Nuovo rettore: Regasto vince il primo turno, ma sarà una corsa a tre

38
Bsnews whatsapp

Un vincitore al primo turno c’è. Ma ora i giochi si riaprono completamente, perché il gioco delle alleanze – tra i nove aspiranti successori di Sergio Pecorelli – potrebbe cambiare completamente il quadro. E’ questo il risultato del primo turno delle votazioni per il nuovo rettore dell’università di Brescia che ha incoronato vincitore (pro tempore) il professore di Diritto pubblico di Giurisprudenza Saverio Regasto con ben 146,8 voti contro gli 87, 9 del secondo Maurizio Tira di Ingegneria.

Ma in quattro già al primo turno avevano promesso che dal successivo avrebbero agito compatti sul più preferenziato. Si tratta di Maurizio Memo (docente di Farmacologia, prorettore), Alessandro Padovani(ordinario di Neurologia, preside Medicina e chirurgia), Emilio Sardini (Misure elettriche ed elettroniche, direttore Ingegneria dell’informazione) e Claudio Teodori (Economia aziendale, prorettore). E il totale dei loro voti fa 135 (Memo il primo con 56,6). Lo stesso hanno fatto il secondo preferenziato Maurizio Tira (Tecnica e pianificazione urbanistica, direttore e presidente Ingegneria civile architettura, 87,9) e Rodolfo Faglia (Meccanica applicata, direttore Ingegneria meccanica), il cui totale fa 137,9. Mentre Riccardo Leonardi (ordinario di Telecomunicazioni) e Gian Paolo Beretta (Fisica tecnica industriale) non hanno ancora sciolto le riserve.

L’affluenza è stata dell’85%. Al secondo turno, fissato per il 21 giugno, usciranno due soli candidati che finiranno al ballottaggio.

Saverio Regasto – 146,8

Maurizio Tira – 87,9

Maurizio Memo – 56,6

Rodolfo Faglia – 50

Emilio Sardini – 27,4

Claudio Teodori – 26,3

Alessandro Padovani – 24,7

Gian Paolo Beretta – 19,4

Riccardo Leonardi – 9,8

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

38 COMMENTI

  1. In realtà è tutto aperto . Facciamo un analisi costruttiva. Il vincitore rettore sarà MEmo oppure Tira e vi spiego il motivo.
    Premessa che Ieri allo scrutinio regasto non era nemmeno presente ( molto offensivo ) comunque più di quei voti il nostro simpatico calabrese nato in Zimbabwe non prende anzi possono solo diminuire. Infatti il più preoccupato è secondo me lui perché sperava di prenderne almeno 200. In realtà il vero dato da analizzare è la somma di 272 ( Memo e tira assieme ) vs i 146 ( regasto ) . Inoltre Mancano 80 voti ( elettori non presenti ) e ipotizziamo che vengano anche divisa meta questi voti mancanti . il vincitore sarà sempre uno dei primi due nominati perché alla fine sono vs la mentalità Preti e i voti verrano dati ad uno o a l’altro Facendo di squadra medicina ed ingegneria come è sempre stato. Vero anche che sarebbe giusto non dare un rettorato ancora ad un medico ma in realtà nessuno dei due lo è . Tira ingegnere Memo farmacologo quindi aerea medica ma non con il camice ( differenza fondamentale e causa dei voti persi a medicina )
    Gli 80 voti mancanti sono secondo me la maggioranza degli alleati di Memo che probabilmente non hanno fatto un buon lavoro di persuasione oppure è tutto organizzato per il,secondo turno. Vi ricordo che parliamo di persone di ottima mentalità strategica
    . Infatti i tre sardini teodori e padovani hanno preso troppo poco ed è molto strano possono solo aumentare dando il voto a Memo. Sia Tira che Memo li ritengo ottimi uomini INDIPENDENTI e capaci di dire No ! Regasto lo reputo secondo il mio ” modesto ” parere inadatto ad un ruolo così importante.
    Parere personale .

  2. Per quanto sentito credo Tira una spanna sopra Memo e 250 spanne sopra un Regasto che quando si è presentato agli Artigianelli ha raccontato una storiella da facebook vecchissima e imbarazzante. Al ballottaggio andranno probabilmente Regasto e Tira. lì sicuramente i medici non potranno che scegliere Tira, che salverà e migliorerà Health&wealth, che Regasto ha annunciato di voler demolire.

  3. Condivido,il,pensier o riguardo a regasto. Riguardo a Memo è considerato il miglior farmacologo d Italiae tra i primi dieci al mondo Creatore del h & w , vincitore di premi mondiali , creatore di numerose scoperte sullo studio del cervello umano. Presidente di numerosi gruppi di ricerca e richiesto in tutto il modo per conferenze etc. Offerte di collabori azione dalla russia , Asia e ovviamente gli Stati Uniti.
    Credo sia poco informato riguardo al,prof MEmo maurizio senza nulla a togliere a tira ovviamente. Credo che tra topo Gigio e regasto voterei il,primo. Ma credo sia peggio chi l abbia votato. Vincerà anche secondo me Memo .

  4. Tira rettore faglia pro rettore delega territorio E Memo pro rettore delega internalizzazione
    R egasto biglietto di sola andata verso la sua amata Calabria

  5. Nulla da dire sulle doti e i titoli di Memo. Ma ad Einstein non fare organizzare neppure la festa di compleanno di mia figlia. Tira rispetto a Memo mi sembra più adatto al lavoro di miglioramento dell’università, dal punto di vista organizzativo (chiedete agli studenti….) e dal punto di vista dell’attrattività. I

  6. Rispetto ma Non condivido il tuo giudizio ma ripeto Tira o Memo li considero ottimi come rettore . Ognuno di loro hanno qualità ( forse diverse ) per portare avanti unibs a massimi livelli . Per la festa del compleanno di mio figlio invece ritengo Regasto probabilmente idoneo di organizzare una festa

  7. Poi non capisco farò un semplice ragionamento . Un professore insegna arte perché ci crede , un professore insegna ingegneria spaziale perché ci crede un professore insegna diritto islamico perché probabilmente ci crede !!! Poi il rettore di un università deve essere almeno del territorio Ma mi accontento della stessa regione o almeno minimo italiano. Zimbawe ?????? Poi l ultima che mi hanno detto ieri. Forse si è laureato nella stessa facoltà della,GELMINI a Reggio Calabria. !!!!!!! Ma stiamo scherzando ?!?!?!?!?! Prendiamo l,elenco telefonico apriamo una pagina a caso e scegliamo il,primo cognome che ci ispira e Eleggiamolo rettore honoris causa x sei anni e probabilmente farà meglio .Mi sembra una situazione tipo quando Berlusconi nei sondaggi stava vincendo le elezioni. Nessuno lo ha votato perché si vergogna a dirlo in giro ma ha preso voti. Ieri ho chiesto a 20 persone di elettori colleghi il loro voto in via confidenziale Ma vi giuro Nessuno lo ha espresso x lui. Ma come è possibile ? Cari elettori io non voto ma sono dentro nel giro . Vi ricordo non state scegliendo il più simpatico della spiaggia di Cosenza o mr barbecue di Catanzaro . State scegliendo il rettore colui che prenderà decisioni importanti x i prossimi sei anni. Medicina sveglia!!!!!! Economia sveglia !!!!!!!! Guardati allo specchio prima di votare .
    Vi ricordo tira è bresciano , Memo ha partecipato alla costruzione del unibs perché fin dal 82 presente ( anno della nascita unibs ) .
    Scegliete uno fra loro due . Vi prego . Non ascoltate i vostri direttori dipartimento . Votate con la vostra testa le,promesse fatte nin sempre vengono esaudite. Aprite i curriculum vitae , scegliere persone che hanno,partecipato alla fondazione. Votate colui che vi ispira x il futuro non colui che vi obbliga il vostro,capo. Mi piacerebbe entrare al università con trombe da stadio come faceva buonanno al parlamento europeo ( non sono leghista ) perché oggi cari elettori state dormendo o peggio ancora siete in coma
    Sveglia !!!!!!!

  8. La partita è ancora aperta alla fine hanno tutti gli stessi voti . Vincerà il migliore ( lo,spero )
    Comunque esagerato fare tre turni in un mese. Come possono concentrarsi i nostro illustri candidati nel loro lavoro se per un mese saranno sempre alla ricercati voti. Le elezioni politiche più importanti lo fanno in due turni e loro in tre ? Alla,prossima elezione dovevano già gareggiare i tre candidati con più voti e avremmo già finito. W l italia.

  9. Il suo ragionamento filerebbe liscio. Ma, secondo Lei, Preti e Pecorelli, stratosferici personaggi in base ai requisiti che elenca, ai curricula ed in simbiosi con la storia dell’Università a Brescia, erano cavalieri senza macchia e senza peccato ? Si sono davvero spesi solo al servizio della cresciata dell’Ateneo e della cultura universitaria bresciane ? Oppure gestivano soprattutto un potere non da poco, con interessi diversi, personali e trasversali ? Glielo chiedo solo perchè nemmno pensare al futuro basta per una candidatura al di sopra di ogni sospetto. In quanto a Regasto, inviterei tutti a verificarne stima e competenze in ambito giuridico non solo nazionale.

