beneficianti, entrate ed uscite…

  13. Se i cattolici-comunisti accolgono gli stranieri, i razzisti dovrebbero accogliere gli italiani. Perché non lo fanno?

  14. sono davvero preoccupato delle tue condizioni. Ti sei formato alla scuola dei professori bambù comunisti e ti hanno reso il cervello inutilizzabile. Ma forse possiamo fare un ultima prova. La destra in italia se non lo hai studiato da sempre (dal fascismo in poi) si è connotata come destra sociale (vedasi i messaggi lanciati da Casa Pound ecc..). Quello che tu confondi con la destra sono i liberali, che seguendo altro filone ritengono che attraverso una libertà più spinta anche i più deboli possano emanciparsi dalle loro condizioni. Ti scrivo questo perché tu possa smettere di pensare cose storte perché così te le ha raccontato il professore incapace di sinistra. pensa e leggi con la tua testa e leggi cose diverse tra loro, è utile ed è bello. Buon lavoro

LEAVE A REPLY