Università, Pecorelli a Seattle per incontrare Vecchione e la fondazione di Bill Gates

0

È propedeutico all’appuntamento bresciano di MEETmeTONIGHT, l’edizione lombarda dellaNotte Europea dei Ricercatori, l’incontro di questi giorni alla Bill & Melinda Gates Foundation (Seattle, Washington) tra il prof. Sergio Pecorelli (rettore uscente dell’Università degli Studi di Brescia Health & Wealth), e Maurizio Vecchione (Senior Vice President della “Global Good & Research”, realtà nata dalla collaborazione tra “Intellectual Ventures”, che conta 4000 ricercatori nel mondo, e Bill Gates, per l’invenzione e lo sviluppo di tecnologie d’avanguardia specificatamente orientate al miglioramento delle condizioni di vita nei Paesi in via di sviluppo).

Sotto la guida di Vecchione – già CEO di Arrogene e di CampuMed, due realtà attive rispettivamente nei settori delle nanotecnologie per la diagnostica e le terapie oncologiche e della telemedicina – Global Good si concentra sulle nuove tecnologie per la diagnosi di patologie infettive come la malaria e la tubercolosi, sulle tecnologie di distribuzione di vaccini potenziati, sulla salute materna e infantile, sulla malnutrizione, la produttività agricola e i miglioramenti nella catena di valore dell’allevamento e del settore lattiero-caseario per il mondo in via di sviluppo.

«Sono onorato dell’invito – ha dichiarato il Rettore uscente -. Sarà l’occasione per visitare i laboratori della “Global Good & Research”, ma anche per illustrare i capisaldi del piano strategico Health&Wealth che ha destato particolare interesse per la “vision” precorritrice dei tempi del nostro ateneo, prima Università in Italia a declinare la propria mission sulla Salute e sul Benessere delle Persone nell’Ambiente».

Sarà dunque la Notte Europea dei Ricercatori, l’evento promosso ogni anno dalla Commissione Europea in oltre 300 città d’Europa con l’obiettivo di diffondere la cultura scientifica e la conoscenza delle professioni della ricerca, ad ospitare, la sera del 30 settembre, l’intervento di Vecchione, per porre al centro dell’attenzione l’expertise maturata nel campo della ricerca e delle invenzioni d’avanguardia a beneficio dell’umanità.

Comments

comments

LEAVE A REPLY