  10. L ex rettore preti che peraltro non l ho mai gradito ha creato unibs ( stima totale ) . Pecorelli ha portato unibs ai massimo livelli storici di competitività nazionale ma soprattutto internazionale. Ha realizzato grazie ai prorettori accordi di prestigio fino a dieci anni fa inimmaginabili ( stima totale ) . Ma sono tutti e due ormai ex rettori che nel bene e nel Male hanno lasciato un ottima eredità da sviluppare e migliorare. Dobbiamo pensare al futuro. Portare avanti il buono di questi ultimi sei anni per aumentare il,prestigio del università bresciana. per quanto riguarda la stima e la competenza di regasto per me è impossibile trovarle. Abbiamo la possibilità di eleggere un rettore indipendente , con gli attributi e soprattutto del territorio o uomo nato fin dal inizio della fondazione del unibs. Memo e Tira gli unici ad avere queste qualità. Ma Io non sono scontento di regasto come candidato ognuno fa quello che vuole ma sono deluso dagli elettori. Sapere che degli uomini della cultura bresciana credano in lui mi sconvolge e mi delude . Comunque perde è matematico . Chi ha votato il gruppo Memo ( sommando voti ) e il gruppo Tira/faglia è ovvio che la loro totale negazione con l uomo di preti. Quindi la maggioranza non lo ritiene adatto e non ha di conseguenza ne stima e non trova in lui le competenze adatte al ruolo di magnifico. Io fossi in lui mi dimetterei . E avremmo una bella sfida del ingegnere e del medico.

  11. anche secondo me colui che arriverà secondo alle prossime elezioni sarà il nuovo rettore. Regasto non ha i voti sufficienti per combattere Anzi probabile che ne perda molti perché l aerea medica che l ha votato probabilmente cambierà il voto dirigendo la preferenza verso Memo dato che dubito che Tira Collabori con i pezzi grossi di medicina. Quindi meglio un rettore vicino al aerea medica che un rettore ingegnere

  12. Tira rettore il resto è noia !!!! Già pronti a festeggiare sul lago di Garda !!!! Prima di tutto dare fiducia a uomini del territorio poi gli altri.
    Un bresciano da il massimo per la sua leonessa xché è la sua terra .

  13. Sì ilterritorio, ma siamo a Brescia, dove non si muove foglia che la Curia (e il network benedicente di tre famiglie con due cognomi) non voglia…Attenzione.

  14. La verità che , in modo subdolo ferisce la dignità del prof. Regasto, sanno tutti in università da che parte miserabile provenga:i potenti e la loro cricca si credono onnipotenti a vita, poveracci! Ma fra i professori votanti ci sono molte più brave persone di quanto loro credono, e che sono stanchi di politica. Questa mossa penso proprio sarà per loro un bel karakiri!!!

  15. Chissà’ perché il giornale di Bs, notoriamente refrattario alle influenze esterne, il giorno dopo lo scrutinio per il nuovo Rettore ha intervistato l’ing. Tira e non il professor Regasto che era risultato primo? Che ci sia ancora di mezzo il potententone di turno che si crede onnipotente a vita?

  16. Siamo stanchi di politica e interessi di bottega, sono d’accordo. Regasto è l’uomo dell’unione che gli universitari vogliono, come hanno già dimostrato con il loro voto. Forza Regasto!

  17. L’articolo che offende la dignità del prof Regasto è vergognoso. Solo chi lavora in università può conoscere il curriculum di un docente , per cui è malefico colui che informa con tanto pregiudizio per le sue origini calabresi , cattiveria da pavido. E poveri noi che abbiamo tra di noi ancora chi è razzista tra nord e sud.

  18. Tutta questa robaccia in gran parte anonima (vergognatevi, almeno) – a partire dal primo sgrammaticatissimo commento di “Analisi”, che stento a credere sia un collega sia per come scrive sia per quel che dice – mostra in sostanza che qui a Brescia, come del resto un po’ dappertutto, siamo alla frutta. C’e’di tutto: ignoranza, razzismo, pregiudizi, faziosita’ gratuita … e molti di quelli che scrivono sarebbero colleghi (io sono a Ingegneria Civile), e quindi, in teoria, persone di livello perlomeno discreto. Ahime’! alla faccia del livello discreto. Se queste persone sono il meglio, o il meno peggio, della nostra societa’, siamo messi ben male! Quanto a me, premesso che non ho votato (e non di certo per le ragioni ipotizzate da “Analisi”, ma semplicemente perche’ nessuno dei candidati mi va a genio, per un motivo o per l’altro), e nell’ipotesi, alquanto incerta in verita’, che tutto quanto apparso sinora in questo sito sia roba seria, e non goliardate o peggio, desidero esperimere la mia solidarieta’ umana – NON elettorale! – a Regasto, in via indipendente dai suoi meriti o demeriti, che ignoro completamente; mi limito a constatare il disastro generale, e a ritenere di continuare far bene a non votare, in questo clima e con queste persone in giro. Qualcuno avra’ da ridire, su questa posizione, e magari avra’ anche ragione; ma almeno mi firmo, accidenti!

  19. Sei una persona unica onesta e grande lavoratore resisti a queste infami calunnie e fai vedere che non hai paura di nessuno. siamo tutti con te perchè sappiamo che sei invincibile e ai terroni difficilmente si abbattono. FORZA CORAGGIO PROF:

  20. Io credo in tutti coloro che nell’ateneo non scambiano l’inchino per un saluto…. E sono, malgrado le lobby , molti! Ci dispiace X gli altri…

RISPONDI