Regione, via libera al bando da 6 milioni e mezzo di euro per promuovere il turismo

0

“Via libera al bando da 6,4 milioni di euro per la valorizzare dell’offerta turistica esperienziale legata alle nostre città d’arte”. Così Mauro Parolini, assessore regionale allo Sviluppo Economico, annunciando la pubblicazione e l’avvio del progetto ‘Cult City’, una delle prime iniziative promosse da Regione Lombardia nell’ambito dell’Anno del Turismo lombardo e rivolte ai Comuni capoluogo di provincia.

INTERVENTO SENZA PRECEDENTI – “Le città d’arte della Lombardia – ha dichiarato Parolini – non sono mai state interessate da un progetto di valorizzazione così specifico e strutturato. Per la prima voltasi mette in campo un cospicuo impegno economico ad hoc, proprio per farle crescere come asset strategico di sviluppo per il tessuto economico locale di riferimento e, soprattutto, per farle conoscere e consolidarle come una delle nostre risorse turistiche più importanti”.

DOPO EXPO – “Questi fondi – ha spiegato l’assessore – si inquadrano all’interno del Piano ‘Dall’Expo al Giubileo’, il progetto nato con l’obiettivo di promuovere l’attrattività della regione e consolidare l’incoming turistico dopo l’Esposizione Universale, attraverso la valorizzazione di tutti quegli ambiti meno maturi e promettenti della nostra ricca offerta turistica, tra cui, appunto, le capitali d’arte, il turismo religioso, quello enogastronomico e il cicloturismo. E sono a disposizione dei comuni per cofinanziare due linee di intervento: una più strutturale per migliorare accoglienza, servizi e fruibilità e l’altra interamente dedicata ad organizzazione eventi e progetti innovativi di promozione e comunicazione on line e off line sui mercati nazionali e quello interno”.

DIAMANTI GREZZI NOSTRA OFFERTA – “I capoluoghi di provincia – ha concluso Parolini – rappresentano una delle componenti più importanti e preziose della nostra attrattività turistica e sono dotati di uno straordinario patrimonio storico, architettonico, artistico. In molti casi, sono veri e propri diamanti grezzi con potenzialità di crescita ancora molto considerevoli. Con questo progetto vogliamo spingere sull’acceleratore e mettere le ali al dinamismo e alla creatività delle città, favorendo l’aggregazione tra pubblico e privato e l’integrazione tra tutti i settori che definiscono la loro attrattività in modo da affermarle come un prodotto turistico di punta e farle diventare ‘Cult City’”.

Di seguito i punti principali del bando ‘Cult City’, pubblicato oggi.

SOGGETTI BENEFICIARI – Beneficiari sono i Comuni capoluogo di provincia della Lombardia.

INTERVENTI AMMISSIBILI – I programmi di intervento dovranno prevedere iniziative che riguardino entrambe le seguenti linee.

LINEA 1, INFRASTRUTTURAZIONE – La Linea 1 riguarda interventi finalizzati a realizzare, rinnovare o valorizzare infrastrutture fisiche (opere artistiche, segnaletica turistica, ecc.) e digitali, in modo da favorire il miglioramento dell’accessibilita’, dei servizi correlati all’accoglienza turistica e la crescita di qualita’ dell’offerta. Per questa linea saranno assegnati contributi a fondo perduto fino al 50% delle spese ammissibili nel rispetto dei contributi massimi concedibili ai Comuni.

LINEA 2, PROMOZIONE TURISTICA – La Linea 2 e’ riservata a interventi finalizzati allo sviluppo di eventi e strumenti comunicativi innovativi (on-line e off-line) per lo sviluppo dei territori, dei luoghi e delle citta’ d’arte lombarde, in Italia e all’estero. Anche per questa linea vengono assegnati contributi a fondo perduto fino al 50% delle spese ammissibili, nel rispetto dei contributi massimi concedibili ai Comuni.

DOTAZIONE FINANZIARIA – La dotazione finanziaria e’ di 6.427.500, 4.377.500 per la Linea 1 e 2.050.000 per la Linea 2.

I CONTRIBUTI MASSIMI CONCEDIBILI AI COMUNI – I contributi massimi concedibili per capoluogo di provincia sono: Bergamo 711.882 euro; Brescia 983.115 euro; Como 591.094 euro, Cremona 545.229 euro; Lecco 462.454 euro; Lodi 450.585 euro; Mantova 464.587 euro; Monza e Brianza 723.726 euro; Pavia 547.158 euro; Sondrio 370.055 euro; Varese 577.613 euro.

SOGGETTO GESTORE – Unioncamere Lombardia.

COORDINAMENTO CON EXPLORA – Il programma di intervento del Comune capoluogo deve essere coerente con il progetto regionale unitario di promozione delle ‘Capitali d’arte’, realizzato da Explora, che coordina tutte l’attivita’ di comunicazione e ha redatto il brandbook ‘Cult City in Lombardia’ con linee guida di comunicazione e immagine coordinata.

TEMPI – I Comuni capoluogo possono presentare il Programma di intervento preliminare a partire dalle ore 12 di lunedi’ 2 maggio, fino alle ore 12 di lunedi’ 6 giugno, a Unioncamere Lombardia, esclusivamente tramite il sito http://webtelemaco.infocamere.it.

Comments

comments

1 COMMENT

LEAVE A REPLY