Ghedi, marocchino spaccia al parco: denunciato ed espulso

0

Ancora un controllo efficace a tutela del territorio di Ghedi e della sua sicurezza. Nel pomeriggio di ieri, giovedì 26 maggio, durante un servizio in abiti civili finalizzato alla repressione del consumo di stupefacenti, alcuni agenti della Polizia Locale di Ghedi hanno colto in flagranza di spaccio all’interno del parco di via Dante tale M.B., extracomunitario marocchino di 29 anni, irregolare sul territorio nazionale. Dopo il sequestro del denaro frutto dello spaccio, gli agenti della Polizia Locale ghedese hanno effettuato la fotosegnalazione. In seguito è scattata la denuncia alla Procura della Repubblica per la violazione del testo unico sugli stupefacenti. Dopo una notte in stato di fermo, questa mattina la Prefettura di Brescia ha decretato l’espulsione di M.B. dal territorio dello Stato Italiano. Soddisfatto per l’intervento portato a termine il comandante Enrico Cavalli: “Siamo riusciti a cogliere sul fatto lo spaccio di sostanze stupefacenti in uno dei parchi della città e questo riveste un’importanza particolare perché i luoghi nei quali la gente ama ritrovarsi devono essere sempre più sicuri e seguiti con la massima attenzione”. L’auspicio, come sottolineato in diverse circostanze, è che i provvedimenti presi possano rivelare la loro efficacia e la persona espulsa dal territorio nazionale non possa rientrare in Italia per altre vie tra poco tempo.   

Comments

comments

1 COMMENT

  1. cosa significa espulso dal territorio dello stato italiano ? preso e fatto partire oppure la solita letterina con scritto sei espulso , hai tempo tot giorni per andartene …? perchè questo non se ne va di certo con le sue gambe , anzi , cambia città e spaccerà ancora per i prossimi 10 anni impunito !
    mi chiedo anche come potranno mai , se si decidesse di espellere i clandestini una volta buona , eseguire tutto ciò , è praticamente impossibile e ci vorranno minino 20 anni se nel frattempo non soccombiamo del tutto !!!

LEAVE A REPLY