Rolfi (Lega): fare rete per promuovere la cultura della vaccinazione

0

"Occorre contrastare la disinformazione e le false convinzioni sulla pericolosità dei vaccini, non suffragate scientificamente, per favorire la massima copertura possibile." Lo ha dichiarato il Presidente della Commissione Sanità di Regione Lombardia Fabio Rolfi.

"Ben venga l’impegno a rafforzare la comunicazione, come ha annunciato l’Assessore alla Sanità Giulio Gallera. Regione Lombardia deve essere chiaramente dalla parte della scienza, nel rispetto della libertà di scelta delle famiglie, le quali però hanno il diritto ad un’informazione adeguata.”

"Per queste ragioni, nella terza parte della Riforma della Sanità, che tratterà anche della prevenzione, ragioneremo in sede legislativa su come rafforzare il ruolo della Regione nella promozione dei vaccini. Occorre fare rete con le agenzie educative, asili, nidi consultori e luoghi di incontro con i genitori, affinché tutti coloro che hanno responsabilità educativa sensibilizzino le famiglie sui rischi a cui espongono i propri figli con la scelta di non sottoporli a vaccinazione, immaginando anche incentivi e criteri premiali per coloro che si impegnano con noi in questa battaglia culturale."

“Bisogna informare, sensibilizzare e sfatare falsi miti e convinzioni errate, senza però reintrodurre nessuna imposizione, che rischierebbe di determinare un risultato opposto a quello auspicabile, ossia la massima adesione al piano vaccini regionale." Rolfi ha poi proseguito esprimendo “perplessità sulla proposta del consigliere Ambrosoli di introdurre l’obbligo vaccinale per chi si iscrive ai nidi”, non mancando però di sottolineare come questa possa fungere da stimolo per una riflessione approfondita.

A questo proposito è previsto per il 3 ottobre, al Pirellone, un convegno dal titolo "Vaccinazioni in Lombardia tra scienza e fantascienza ", finalizzato alla discussione sulle azioni da intraprendere per migliorare il sistema delle vaccinazioni, con un confronto fra politica e massimi esponenti della scienza e della medicina lombarda.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Occorre istituire dei medici attivi e capaci 24 /24 ! Quando un cittadino sta ma o sceglie il giorno per ammalarsi o vs al pronto soccorso intasato possibile che a nessuno venga in mente per ogni quartiere municipio istituire un gabinetto pubblico dove si trovi un medico un'ambulanza un voglio un primo intervento sul territorio .

LEAVE A REPLY