Pallanuoto, l’An Brescia in rosa manca la promozione in serie B

0
Bsnews whatsapp

Tanta amarezza ma anche una grande voglia di riprovarci fin da subito: ai playoff per salire dalla serie B all’A2, l’An Brescia femminile disputa due partite di qualità e una segnata da troppe indecisioni, e, alla fine, l’unica battuta d’arresto determina il mancato passaggio di categoria. Nel raggruppamento a quattro squadre, ospitato al centro federale di Avezzano, ieri sera, il sette di Tonino Palazzo ha esordito con la Pallanuoto Trieste e, davanti alle giuliane, Luci e compagne hanno iniziato con un atteggiamento molto lontano dallo standard del gruppo, ovvero con un eccesso di timidezza e scarsa convinzione, che hanno consentito alle avversarie di arrivare a metà match sul più 5 (6-1). Al cambio di panchine, finalmente, le biancazzurre si sono scosse e hanno cominciato a giocare con una più adeguata determinazione ma, a quel punto, Trieste è stata brava a gestire il vantaggio ed è così che si è arrivati al 9 a 5 per la formazione alabardata.

Questa mattina, doveva esserci una netta reazione e così è avvenuto. Contro la Pallanuoto Tolentino, l’An è scesa in acqua con la fame di vittoria di chi vuol far vedere di pasta è fatto, e per le marchigiane c’è stato poco da fare: 5 a 1 il finale a favore delle ragazze di Palazzo. Nel pomeriggio, è stata la volta della sfida decisiva, ossia l’incontro di chiusura con Firenze Pallanuoto: per la promozione (passavano le prime due del girone), alle leonesse occorreva una vittoria con 3 gol di scarto e, davanti al quotato team toscano, l’An è partita con il piglio giusto, giocando con grinta ed eseguendo con attenzione gli schemi preparati. Dopo l’iniziale vantaggio per 2 a 0, le bresciane hanno sempre costretto Firenze a rincorrere, creando un notevole volume di gioco ed esprimendosi bene in copertura. Purtroppo, però, la stanchezza ha fatto perdere la lucidità necessaria per chiudere i conti: sotto porta, le biancazzurre hanno sciupato alcune importanti occasioni (tra cui 3 rigori), consentendo a una formazione esperta come quella gigliata di raggiungere il 4 pari conclusivo.

«Il morale è senz’altro basso – commenta il tecnico dell’An, Palazzo -, abbiamo mancato una promozione a cui tenevamo tantissimo. Ma non c’è assolutamente sconforto: a parte la partita con Trieste dove non abbiamo espresso il nostro potenziale, complessivamente sono contento di come si sono comportate le ragazze. Con Tolentino è andata molto bene, poi, nel match clou con Firenze, tutta la squadra ha fatto quel che doveva, abbiamo difeso con efficacia, tenendo a bada una giocatrice del valore di Colaiocco, ci siamo mossi con intensità e qualità; occorreva un po’ di precisione in più nelle conclusioni, ma voglio, comunque, fare i complimenti a tutte le mie atlete. È un vero peccato ma, di certo, non abbiamo alcuna intenzione di mollare la presa: ci riproveremo».     

 

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI