Treni ad alta velocità: Italia terza in Europa, ma c’è bisogno di più investimenti per il futuro

0

reni ad alta velocità: Italia terza in Europa, ma c’è bisogno di più investimenti per il futuro. Quale paese è dotato della linea ad alta velocità più estesa? Dove costa meno viaggiare su un treno ad alta velocità? A queste e ad altre domande ha tentato di rispondere una ricerca del portale di viaggi GoEuro.

Lo studio ha analizzato i sistemi ferroviari di 20 paesi del mondo che hanno sviluppato questa tecnologia e ha preso in esame diversi aspetti tra cui il record di velocità dei treni, la copertura della linea ad alta velocità sulla totale della rete, quanto costa viaggiare su questo tipo di convogli superveloci (Euro/km) e il bacino di popolazione residente raggiunta dall’AV. Chi troviamo in testa a questa speciale graduatoria? Naturalmente il Giappone, che coi suoi bullet train avveniristici (possono raggiungere i 603 km/h!) si conferma il paese più avanzato al mondo per quanto riguarda il sistema ferroviario. Sul podio tutto asiatico si piazzano inoltre Corea del Sud e Cina, mentre al quarto posto, primo tra i paesi europei, c’è la Francia. Per trovare l’Italia occorre scorrere la classifica fino all’ottavo posto. Secondo la ricerca, l’alta velocità del nostro paese è dunque una delle migliori del mondo e ottiene un buon punteggio soprattutto per via della percentuale di popolazione coperta dal servizio (18,47%), della copertura della linea AV sul complesso della rete nazionale (7,91%) e delle ottime prestazioni del nuovissimo Frecciarossa 1000 di Trenitalia.

L’Italia resta tuttavia indietro in relazione agli investimenti futuri per l’implementazione dell’alta velocità. È sufficiente uno sguardo ai dati pubblicati da GoEuro per comprendere il ritardo italiano: se la Francia ha intenzione di estendere la rete dedicata all’AV a 4500 km complessivi (raggiungendo il 15,20% dell’intero sistema ferroviario) e la Germania aumenterà la sua dotazione di 790km di nuovi binari, il nostro paese progetta per i prossimi anni un’espansione di appena 346km.

Alcune recenti novità che riguardano l’alta velocità del nostro paese coinvolgono anche Brescia e i suoi dintorni. Da marzo sono infatti attivi nuovi collegamenti diretti da e per la città lombarda. Le due coppie di treni Frecciargento di Trenitalia già da tempo in servizio saranno integrati da altre due coppie di treni Italo di Nuovo trasporto viaggiatori. In questo modo sarà possibile raggiungere Roma da Brescia in circa 4 ore attraverso la tratta Verona-Bologna-Firenze. Sono inoltre in fase di realizzazione i lavori per l’alta velocità Brescia-Treviglio (conclusione prevista dicembre 2016). L’avviamento della tratta dovrebbe portare un incremento dei convogli in servizio e un notevole beneficio per i viaggiatori bresciani.  

Comments

comments

1 COMMENT

LEAVE A REPLY