Castelletti: i giovani di Fi a Bergen Belsen? Sì, ma in gita educativa

0
Bsnews whatsapp

“Come ho mandato mia figlia di 17 anni in gita educativa con il treno della Memoria nei campi di concentramento allo stesso modo ci manderei quei quattro ragazzini che hanno sventolato lo striscione”, con queste parole il vicesindaco Laura Castelletti ha risposto alle polemiche, anche nazionali, per il suo Mi piace al post su Facebook in cui un commentatore (dipendente comunale) invitava a spedire i manifestanti di Fratelli d’Italia in campo di concentramento a Bergen Belsen.

Il vicesindaco ha spiegato che il suo like è stato strumentalizzato. “Chi conosce la mia attività politica trentennale sa che non si possono avere dubbi su mio antifascismo: non si può dire lo stesso nei confronti di tutti coloro che mi criticano”, ha commentato.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. Quando si dice una idiozia, si dovrebbe avere il coraggio di riconoscerlo e di scusarsi, anziché ricorrere a patetiche spiegazioni con grotteschi arzigogoli da azzeccagarbugli. Ciò detto, suggerisco alla signora di godersi la pensione, dopo trentanni di attività politica… ce lo deve.

  2. per quanto l’attività politica della signora non susciti in me particolare ammirazione o interesse, non si può certo pensare che auspichi le camere a gas per nessuno. Se qualcuno non capisce l’italiano, è un problema suo.

  3. Sarebbe ora di finirla con il buonismo e la tolleranza nei confronti dei fascisti. La Castelletti vorrebbe dare loro un’opportunità, ma questi la Storia la conoscono benissimo, semplicemente non sono in grado di integrarsi in una comunità democratica, anzi, hanno l’obbiettivo di sovvertirla e, pertanto, devono essere messi in condizione di non nuocere. Purtroppo, a partire dall’amnistia dell’immediato dopoguerra, alla feccia fascista sono sempre stati garantiti spazi e, specialmente negli ultimi anni, riconoscimenti e agibilità, anche grazie al revisionismo imperante che tende a sminuire le responsabilità dei fascisti, arrivando persino ad accomunarli e mescolarli con con chi ha dato la vita per ben altri ideali.

  4. Di tutto ciò dobbiamo ringraziare il Berlusca (e chi l’ha votato), che ha reintegrato i fascisti nella vita politica attiva. Con gente come La Russa o Fini ministri (e presidente della Camera-ta) e tutto il resto della banda. Io mi domando se in paese come la Germania sarebbe possibile avere un vice presidente del consiglio dei ministri post-nazista. Lo stesso dicasi per la Spagna o il Portogallo: nemmeno in Cile c’è gente di Pinochet a potere. In Italia invece li invitano anche in tv a pontificare, quando va bene.

  5. Metterli oggi dentro una baracca del campo di concentramento, metterli oggi di fronte a un forno crematorio, così, tanto per capire.

  6. Ma lo decide lei quale educazione dare ai giovani? Praticamente sta discriminando e dando dell’ignorante a chi non la pensa come lei!!! Io non sono né fascista né comunista, ma ho come l’impressione che la Sig.ra Castelletti in questo momento si stia attaccando ai vetri, perché quando ha scritto quel post ci credeva.

  7. Ma a me pare che si stia alzando un polverone per niente…se i politici si dimettessero per scivoloni di questo tipo saremmo alle elezioni anticipate giorno si e giorno anche. Ridicolo pensare cose del tipo “lo farebbe veramente” per un mi piace messo su un post “ironico”, dove per ironico si intende una presa in giro, magari di cattivo gusto per qualcuno, ma comunque una cosa non realistica e inattuabile, fatto solo per provocare…perchè ragazzi…anche se l’autore del post fosse stato serio…in quali campi li vorrebbe mandare? Più che altro quando succedono queste cose mi chiedo sempre se per i personaggi pubblici sia così difficile gestire la propria vita social, se sai di essere sotto i riflettori dovresti stare attento a quello che dici/scrivi/fai pubblicamente, mi pare ovvio che mettere mi piace a un post come questo è come mostrare il fianco scoperto agli avversari politici…

  8. Risposta a “Però”: sono perfettamente d’accordo. Essendo personaggi pubblici dovrebbero esimersi e stare bene attenti sia alle parole che ai fatti, purtroppo la signora in questione non perde occasione per stare zitta …….. sarebbe meglio ….. e anche ora!

