Palazzolo, il leghista Raccagni attacca: gli stranieri vendono vestiti sporchi al mercato

0

E’ ancora polemica a Palazzolo e a scatenare il caso è sempre il consigliere leghista Stefano Raccagni, che stavolta pubblica una nota con diverse foto sul suo account Facebook accusando gli operatori stranieri del mercato di Palazzolo di vendere “merce sporca” e il sindaco di lassismo. Raccagni sottolinea di aver allertato la Polizia locale sulla questione e che, a una verifica, è risultato che “la merce non era stata sanificata e veniva venduta sporca”.

DI SEGUITO IL TESTO INTEGRALE

Stamattina al mercato di Palazzolo ho visto che alcuni banchi di stranieri vendevano abiti usati a un euro. Ho guardato la merce ed era sporca: colletti gialli ed evidenti segni lasciati dal sudore. Ho chiesto a un agente della Polizia locale di assicurarsi che tutto fosse in regola e che la merce fosse stata sottoposta al trattamento di igienizzazione. Risultato: la merce non era stata sanificata e veniva venduta sporca. CHE SCHIFO!

È evidente che il sindaco non sta facendo il suo dovere dando precise indicazioni all’Asl e alla Polizia locale perché effettuino i dovuti controlli. Questo mercato storico non sembra più quello di Palazzolo ma quello di Marrakech e forse anche le regole sono ormai quelle del Marocco. I pochi ambulanti italiani rimasti sono destinati a vedersi sopraffare da un branco di stranieri irrispettosi e menefreghisti. Ma tanto per l’Amministrazione il razzista sono io e la loro inettitudine nel controllare è integrazione!

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Qualche diversamente razzista dirà a Raccagni “che gli frega, mica li comprano gli italiani”. Eccerto, li comprano coloro che poi vengono curati aggratis nelle strutture mantenute dai quaglioni che lavorano.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome