Gioco d’azzardo e abuso di tranquillanti: le nuove dipendenze dei giovani

0
Giochi d'azzardo
Casinò on line
Bsnews whatsapp

Il gioco d’azzardo diventa dipendenza anche tra i più giovani, oltre alle droghe e all’alcol. A confermarlo uno studio condotto dal Calabrone su incarico del Comune di Brescia nell’ambito del progetto «Principio Attivo». Il campione analizzato era composto da 423 ragazzi e ragazze tra i 18 e i 19 anni di otto istituti superiori bresciani.

In ambito droghe è emerso che c’è una relazione diretta tra  consumo di stupefacenti in ambito familiare e abuso da parte ragazzi. Inoltre metà del campione, almeno una volta, ha fatto uso di cannabis, mentre contenuto è il consumo di ecstasy e cocaina (intorno al 4%).

Sul fronte alcol il 14% del campione ammette di essersi ubriacato 1 o 2 volte nell’ultimo mese e va crescendo la pratica del «binge drinking», cioè bere grandi quantità di alcol in poco tempo.  

Altro fattore preoccupante è il gioco d’azzardo: diffuso tra i maschi, la metà lo ha sperimentato almeno una volta nell’ultimo mese. Tra le giovani, invece, è l’abuso di tranquillanti, presi senza ricetta, a essere preponderante e l’autolesionismo, che riguarda rispettivamente il 14,9% e il 13,9% del campione.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. Aggiungerei, purtroppo, come da recenti fatti di cronaca bresciana, anche la tendenza di alcuni a prostituirsi per una ricarica del cellulare.

RISPONDI