Ceto, attacco di panico ad alta quota: il soccorso alpino lo accompagna a valle

0

Due giovani cremaschi, un ragazzo e una ragazza, si sono trovati in difficoltà oggi, mercoledì 10 agosto 2016, lungo una mulattiera impervia poco sopra il paese di Nadro di Ceto, a circa 400 metri di quota. Il ragazzo a un certo punto è stato colto da un attacco di panico, tale da impedirgli di proseguire. Hanno chiesto aiuto e quindi sono subito partite le squadre territoriali del CNSAS Lombardo (Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico), V Delegazione Bresciana. Sul posto otto tecnici della Stazione di Breno, che si sono spostati prima con i mezzi e poi a piedi li hanno raggiunti. I due ragazzi sono stati riaccompagnati a valle illesi. L’intervento è cominciato verso le 14:30 ed è terminato prima delle 17.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. però questi escursionisti , coinvolto un esercito di persone e di mezzi a ben 400 metri di quota per le operazioni di recupero…da far impallidire messner ! ma lo sanno che gli arriverà il conticino da pagare per i soccorsi ? se pensano sia tutto gratis si sbagliano di grosso .

  2. LOMBARDIA

    La Lombardia si è appena aggiunta alle regioni con gestione sanitaria separata con delibera regionale del marzo 2015 e le tariffe sono in corso di definizione e non ancora ufficializzate, ma alla data attuale le tariffe dovrebbero essere:

    – soccorso di ferito non impegnativo (ambulanza con soccorritori certificati di cui un autista): € 56 l’ora

    – soccorso di ferito mediamente impegnativo (ambulanza con infermiere e autista-soccorritori certificati): € 70 l’ora

    – soccorso di ferito impegnativo (ambulanza con autista-soccorritore certificato, medico e infermiere): € 115 l’ora

LEAVE A REPLY