Università, Tira vince la corsa: è lui il nuovo rettore dell’ateneo bresciano

0

Risultato storico per l’ateneo bresciano. Maurizio Tira è il nuovo rettore dell’Università degli Studi di Brescia, incarico in cui raccoglierà il testimone – per sei anni – del contestato Sergio Pecorelli. Tira è professione ordinario di Tecnica e pianificazione urbanistica nella Facoltà di Ingegneria. Fino a qualche mese fa era anche assessore all’Urbanistica e alla Mobilità del Comune di Desenzano. Da qui le polemiche di alcuni su una sua vicinanza politica al Pd, che seguono alle polemiche (sfociate anche in questioni legali) sulle simpatie gelminiane di Pecorelli.

La vittoria di Tira è frutto di un lungo percorso e di una clamorosa rimonta con cui Tira ha sconfitto al ballottaggio Saverio Regasto, direttore del dipartimento di Giurisprudenza, che gli era davanti nei turni precedenti. Al secondo turno Tira e Regasto erano separati da una quindicina di voti (161.9 il primo, 175.6 il secondo), con Teodori a quota 104,5. Nel turno decisivo, invece, è finita con 228.3 voti per Tira e 214.5 per Regasto.  

Con Tira per la prima volta Brescia ha un rettore espressione della facoltà di Ingegneria (in precedenza il rettore era sempre stato un rappresentante di Medicina).

Comments

comments

1 COMMENT

  1. ma pensa che caso! Chissa come mai si era dimesso pochi mesi fa da super mega assessore all’edilizia (ovviamente) del Comune per correre alla carica di rettore. Mica per niente ah??? Comunque buon lavoro

  2. La solita dietrologia un tanto al chilo. Non si fosse dimesso il commentatore “pensa” avrebbe accusato Tira di tenere i piedi in due scarpe, di essere un doppiogiochista, un accumulatore di cariche, un arrivista. Magari si è dimesso semplicemente per onestà intellettuale e per inopportunità di mantenere due ruoli, di assessore e di candidato rettore. Magari, così per ipotizzare anche una ragione non necessariamente scandalosa…

  3. E’ vero che l’onestà sta proprio nel dimettersi quando ci si candida non quando si viene eventualmente eletti. Però resta il fatto di una chiara matrice anche politica e non una tantum, con tanto di pregresso alle spalle nell’ambito più significativo e strategico di un’amministrazione pubblica (assessorato all’urbanistica, viabilità, lavori pubblici). Tutto normale e niente da eccepire, si dirà, viste le competenze. Oppure no.

  4. Da politico Assessore all’Urbanistica di Desenzano a politico Rettore dell’Università. Calma, nell’accezione di zoon politikòn, quella di Aristotele…

  5. Cordialmente invio al nuovo Rettore Professor Maurizio Tira sincere congratulazioni per il nuovo e prestigioso incarico.
    Credo che l’Università degli Studi di Brescia debba tornare ad essere un riferimento importante per il territorio e lo sviluppo economico, sociale e culturale della Lombardia Orientale e torni a credere in quel valore tanto invocato dagli studenti, dal personale Tecnico-Amministrati vo e dai Docenti-Ricercatori: quello del dialogo e del confronto.
    Mi rendo e ci rendiamo disponibili ora come in passato a collaborare nella condivisione della natura pubblica dell’Università, del suo ruolo sociale e del suo governo democratico e partecipato.
    Rinnov o al nuovo Magnifico Rettore Professor Maurizio Tira auguri di buon lavoro in un clima sereno e proficuo.
    Celso Vassalini
    (Componente rappresentante votato dal Personale Tencnico Amministrativo nel Consiglio di Amministrazione UniBS dal 1993 al 2010).

  6. “Tira e ammira”. Complimenti per l’incenso cordialmente impostato sul dialogo e il confronto. Di centrosinistra, ovviamente, e magari un po’piddino e pure renziano. Non si sa mai…

LEAVE A REPLY