Brebemi, rosso da 69 milioni nel 2015. E i transiti giornalieri non decollano

12

Un buco da 69 milioni di euro. E’ questo il bilancio di Brebemi a due anni dall’inaugurazione. Numeri pesanti, che non fanno che aumentare le polemiche sull’autostrada “pagata dai privati” (come recita il claim contestato da molti), che però riceve ogni anno (fino al 2039) 20 milioni da Regione Lombardia e Governo. Nel 2014 le perdite erano state di 35 milioni. Ora si raddoppia. E l’unica nota positiva arriva dal fatto che la gestione operativa è in utile di 20 milioni (a determinare le perdite sono gli ammortamenti delle opere realizzate). Molto negativo, invece, il dato dei transiti: dalle previsioni iniziali (60mila, poi scesi a 40mila) si è arrivati a 22mila al giorno. Ma i numeri sarebbero molto più bassi: 16mila nei primi mesi del 2015, contro i 14.200 del 2014.

Comments

comments

12 COMMENTS

  1. Il bello del “privato”, lo scintillio dei nostri (im)prenditori, le fulgide figure dei nostri rappresentanti politici: ricordiamoci Renzi che sproloquiava di “Bergamo e Brwscia siete un esempio (!)”; l’ineffabile Bettoni che baldanzoso affermava che la mangiatoia, pardon l’opera avrebbe “migliorato la qualità della vita riducendo del 60 per cento il traffico pesante sulla viabilità locale, farà registrare 6,8 milioni di ore in meno perse in coda e minore emissioni di CO2″; lo strepitoso Maroni che, tronfio, sparava boiate preoccupanti come ” “La Brebemi è un’eccellenza lombarda, un modello da replicare per le prossime opere pubbliche che riguardano la viabilità in Lombardia”. Parlando della nuova opera Maroni diceva che ‘”ha pienamente rispettato il cronoprogramma, è completamente auto-finanziata, cioè non ha avuto soldi pubblici”… Ma questi figuri fanno bene a farsi i loro affaroni, tanto la maggior parte dei cittadini è distratta da questioni ben più gravi quali i burqa, i profughi, i kebabbari, le moschee: tranquilli, ci pensano loro, continuate a votarli fiduciosi!

  2. Ma non doveva essere un'opera finanziata esclusivamente dai privati? Perché deve ricevere contributi da regione e governo (ossia dai cittadini)? In modo che gli azionisti possano intascare regolarmente i loro dividendi? È pazzesco. Come mai la commissione europea non interviene?

  3. Ma perché la Commissione europea lavoro proprio per fare gli interessi delle banche e degli squali più grossi, mica per i cittadini. Se sei uno che sgobba e sei in difficoltà ti lasciano fallire, ti portano via tutto e finisci in miseria, ma se fai bidoni ad alto livello o fai sparire soldi in quantità enorme (vedi le banche), ecco che le istituzioni ti salvano e sistemano tutto a spese di Pantalone. Il capitalismo è questo, bellezza.

  4. un’opera inutile… si sapeva ancor prima che iniziassero i lavori, ma chi criticava era messo alla gogna.
    e adesso??? che ce ne facciamo?
    il grassottello fiorentino, bello tronfio di orgoglio all’inaugurazione, dovrebbe ritornare e ridimensionare il suo trionfale (e finanziato) discorso sui bresciani, sui bergamaschi e su questa opera eccezionale.
    ma proprio quel portarogna di sfrenzie dovevate chiamare per l’inaugurazione? non bastavano i legaioli della regione?
    ahhh… signùr… non bè fes!

  5. mi pare una storia già vista tipo apriamo continuamente centri commerciali poi si arriva al punto massimo lo stesso vale per strade e autostrade a pagamento potenziare I treni locali non ci si arriva è la solita politica lobbista dei soliti politici e imprenditori che schifoooo vergoganatevi soldi pubblici noi paghiamo come al solito poi si stupiscono che non si vota ma va!

  6. Opera inutile gia’ fallita ancora prima di partire e ampiamente annunciato l’esito, cosi’ come per la metro e l’inceneritore. Mi viene spontaneo pensare alla solita logica spartitoria della destra e della sinistra, ai danni, come sempre e dall’unita’ d’italia (altro affare della classe dirigente) della gente che non le ha volute e non ne sentiva la necessita’ ma il potere del comitato d’affari instauratosi da 150 anni impone…

  7. Sarà una voce fuori dal coro ma è stata forse l'unica opera intelligente degli ultimi anni peccato che non è mai stata completata la corda molle non è stata opportunamente segnalata in ingresso quindi difficoltà in entrata e uscita li vanno le critiche .

  8. La Brebemi ormai l’hanno fatta e ci tocca mantenerla, il prossimo disastro è ancora evitabile: l’autostrada della Valtrompia può essere fermata, ma impedire l’ennesimo scempio e spreco di soldi dipende dai cittadini. D’altronde Maroni, come ricorda il commento delle 14,17, l’ha detto chiaro e tondo che il modello per le grandi opere in Lombardia è la fallimentare Brebemi. Se si rimane in silenzio e non si fa nulla, lamentarsi a cose fatte non serve a niente, vedi, appunto, Brebemi, vedi metropolitana.

  9. Il problema delle democrazie, e la dc e’ maestra, rimane sempre quello: i piu’ sono distratti, non sanno e non vogliono sapere. E quindi una minoranza votata per inerzia o per ignoranza fa quello che le pare.

  10. li incontri in villa o sui macchinoni ti dicono che tu villano non capisci il rischio imprenditoriale … e allora? tirate fuori i soldini per le quote di ammortamento tecnico visto che la gestione operativa è in utile altro che 20mln che potremmo dare ai servizi … e poi vorrei dare il nobel all’analista che prevedeva 80000 passaggi giornalieri

LEAVE A REPLY