An Brescia in acqua a Mompiano alle 18.45 per diventare regina d’Europa

0
Bsnews whatsapp

Calma e decisione assolute per mettere le mani sul primario obiettivo stagionale: sabato, alle 18.45 (con diretta tv su Rai Sport 1), alla piscina di Mompiano, l’An Brescia riceverà il Sintez Kazan per il ritorno della finale di Euro Cup, e tutto l’ambiente biancazzurro – dai giocatori allo staff tecnico, dai dirigenti ai collaboratori – è pronto a dare il massimo per portare a casa l’ambito trofeo internazionale.

Nel caso di esito positivo, l’An diventerebbe il primo club della scena continentale, ad avere quattro titoli in bacheca (ora il primato è spartito con gli ungheresi dell’Ujpest e con il Savona), e anche questa considerazione aggiunge importanti stimoli a un sentitissimo appuntamento. Partendo dal solido più 7 maturato nella brillante performance di quindici giorni fa in Russia, il sette di Sandro Bovo scenderà in acqua da favorito, ma la consapevolezza che nessuna gara è vinta a priori, è ben chiara nella testa dei giocatori bresciani, per cui, sabato sera, non ci sarà spazio per calcoli o risparmi di sorta e il gruppo farà di tutto per ripetere quanto di buono è stato espresso finora, magari alzando il livello della qualità e dell’efficacia; dalle finali di Coppa Italia (disputate il 18 e 19 marzo), il rendimento di Presciutti e compagni ha evidenziato una solidità (in particolare, difensiva) e una tenuta mentale davvero notevoli, e, senza dubbio, le intenzioni sono di continuare in questa direzione. A dieci anni dall’ultimo acuto europeo – ottenuto proprio contro il Kazan -, con tutte le forze, l’An vuole regalare, a sé, ai propri tifosi e a tutta Brescia, una serata a base di bel gioco, di vittoria e di grande festa.

«Arriviamo al momento tanto desiderato quanto atteso – dichiara il presidente biancazzurro, Andrea Malchiodi -, e, per come ci siamo comportati, questo ultima tappa pare proprio essere più semplice del previsto. In avvio di stagione, abbiamo fatto scelte importanti, studiate apposta per ritrovarci a questo punto, e direi che il percorso è andato benone. Adesso manca l’ultimo tassello e siamo talmente concentrati sull’obiettivo che non consideriamo neppure l’ipotesi di un passo falso. Non lesineremo energie: il risultato di gara 1 ci mette in una buona, forse ottima, posizione, ma, in ogni caso, daremo il massimo per offrire una grande prova davanti al nostro pubblico, una performance degna di una finale europea. Siamo perfettamente consci del fatto che l’Euro Cup è un traguardo che ripaga tutti gli sforzi della società: tutti, a partire dagli atleti, hanno lavorato al meglio per arrivare fin qui e, in un contesto di avversari, tra virgolette, terrestri, siamo stati bravi, e la conquista della coppa è un regalo che, nello specifico, è per tutti noi intesi come dirigenza, giocatori, allenatori, poi, più in generale, per i tifosi e per tutta la città. Ad ogni buon conto, se siamo stati bravi ad arrivare a questo punto, è anche grazie a chi ha creduto in noi, nel nostro lavoro, nelle nostre capacità, ovvero grazie ai nostri appassionati patron, Marco e Franco Bonometti».

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

RISPONDI