Rovato, nel fine settimana arrivano 15mila bersaglieri

0
Bsnews whatsapp

Il 180° dalla fondazione del Corpo, il centenario della Grande Guerra e la memoria degli oltre 9mila Caduti che la Provincia di Brescia sacrificò in quel conflitto. Questi gli eventi che vedranno a Rovato, “capitale” della Franciacorta, il Raduno cremisi che da venerdì 17 a domenica 19 giugno coinvolgerà molte migliaia di bersaglieri di Lombardia, Piemonte, Veneto ed Emilia Romagna.

Saranno i quasi cinquecento ottoni delle fanfare a scandire i tempi, gli appuntamenti e i concerti della tre giorni che vedrà protagonisti i fanti piumati. Dopo l’anteprima dell’11 giugno alle scuole di Rovato, con la premiazione degli studenti che hanno svolto il miglior elaborato su “I bersaglieri nella Grande Guerra”, la conferenza stampa e la mostra di foto e cimeli che interessarono quel conflitto, venerdì 17 è prevista la premiazione delle migliori vetrine a tema allestite dagli esercenti rovatesi. E alle 21, in “Sala Pianoforte” del Municipio di Rovato, la conferenza del generale Luigi Scollo sul primo conflitto mondiale.

Sabato 18, al mattino, presente il sottosegretario alla Difesa Domenico Rossi, le Fiamme cremisi depositeranno corone ai vari monumenti cittadini e, alle 16,30, gli ottoni si esibiranno in impennate di note per l’arrivo del Presidente Nazionale Marcello Cataldi e del Medagliere Nazionale dell’Associazione Bersaglieri. Medagliere che verrà consegnato al Primo cittadino Tiziano Belotti e custodito nei locali del Comune fino al termine della manifestazione. Poi, santa messa nella chiesa di S. Maria Assunta e, alle 21, in piazza Cavour, concerto congiunto delle fanfare di Bedizzole, Bergamo, Orzinuovi e Palazzolo s/O.

Domenica 19, alle 8, sveglia della città al suono delle fanfare. Quindi ammassamento in Foro Boario, alzabandiera e, alle 10,30, aperta da fanfara militare e picchetto dell’11° Reggimento bersaglieri, avrà inizio la sfilata di labari e sezioni per le vie di Rovato, terminando con il tradizionale “passo di corsa” davanti alla tribuna delle autorità posizionata nelle vicinanze del monumento al Bersagliere. Per completare le emozioni, il sorvolo della pattuglia aerea “Blu Voltige” con motoalianti “Fournier” che traccerà nel cielo scie tricolori, le undici fanfare, fra cui la ben nota “ciclomontata” di Roccafranca, e gli automezzi militari d’epoca.

La manifestazione gode del patrocinio di Lombardia, Valle d’Aosta e Piemonte, 10 Province e oltre 100 Comuni.

Infine, per i radunisti, la gradita possibilità di partecipare all’iniziativa “Cantine aperte della Franciacorta”.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI