Istituto Zooprofilattico, dipendente all’università finanziato da fondi pubblici

0
Soldi, soldi, soldi...
Soldi, soldi, soldi...

Frequentava un corso di specializzazione alla facoltà di veterinaria dell’Università di Milano, ma il suo percorso di studi era finanziato da fondi pubblici e dopo la denuncia anonima di un collega è finito nel registro degli indagati. Il soggetto in questione è un dipendente dell’Istituto Zooprofilattico di Brescia, indagato insieme al dirigente del suo reparto per truffa aggravata ai danni dello Stato e falso ideologico in atto pubblico.

I due fingevano la necessità di una missione nei laboratori di analisi milanesi, mentre la vera meta quotidiana del dipendente era l’aula universitaria, dove la frequenza è obbligatoria. Il tutto è costato 5mila euro tra indennità e rimborsi.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Sarebbe anche bello che qualcuno andasse a verificare come può un dirigente al Comune di Brescia ricoprire quel ruolo senza essere in possesso della laurea prescritta dalla legge! la cosa squallida è che nessuno si scandalizza di questa situazione intollerabile fatta in barba alla legge! ogni mese vengono versati denari pubblici ad una persona che non può rivestire quel ruolo e firma tutti atti potenzialmente illegittimi! succede anche questo alla corte di sindaco Emilio!

  2. è proprio vero alla corte di sindaco Emilio un signor nessuno con un diplomino in ragioneria mangia tutti i mesi a sbafo un lauto stipendio alla facciaccia delle tasse dei bresciani quando la legge prevede obbligatoriamente requisito della laurea per rivestire quel ruolo! l’opposizione cosa dice? non pervenuta!

  3. Allora, caro Alex, paladino della laurea solo per gli uomini della destra, che ne pensi? Qui c’è in ballo il tuo Del Bono… Taci? Illuminaci nella tua teoria discriminante…

  4. Solo per gli uomini? Solo per le donne della destra! Il nostro Alex, da bravo sinistro, è anche maschilista e quindi discrimina nei fatti le donne…

  5. C’entri perche’ ti sei sempre e solo accanito contro le donne di destra (vedi bordonali e beccalossi) senza laurea, come se solo la destra candida persone ignoranti. Vedo che anche la sinistra e’ campionessa in questo. Il denaro ed il potere cosa fa fare…

  6. Già spiegato. Il Movimento 5 Stelle, nella persona del Consigliere Comunale di Brescia Avv.Laura Gamba, ha presentato un’interrogazione a risposta scritta. Assessore di competenza e Direttore Generale hanno spiegato di aver assunto l’interessato con contratto da Dirigente poichè così era già inquadrato presso altro Ente Pubblico (Comune in provincia di Brescia) che l’aveva assunto anni prima. Quindi, la verifica del possesso del requisito di legge e l’eventuale inadempienza (o colpa grave o dolo) ricadrebbe sul primo Ente non sul Comune di Brescia. Se qualcuno ride, gli diciamo che non finisce qui: dovrà decidere, per prima, la Corte dei Conti.

  7. succede quando il controllore ed il controllato sono alla fine o all’inizio nominati/chiamati dalle stesse persone parlo in generale ogni eventuale riferimento e’ puramente casuale e frutto della mia immaginazione

LEAVE A REPLY