  9. Secondo me i ragazzotti in questione pensano che Bergen Belsen sai un quartiere di Bergamo. Per quello un giretto sarebbe utile, come a molte altre persone del loro partito che con il passato non hanno affatto chiuso. Sono gli eredi di chi gli ebrei li bruciava ed ora ce l’hanno con gli stranieri e gli omosessuali. Diciamola com’é.

  10. E’ soltanto una “utile idiota” tanto per citare un aggettivo detto da qualche esponente di governo…
    Per i commenti sotto, specie quelli di “Basta buonismo!”, posso solamente esprimere il mio personale sdegno nonchè rammarico per quanto da lui/lei affermato: un pensiero univico, da imporre come dogma, una retorica vecchia come il cuco, fatto di vittimismo imperante… Come se i partigianni avessero solo fatto del bene, stuprando donne ed uccidendo uomini… Gente come voi sono i veri fascist*! Vergogna! La storia è storia, non si può cancellare!

  11. Mi domando spesso come faccia la vicesindaca a resistere a tante idiozie. Credo, è un mio pensiero, che applichi la regola che se uno mentalmente poco dotato ti dà un calcio non sia giusto ricambiare. Non mi domando come mai il centrodestra abbia perso le precedenti elezioni amministrative né perché la Castelletti gli stia così tanto sui cabasisi.

  12. Come se i partigiani avessero fatto solo del bene…tieniti forte amico: a questo mondo nessuno ha fatto solo del bene! Ad esempio i Sikh potrebbero, dal loro punto di vista, avere qualcosa da ridire su Gandhi, ma questo nulla toglie all’importanza della sua figura e di quello che ha fatto. Durante le guerre non mi risulta ci siano mai stati eserciti (o resistenze) dal comportamento ineccepibile, i partigiani non fanno eccezione, ma questi comportamenti nascono come reazione alla repressione, non vanno giustificati, ma compresi nel contesto storico, come durante la rivoluzione francese: al grido di libertà, uguaglianza e fraternità hanno decapitato tutta la nobiltà…giusto? Sbagliato? Questo non lo so, ma conoscendo la storia posso capire i motivi che hanno portato a questo. Il vero vittimismo, secondo me, è quello dei nostalgici del fascio che incolpano gli altri di imporre un pensiero univoco…quando loro stessi si rifanno a un pensiero univoco. La storia è storia e non si può cancellare, ma si può studiare per capire, perchè lo studio della storia, a differenza di ciò che molti credono, non è lo studio del susseguirsi degli eventi, ma lo studio delle dinamiche che li hanno generati.

  13. il motto di questi nuovi fascistelli è: “in nome dei vostri pricipi, vi chiedo quella libertà che poi vi negherò in nome dei miei”. solidarietà a Laura Castelletti

  14. È proprio vero che quando si è di parte si nega l’evidenza. Qui non è in discussione se uno è più o meno fascista ma se è lecito che un vice sindaco dica che dei ragazzi debbano essere messi in campo di concentramento perché la pensano diversamente da lei. Che poi finga di aver detto o voluto dire altro fa ancora più ridere o quanto la lingua italiana è chiara. Mettere ha un significato assai diverso da accompagnati o invitati a visitare in campo di concentramento. Domanda. Se fosse successo il contrario siamo così sicuri che la signora Castelletti non avrebbe urlato la sua indignazione ai quattro venti? Il punto è questo. Insultare questo o quello non cambia nulla perché non c’entra nulla.

  15. Io consiglieri alla signora di DARSI UNA CALMATINA …. il troppo stroppia! E lei non può essere su tutti i FRONTI! che si dia veramente una calmata che tanto la VERITA’ IN TASCA NON C’E’ L’ HA NEMMENO LEI.

  16. Non sono io che si deve fare una ragione ma chi ha fatto la cavolaia che deve semplicemente ammetterlo e chiedere scusa senza dare degli ignoranti o fascisti agli altri. Comunque il post era chiarissimo e non lasciava dubbi sul significato .

  17. Una risata mi hai regalato insieme alla consapevolezza di chi tuo sia. Ti auguro nella tua infinita ottusità e limitatezza di pensiero buna fortuna .

