Prostituzione di ragazze cinesi tra Brescia, Rovigo e Reggio Emilia. Tre indagati

    0

    Sfruttamento della prostituzione. È questo il reato imputato a tre cittadini cinesi nell’ambito dell’operazione Dragone Giallo, che ha portato a numerose perquisizioni nel Bresciano ma anche nelle province di Rovigo e Reggio Emilia. 

    Il giro di prostituzione era gestito da un gruppo criminale cinese e Brescia era zona di incontri in appartamento, gestiti da un 45enne responsabile degli affitti e della gestione degli annunci, mentre una 43enne bresciana faceva da maitresse in un appartamento di Castrezzato e contattava le prostitute.

    Indagato anche un 44enne di Rovigo per favoreggiamento.

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. Gemellaggi Italo Cinesi per soddisfare tanti bravi italiani e bresciani probabilmente insoddisfatti delle loro mogli.

    2. Perché é una violenza perpetrata sulle donne, alla pari dello schiavismo. Se é un lavoro come un altro saresti contento se tua madre fosse una prostituta, o tua sorella, o tua moglie. É un lavoro…

    3. Liberalizzate la,prostituzione ! Basta queste filosofie cattoliche . Consideriamolo un lavoro come un altro e tassiamolo.
      Ma che paesi di vecchi !

    4. Che lavoro faceva tua madre? Scusa la brutalità ma rende subito l’idea che non é un lavoro come un’altro. E se tua figlia si prostituisse penseresti che ha scelto la sua strada o che abbia qualche serio problema? Le donne che si prostituisco hanno tutte un passato terribile, fatto di violenze e abusi fin dalla tenera età e chi ne compra il corpo perpetra la stessa violenza.

    5. Appunto per combattere la criminalità e la prostituzione obbligatoria di povere ragazze costrette a vendere il loro corpo contro la loro voglia. Esistono anche delle donne che invece ritengono la,prostituzione un lavoro. ( peraltro ben pagato ) . Rendendolo come un attività pagando tasse etc scomparirà quasi del tutto il problema malavitoso. Si eliminerebbero molte malattie contagiose perché saranno obbligate a visite periodiche. Si eliminerà il,problema delle fanciulle per la strada. Bisogna creare un percorso di liberalizzazione in questo periodo di crisi economica. Cerchiamo di guardare in un mondo un po’ più evoluto a livello di società .
      Esempio un uomo senza donna o amore perché non può andare a prostitute per soddisfare il suo istinto sessuale ( non mi fare la battuta che l istinto lo hanno solo gli animali ) . Bisogna creare dei quartieri a luce rossa ( esempio la palazzina di San polo ) anche a Brescia.
      Questo è il mio pensiero. Poi ovvio che se mia madre, mia sorella o mia figlia lo facessero mi arrabbierei. . Io invece lo farei volentieri una carriera di GIGOLO ma solo con ragazze e donne carine Ma sarei disoccupato ….. Ah ah ah

    6. Tu stai proponendo di legalizzare lo sfruttamento della prostituzione, non la prostituzione in quanto tale che é già legale in Italia. Le donne che vogliono prostituirsi lo possono fare liberamente, ma hanno scarsa fortuna, perché i clienti non vogliono donne libere e capaci di determinarsi, ma le vogliono sottomesse, sotto controllo, ricattabili, deboli. Ovvero gestite da una organizzazione che le sottometta. In Germania dove lo sfruttamento della prostituzione é legale, sono i gruppi criminali che gestiscono i casini e la tratta dai paesi dell’est e da tutto il mondo.

    7. Ti stai contraddicendo da solo: combatti la clientela che le vuole sfruttare perchè ricattabili e legalizza la professione. Inoltre continui con questa storia del passato terribile di queste donne: in molti casi è vero, però non è che emarginandole e sfruttandole nell’indifferenza di tutti le aiuti. Legalizza la professione e combatti il lavoro nero. Poi, ovvio, moralmente non è una bella professione. Ma se vogliamo guardare la morale ce ne sono di lavori contro l’etica, la morale (produzione di armi da guerra, chimica, ecc.) e il bene comune da far ridere sul problema della prostituta che, dopotutto, dà un po’ di felicità a chi non l’ha. Devo dire che questa volta il ragazzino liceale sinistrino alla renzi dedito solo a dare addosso alla destra e patito dello stadio ha ragione. Però deve rimangiarsi le scelte fatte dai suoi nonni, quando la socialista Merlin nel 1958 riuscì a far passare la legge della chiusura delle case di tolleranza, antico retaggio fascita… Anche lì, si è voluto eliminare un problema cancellando legalmente la professione. Ma il problema è rimasto, anzi, è peggiorato nella clandestinità… Proprio perchè è il mestiere più vecchio del mondo…

    8. non è che se qualcuno difende la dignità di donne o uomini è vecchio! Vuol solo dire che ha dei principi. Forse a te, povero di intelletto e di spirito sembrano cose strane. Ma vedrai se ti applichi FORSE un giorno capirai che la vita se ha valori non è nulla, è solo consumo di ossigeno….

    9. Non sono Alex ma mi premeva farti presente le persone che non condividono i tuoi stessi principi, magari, ne hanno altri diversi dai tuoi e che questo non significa che siano poveri di spirito o che non abbiano valori.

    10. Ah, perche’ abbandonarle a loro stesse alla merce’ di tutto e tutti vuol dire garantire a loro una dignita’? Ma fammi il piacere… E smettiamola con questa morale chiesaiuola che nasconde lo sporco (anche il loro) sotto il tappeto e fa finta che mon esista. Affromtiamo praticamente il problema e rendiamolo regolare cosi’ da garantire qualche tutela e dare digmita’ a queste persone…

    11. Nei paesi dove lo sfruttamento della prostituzione é legale, non viene assolutamente garantita la dignità delle donne, molte delle quali sono vittime della tratta dai paesi dell’est. Poi ci sarebbe da parlare anche della dignità degli uomini che frequentano le prostituite, non é una questione moralistica, ma sono il vero motore della tratta e della schiavitù: chi tra i clienti/puttanieri se chiede se la ragazza che sta comprando é una schiava oppure no?

    12. Quando vai al supermercato a comperare qualsiasi cosa ti domandi se gli operai che hanno prodotto quella merce sono stati pagati con una retribuzione dignitosa oppure pensi a quello che ti serve per soddisfare un tuo bisogno?

    13. Dignita’ degli uomini? Come combatti questo istinto? Con l’,educazione? Chissa’ quanto tempo ci vorra’ visto che comunque rimane il mestiere piu’ vecchio del mondo e nessuno e’ mai riuscito ad eliminarlo.

    LEAVE A REPLY