Distributori automatici, a Brescia e provincia le aziende sono 88

0
Bsnews whatsapp

Distributori automatici: pratici, veloci e sempre aperti, dal biglietto *last minute* alla stazione al medicinale urgente quando la *claire* della farmacia è abbassata, al salvagente per tappare un buco allo stomaco.

Gli italiani fanno crescere il settore dei 24 ore del 6,1% in un anno con oltre 5.800 attività tra sedi di impresa e unità locali. Roma (429, +5%), Milano (384, +3%) e Torino (316, -4%) sono le prime tre. Sempre più automatica Bari con 199 (+29,2%.) ma cresce l’acquisto a gettoni anche a Napoli (+175, +19,9%), Cagliari (138, +7%) e Genova (135, +6,3%). Emerge da un’elaborazione della Camera di commercio di Milano su dati registro imprese al primo trimestre 2016 e 2015 su sedi e unità locali.

Oltre un distributore su sei è lombardo. La Lombardia in un anno registra un incremento del 2,3% ed è la prima regione italiana per numero di imprese che credono nel *vending* (896). Milano (384, +3%), Brescia (88, +19%), Bergamo (79, -7%) e Monza e Brianza (74, – 1%) sono le aree che più apprezzano una modalità di acquisto in velocità. Seguono la Lombardia: Lazio e Piemonte rappresentando il 10,2% e il 9,3% del totale nazionale.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. L'idea non è malaccio…ma andrebbero regolamentati. Sistemati a fianco di alcuni bar non fanno altro che diminuire gli introiti dello stesso…che peraltro paga più tasse e magari anche qualche previdenza.

RISPONDI