Cimbergo, la Provincia sistema le strade

0
Bsnews whatsapp

La Provincia di Brescia, nell’ambito delle proprie competenze istituzionali, ha proseguito l’attività di individuazione dei tratti di strade poste in territorio montano che presentano maggiori necessità di intervento, con l’obiettivo di migliorare la sicurezza nei suoi molteplici aspetti.

A tal proposito è stato approvato lo Schema di Accordo di Programma fra la Provincia di Brescia e il Comune di Cimbergo per la riqualificazione della carreggiata stradale alla progr.va km. 7+000 (tornante) km 7+800 (rett.) in Comune di Cimbergo sulla SP 88 “Ceto – Cimbergo -Paspardo”.

“Le infrastrutture viabilistiche – ha dichiarato il Presidente Mottinelli – svolgono senza dubbio un ruolo determinante a favore della qualità della vita dei cittadini residenti in piccoli Comuni, con una indubbia valenza sociale che si manifesta attraverso la mobilità e quindi la possibilità di sviluppo di zone spesso particolarmente decentrate rispetto alle grandi direttrici viabilistiche. Ringrazio i Consiglieri Antonio Bazzani e Gianpiero Bressanelli per l’impegno costante in questo senso”.

L’intervento sarà realizzato dal Comune di Cimbergo con un finanziamento a carico della Provincia di Brescia di 170.000,00 euro

“Per il Comune di Cimbergo – ha dichiarato il sindaco Gian Bettino Polonioli – si tratta di un’opera essenziale per risolvere due nodi sulla viabilità della sp 88 e per un miglioramento complessivo della percorribilità della provinciale stessa, rendendo più scorrevole e sicuro il transito dei veicoli. Ringrazio la Provincia per la costante attenzione alle esigenze dei piccoli Comuni”.

“Da una parte – ha dichiarato il Consigliere Bazzani – l’allagamento della carreggiata in prossimità del tornante, dall’altra la realizzazione di un marciapiede che rede più sicuro il transito dei pedoni”.

Sarà inoltre installato dal Comune di Cimbergo un dissuasore di velocità nel rettilineo in prossimità del centro abitato.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. Abbimo capito: il dissuasore di velocità (alias autovelox) finanzierà con le sue istantanee fotografiche in un paio di mesi tutti i 170.000 euro dell’intervento. Elementare, Watson…

  2. Il borgo camuno di Cimbergo ed un micro investimento (rapidamente auofinanziato con l’autovelox) meritano “comunicazione istituzionale” ? Si chiama propoganda politica ad personam: punto e a capo.

RISPONDI