Cacciatori contro ambientalisti. Alta tensione a Gardone, intervengono i carabinieri

0

Era la terza giornata nazionale dell’Orgoglio Venatorio, si è trasformata in una manifestazione con momenti di alta tensione tra cacciatori e ambientalisti, con le forze dell’ordine nel mezzo.

In cinquemila si erano dati appuntamento a Gardone Valtrompia, per una manifestazione festosa e pacifica che ha accolto associazioni venatorie ed appassionati provenienti da tutta Italia.

Tutto si svolgeva tranquillamente, fino all’esposizione da parte degli ambientalisti di uno striscione eloquente: “Basta caccia”, apparso sul monte Cornelle e miccia che ha acceso la rabbia di un gruppo di cacciatori, che sono andati alla ricerca dei rivali rendendo necessario l’intervento di una trentina di carabinieri per sedare gli animi.

In seguito sono iniziate le identificazioni e sono scattate una serie di denunce per manifestazione non autorizzata, accensioni pericolose (fumogeni) e invasione di terreni e fabbricati.  Sono in corso accertamenti anche sull’altra sponda, quella dei cacciatori, per resistenza a pubblico ufficiale.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Brava, infatti l’inquinamento di acqua, aria e suolo è a tali livelli che, nel silenzio del “non c’è emergenza”, le feste te le guasterai sempre più probabilmente con una malattia inguaribile.

  2. Parli con una che sostiene la stragrande maggioranza delle loro battaglie. In questo caso, però, hanno fatto i guastafeste. Lo dico con simpatia

  3. “Orgoglio venatorio”? E quali sarebbero le meritevoli azioni di cui si sentono orgogliosi? Per favore, qualcuno me lo spieghi. Grazie.

  4. Forse si sentono orgogliosi della loro gentilezza. Si, sono molto gentili perche’ invece di ammazzarci mentre facciamo una tranquilla passeggiata in campagna ci fanno arrivare solamente degli innoqui pallini di piombo sulla testa. A me e’ caoitato piu’volte. Cosa vogliamo di piu’ da queste persone tanto civili e pacate. Tuttalpiu’ la nostra passeggiata sara’ piacevolmente accompagnata da qualche melodiosa e gradevole fucilata, qua’ e la. Hanno ragione di esserne orgogliosi, cavoli.

  5. Orgogliosi di liberare i boschi da pericolosi uccelletti e da lepri e fagiani assassini …..come faremmo senza di loro

  6. Senza contare le cartucce usate che trovi sparse qua e la senza alcun rispetto per l’ambiente che loro dicono addirittura, udite udite, di amare. Ma, mentre stai per fare la “rilassante” passeggiata per scaricare lo stress accumulato dopo una settimana di lavoro, ti capita anche di incappare nei famosi “capanni”, brutti e costruiti alla rinfusa tagliando piante e arbusti, dai quali vedi spuntare improvvisamente canne di fucile a pochi metri in attesa del piacevolissimo botto. Avete mai visto le anguste gabiette in cui tengono i poveri volatili da richiamo? I malcapitati uccellini non riescono quasi a muoversi, se avessero la parola invocherebbero senz’altro una fucilata liberatoria. ORGOGLIO VENATORIO.

  7. …ambientalisti ed animalisti che poi si abbuffano a casa e nei ristortanti di bistecchine buone buone e di pesciolino fresco buonoo buono…
    bufxoni!!! !!

  8. pam pam , oggi a pranzo scommetto che ti fai un bel pranzettino magari una bella bisteccona un bel hamburgher o un bel wurstel o un bel pesce… demagogico ed irritante come i tuoi compagnetti ridicoli… blablabla

  9. Non sono “animalista”, mangio carne e pesce, non concordo con chi ritiene le altre specie equiparabili a quella umana. Tuttavia detesto i cacciatori d’oggi perché oggi la loro pratica non ha alcun senso, è inutile sfogo ed esibizionismo, saccheggia la già scarsa fauna (il fatto che l’inquinamento e l’antropizzazione la distruggano in maggiore proporzione non giustifica nulla) che, tra l’altro, appartiene a tutti e non solo agli sparatori. Gli sparatori, inoltre, sono fastidiosi, dannosi, prepotenti e pericolosi almeno quanto un’altra categoria di cialtroni che è quella che scorrazza per posti altrimenti tranquilli con veicoli a motore, disturbando assai chi avrebbe diritto di goderseli e vorrebbe farlo. L’ipocrisia, caro mio, sta in chi dice di amare la natura e invece la danneggia e la saccheggia.

  10. Certo che pam-pam è proprio un ipocrita a rompere le balle ai cacciatori e mangiarsi la bistecca a pranzo…da dove crede che vanga quella carne? Ma dai cacciatori di vacche, no?

  11. Ciao, sono pam-pam. Certo che una volta alla settimana mangio la bistecchina. Di questo non mi sento orgoglioso ma lo faccio sperando che il povero animale che ho nel piatto abbia sofferto il meno possibile. Riconosco l’incoerenza, ma, se hai letto bene, il mio discorso era un po’ diverso. A me da fastidio che ci siano uomini armati che vanno in giro a sparare per i nostri campi e vicino ai centri abitati di campagna, lo trovo inaccettabile. Se sentono l’impellente bisogno di sfogare le proprie frustrazioni facendo pam-pam lo facciano ai poligoni. Ma, la domanda di fondo rimane questa: orgoglio per cosa? Se “demagogics” me lo volesse spiegare gliene sarei grato.

  12. Animalisti e ambientalisti amanti della natura e del paesaggio, peccato che non li abbia mai visti a pulire un fiume, a pulire i sentieri in montagna e così via. Loro godono delle fatiche che fanno gli altri,i cacciatori !.

LEAVE A REPLY