Festa della Radio, venerdì arrivano i Ministri e Luminal (con dj set de Lo Stato sociale)

0

Tornano alla Festa per presentare l’ultimo disco “Cultura generale”. I Ministri rappresentano ormai una certezza del rock-alternative italiano e uniscono consapevolezza a buona musica. Federico Dragogna (paroliere, chitarra e cori), Davide "Divi" Autelitano (voce e basso) e Michele Esposito (batteria) si conoscono al liceo e nel 2003 formano il gruppo con un amico tastierista (Emiliano Eva). Il nome del quartetto era inizialmente Ministro del Tempo. Poco tempo dopo il tastierista lascia il progetto, che vede il trio continuare a calcare palchi e a partecipare a concorsi per tre anni. La loro linea è chiara fin da subito: tre disperati vestiti da Napoleone che stupiscono pubblico e critica con “I Soldi Sono Finiti” (Otorecords, 2006), il primo album della storia con i…soldi dentro, un euro messo dalla band all’interno del cd. Un esordio fulminante che li ha portati a esibirsi su palchi prestigiosi e a collezionare più di cento sudatissimi concerti in due anni. Presuntuosi, iconoclasti e visionari, i Ministri hanno percorso tutto lo stivale con la Saphary Deluxe per presentare “Tempi Bui” prodotto da Universal Music, uscito il 6 febbraio 2009 e collezionando più di 90 date. Ad ottobre 2010 è stato pubblicato “Fuori”, l’album della consacrazione seguito da un incredibile tour apprezzato in ogni angolo di Italia. Sono stati lontano dai palcoscenici oltre un anno intero per dedicarsi alla produzione di un nuovo disco, dal quale si sono lasciati distrarre solo dall’invito dello Sziget Festival di Budapest che li vede in line up il 10 agosto 2012. “Per un passato migliore”, l’album uscito nel 2013 per Godzillamarket/Warner, ha raccolto l’entusiasmo della critica e del pubblico che, ormai numerosissimo, li ha seguiti in giro per tutta Italia. Un debutto nella top ten degli album più venduti in Italia e un tour di più di 50 date in 6 mesi hanno portato il power trio di Milano ad essere una delle band più quotate nel circuito italiano. Ad aprile 2014 è arrivato per la band il primo tour “All’estero”, nei club di alcune delle principali città europee. Il 2015 è l’anno del grande ritorno. I Ministri sono di nuovo sulle scene con “Cultura Generale”, quinto album della loro carriera pubblicato a settembre per Warner Music/Godzillamarket. Un mese a Berlino negli storici studi della Funkhaus, un produttore come Gordon Raphael (The Strokes, Regina Spektor,..) per un disco registrato quasi totalmente in presa diretta e con cui i Ministri entrano dritti al terzo posto della classifica degli album più venduti in Italia. Dopo la sfilza di sold out invernali, con l’estate continua il tour di Cultura Generale sui palchi di tutta Italia per suonare i pezzi dell’ ultimo album e non solo. Sul palco, con loro, anche un quarto…. ministro Marco Ulcigrai, voce e chitarra de Il Triangolo.

In apertura LUMINAL – I Luminal sono un gruppo musicale indie rock italiano, formatosi a Roma nel 2005 e composto da Alessandra Perna (voce e chitarra nei primi due album, voce e basso dal 2012), Carlo Martinelli (voce e chitarra nei primi due album, voce e basso dal 2012), e Alessandro Commisso (batteria).Il primo album, "Canzoni di tattica e disciplina" (2008) disegna una personale new wave mista a cantautorato composta da recitativi, urgenze, nevrosi ma anche brani più distensivi e riflessivi. Il secondo capitolo, "Io non credo" (2011) (con ospiti Andrea Pesce e Nicola Manzan) prosegue sulla stella linea ed esce in anteprima sul sito di Rolling Stone e del Fatto Quotidiano con la band in tour incessanti in Italia e per la prima volta anche in Europa. Il terzo album, ”Amatoriale Italia” vanta collaborazioni con Roberto Angelini, Afterhours, Raiz, Planet Funk.

‘Amatoriale Italia’ si differenzia molto dai precedenti lavori della band: in seguito ad un cambio di formazione radicale il gruppo diventa un trio composto da basso, batteria e voce; i testi da visionari ed ermetici diventano crudi ed immediati, mentre i suoni si induriscono di conseguenza. Il disco vince come miglior band l’annuale premio del Mei, il PIMI (Premio Italiano Musica Indipendente). Nel 2014 sono presenti come ospiti nella riedizione di "Hai paura del buio?" degli Afterhours insieme ad artisti come Mark Lanegan, Greg Dulli, Joan as a police woman realizzando una cover di Elymania, con Manuel Agnelli ai cori e Rodrigo D’Erasmo al violino. Il 13 marzo 2015 esce il quarto album “Acqua azzurra, Totò Riina” grazie al quale su imbeccata di Teho Teardo verranno selezionati personalmente da Brian Molko per aprire il concerto dei Placebo all’Arena di Verona. Da allora riparte l’incessante attività live, per la prima volta anche alla Festa di Radio Onda d’Urto Di loro stessi dicono: "il nostro sound? Un boyscout epilettico che molesta una barbona. Detestiamo, prima di tutto, tutto. Però dato che ci viviamo in mezzo proviamo a parlarci, parlarne, accettare il fatto di farne parte. Ma lo facciamo armati. Se avete voglia di ascoltare qualcosa di leggero andate altrove. Anzi, rimanete e convincetevi che siamo leggeri, ci sentiamo soli".

Sugli altri palchi:

TENDA BLU

h 23.45 SEDDY MELLORY (r’n’r – Brescia)

A seguire DJ SET Jungle Massive

PATCHANKA

h 23.45 DJ SET Teppa Bros (Albi e Bebo de LO STATO SOCIALE)

FIASKA – CHIRINGUITO

h 23.45 BARABONZIBONZIBO (gipsy rock)

#################################################

Apertura cancelli ore 19.00

Ingresso con sottoscrizione dalle ore 19.00: 8 euro.

Comments

comments

LEAVE A REPLY