Rumena ruba l’orologio da 10mila euro a un’anziana: presa

0

Una rumena è stata arrestata dalla Polizia con l’accusa di aver rubato con destrezza l’orologio di un’anziana del valore di ben 10mila euro. L’episodio è avvenuto ieri alle 12.30 in corso Martiri della Libertà. La 70enne ha parcheggiato la propria auto ed è stata avvicinata da una donna di 28 anni che ha iniziato a molestarla e toccarla. Per questo l’anziana è risalita in auto, ma solo allora si è accorta di non avere più l’orologio e ha avvisato la Polizia. La volante ha avvistato la malvivente poco distante. La rumena ha provato a disfarsi dell’orologio dandosi alla fuga in via Fratelli Bronzetti, dove però è stata raggiunta e bloccata dalla volante. Nel processo è stato convalidato l’arresto, con giudizio rinviato e divieto di dimora come misura cautelare.  

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Anche per quel che riguarda i cittadini europei, esiste la legge 30/2007 che ammette la libera circolazione in europa senza controllo però fino a 3 mesi. Dopo i 3 mesi per rimanere in un Paese europeo non di provenienza anche i cittadini europei devono avere dei requisiti, come un lavoro, l’assicurazione sanitaria, disporre di mezzi sufficienti per vivere al fine di non diventare un onere per l’assistenza sociale nello Stato ecc. Chi controlla i cittadini europei che rimangono sul territorio oltre i 3 mesi se hanno questi requisiti richiesti dalla legge ivi compreso l’assicurazione sanitaria?

  2. nessuno, per il semplice motivo che non ci sono né i mezzi materiali né la volontà per farlo. in altri Paesi è la stessa polizia o gendarmeria o chiamala come vuoi che provvede all’emissione del decreto di espulsione per il reo “straniero” e si preoccupa di renderlo operativo (ti portano alla frontiera e raus). qui da noi la polizia o comunque l’autorità di p.s. provvede all’arresto e rimanda per così dire la decisione al magistrato, e si perde tempo. e spesso succede che i nostri agenti o carabinieri sono ancora intenti a scrivere il rapporto che il delinquente è già messo in libertà anche se è senza fissa dimora o pregiudicato o addirittura presente sul territorio nazionale senza aver rispettato un precedente decreto di espulsione. qui da noi non ti caccia via nessuno, a meno che non sia tu a volerlo fare (magari dopo aver fatto una rapina).

  3. Sono molti di più gli italiani che delinquono all’estero che non gli stranieri che delinquono in Italia. Chiedetelo agli svizzeri.

  4. quindi? se siamo (come dici tu) un popolo di ladri e truffatori trovi giustificabile portarcene in casa altri? e coccolarceli perché “sono dei nostri”?

  5. Dunque secondo il grande cervellone di estero su ester che non si e mai mosso dalla poltrona di casa sua rubare è lecito! … dovevi nascere nel 1300 d.c.

LEAVE A REPLY