Partita ostica contro il Sudtirol, ma alla fine i tre punti sono per le Leonesse

0

Gara ostica per il Brescia che affronta il Sudtirol con la Champions League alle porte e con Bertolini che schiera la miglior formazione possibile senza badare ai prossimi impegni.

Il Brescia rischia dopo due minuti su un lancio lungo centrale del Sudtirol a lanciare in velocità Tonelli, ma Ceasar è brava ad uscire al limite dell’area neutralizzando il pericolo. Le biancoblu diventano padrone del campo e al 10’ su una punizione di Williams dalla sinistra sfiorano il vantaggio con un tiro al volo di Tarenzi che termina di poco a lato. E’ il preludio al gol che giunge un minuto dopo: Sabatino serve Tarenzi che dal limite lascia partire un preciso fendente che colpisce il palo interno prima di finire in rete. Cinque minuti dopo è Williams direttamente su punizione dai trenta metri a chiamare all’intervento Schoffenegger che smanaccia in angolo; Gama di testa sotto porta non trova il 2-0 al 25’, ma tre minuti dopo è ancora Tarenzi a siglare il 2-0: Rosucci apre sulla destra, Bonansea va al cross basso su cui è pronta sul secondo palo l’attaccante di Lodi che deve solo appoggiare in rete. Dopo una punizione di Girelli dal limite parata il Sudtirol trova la rete che riapre la partita al 44’ con Dellagiacoma che salta Boattin in area rientrando verso il centro prima di lasciare partire un tiro a giro sul palo lontano che batte Ceasar.

Nella ripresa il Brescia scende di tono con la prima occasione al 22’ da calcio piazzato: Alborghetti va al tiro in porta dai venticinque metri trovando pronta Schoffenegger, ma al costruzione del gioco è faticosa. Bertolini, dopo aver inserito Eusebio al posto di Sabatino, richiama anche Tarenzi per Linari con Bonansea che passa punta e Boattin sulla linea dei centrocampisti. Il Sudtirol pressa alto e le biancoblu non riescono a costruire gioco con le padrone di casa che al 37’ vedono negato il pareggio dall’intervento di Ceasar sul tiro di Vivirito, deviato in angolo. La risposta del Brescia è in un tiro di Rosucci al 42’ da fuori area su cui Schoffenegger si allunga deviando in angolo. I minuti finali vedono il Brescia soffrire, ma sono proprio le leonesse a sfiorare il gol al terzo di recupero con Alborghetti brava a recuperare palla nella metàcampo avversaria, con il tiro dal limite che lambisce il palo.

Comments

comments

LEAVE A REPLY