  18. Non capisco dove stia l’importanza di qs notizia. Uno scambio di battute abbastanza ovvie, una tempesta in un bicchiere d’acqua. Non é successo nulla a Brescia?

  19. Ecco che non mancano i commenti d’imposizione faxxist* dei soliti kompagni (di chi poi?) democratici sempre pronti al dialogo ed alla tolleranz*! Per par condicio bisognerebbe proporre di spedire i sinistroidi da strapazzo in un bel gulag di Leniniana memoria
    I veri comunisti (quelli veri, di tanto tempo fa) si rivolterebbero nella tomba a leggere le cavolate scritte dai kompagn* odierni

  20. Per me è fin troppo evidente che nel suo commento la Castelletti invitasse i giovani camerati ad una gita educativa per “non dimenticare”. Sopra le righe, nel suo ruolo pubblico non di secondo piano, mi sembra invece commentare su un social network il post di un dipendente dell’Istituzione che rappresenta, vista anche la delicatezza del tema a monte sullle unioni civili. Passare poi da un like sulla rete ad uno scontro poliico sul grande tema dell’antifascismo è assurdo. Meglio sarebbe che tutti si concentrassero su come far quadrare i conti dell’amministrazione comunale e trovare ogni anno i 25 milioni che servono per pagare i costi del fallimentare Metrobus senza depredare, come sta accadendo, il patrimonio del Comune svendendo i gioielli di famiglia. Già, ed è su questo tema che l’esperienza politica trentennale della Castelletti dovrebbe senz adubbio suggerirle silenzio e testa bassa…

  21. Non mi sorprendono le dichiarazioni della signora: la botte dà il vino che ha. Mi sorprende che il sindaco non prenda atto che fu incauto assegnarle l’assessorato alla cultura e che, conseguentemente, non la rimuova. Può un assessore essere un seminatore di zizzania?

  22. La signora aveva in bella vista sulla scrivania del suo ufficio in Loggia la foto che la immortalava accanto a Bettino Craxi, il vero idolo a cui di ispirò la sua “discesa in campo” politica. Più che “municipalpopolare” diciamo “socialista per passione”. Il che spiega molte cose.

  23. quando il buon Stradivarius non copia qualcosa da Wikipedia ne spara di grosse hahhahhahahhahahah Avanti (con la carta carbone) hahahhaha

  24. La foto di Craxi in bella vista (nel senso che in centinaia l’hanno vista su quella scrivania nell’ufficio della Presidente del Consiglio Comunale di Brescia) a me non fa ridere: trattasi di un pregiudicato latitante con due sentenze definitive passate in giudicato per totali 10 anni e due mesi di reclusione mai scontate ( questa viene da Wikipedia…). A proposito, qualcuno ha mai cercato su Wikipedia notizie sulla vicenda giudiziaria deoi primi anni Novanta riguardante Lombardia Informatica e la sanità lombarda ? No ? Navigate…navigate. ..

  25. Il giudizio sulla Castelletti lo daranno gli elettori. Molti farmacisti la rivoteranno. I rosiconi hanno mal di stomaco e il farmacista fa cassetto. Craxi precindendo

  26. Qualcuno giustamente ci ricorda che i vecchi leoni bresciani socialisti, da Fermi a Guindani, benchè solo da poco, e un po’ clamorosamente, non fugurino più nè in Giunta, nè in Consiglio nè in alcun CDA di Enti pubblici locali, contano comunque un consistente pacchetto di consensi che ha un’unica destinazione che fa rima con “Brescia per passione” e con semplice constatazione: un trentennio di potere gestito secondo il modello craxiano della politica “dei due forni” non si polverizza dall’oggi al domani.

  27. So what ? E allora: “il potere logora chi non ce l’ha” (Giulio Andreotti) ed anche “a pensar male si fa peccato, ma spesso ci si azzecca” (sempre Giulio Andreotti). Insomma, la pasionaria Vicesindaco può dire e fare ciò che meglio crede, resterà sotto i riflettori finchè lo vorrà lei: spalle grosse e radici profonde.

  28. Notiamo con piacere che ogni tanto BS NEWS pubblica fotografie di politici che non siano quelle quotidianamente pluripresenti di Rolfi, Beccalossi e Bordonali. Legittime simpatie politiche ? Mah, anche il mio gatto ha dei dubbi. ( o sono inserzioni a pagamento ? )

RISPONDI