Profughi, l’allarme di Bordonali: sono già 23mila, un business da 800mila euro al giorno

0
Bsnews whatsapp

"Per la Lombardia quella dell’immigrazione non è una emergenza: è un allarme rosso". Questo il messaggio lanciato al governo italiano dall’assessore alla Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione della Regione Lombardia Simona Bordonali in merito ai numeri dei richiedenti asilo sul territorio lombardo.

"Le prefetture ormai si occupano solo di trovare appartamenti e camere d’albergo agli immigrati, mentre le città lombarde sono al collasso. – incalza Bordonali – Ora il Viminale ha rivisto anche le quote regionali di accoglienza. In Lombardia sfondiamo quota 20.000 richiedenti asilo: saranno 23.000 secondo i nuovi parametri. Un costo da 800.000 euro al giorno. Soldi freschi per le cooperative e per tutti quelli che stanno lucrando su questo enorme business" ha aggiunto l’assessore. "A questi vanno aggiunte anche le migliaia di clandestini presenti nelle stazioni di Como e Milano e alle frontiere a causa dei respingimenti dalla Svizzera".

"Siamo ormai l’unica regione ad avere più del 10% di richiedenti asilo (14%) – chiosa l’assessore leghista – nonostante ospitiamo già 1 milione e 300 mila immigrati, più del 25% del totale nazionale. Il governo Renzi sta massacrando il territorio lombardo. Serve una massiccia operazione di rimpatrio dei clandestini, visto che i rifugiati rappresentano solo il 5% dei richiedenti asilo".  

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. Non una parola od un vago accenno alla questione vitale:quei numeri e percentuali rappresentano PERSONE in carne ed ossa come noi…mi domando:ma la coscienza della signora che straparla esiste davvero.

  2. Allarme rossissimo. Non solo ci ricattano la Turchia e la Libia che vogliono soldi altrimenti ci mandano clandestini. Ma addirittura stanno arrivando barconi dall’Egitto!!! Anche l’Egitto ci sta ricattando per via del caso Regeni!!! Basta con questi ricatti da parte di questi stati islamici che ci mandano ancheterroristi e ISIS. L’Europa si muova e cancelli quelle assurde protezioni umanitarie, sussidiarie, asilo e divieto di respingimento e rimandi tutti a casa loro!!! Facciamo anche noi come la Turchia e la Francia sospendiamo momentaneamente la Convenzione sui diritti umani e carichiamo tutti i clandestini per rimandarli in Africa all’indirizzo dell’ONU e dell’UNIONE AFRICANA che hanno il compito di trovare loro asilo AGLI AFRICANI IN AFRICA!!! Idem per i Siriani, se il Congresso Americano puo’ deliberare di non volere nessun siriano sul proprio territorio perchè non possiamo farlo anche noi!!! Si cambino queste leggi che trasformano il diritto di asilo in diritto all’invasione!!!

  3. E, come sempre, sono a spalle dei poveri che non solo li devono mantenere, sottraendo risorse a chi ha bisogno, ma poi ci devono anche convivere, visto che non li mettono certo nei quartieri ricchi della città. Poi continuano con la propaganda dell’accoglienza, dei cattivi che non li vogliono, dei razzisti, ecc. Con una regione sovrappopolata, una disoccupazione da far paura e problemi ambientali enormi, c’è proprio bisogno di far arrivare altra gente, magari “a ripopolare” o da utilizzare come risorsa: risorsa sì ma per le cooperative e la caritas che lucrano sui drammi della povera gente e sui poveri di qui che li devono sopportare. Quanto finto buonismo e quanta assenza di concretezza nelle istituzioni e nella chiesa….

  4. Francesco, non dici niente? Non ti rendi di compassione e non li ospiti a S. Pietro? Non pensi che ci sono già in Italia milioni di poveri? Oppure questi poveri non sono i tuoi perchè non li puoi convertire con la forza della fame e del ricatto? Oppure perchè non sono musulmani (religione del domani alla quale ormai fai anche tu riferimento per la salvezza della tua chiesa)?

  5. Il territorio della Lombardia, ribattezzata CAPANNONIA, l’avete gia’ massacrato voi della lega con i berluscones grazie alle famigerate leggi Tremonti.

  6. Questo probabilmente e’ ancora imberbe, non conosce la storia perche’ non ha studiato, non si guarda in giro e non osserva, e quindi non sa e non si rende conto che le vaste e profonde devastaziomi del territorio lombardo sono cominciate dal dopoguerra trasformando interi territori in colate di cemento e sono queste mostruosita’ quelle che da decenni paghiamo in termini di qualita’ della vita.

  7. fase 1 – “immigrati”: sono qui per mantenere le nostre pensioni; conseguenza: legge fornero, dovremo lavorare a morte
    fase 2 – “migranti”: sono qui perchè gli italiani non vogliono più fare certi lavori; conseguenza: disoccupazione a livelli drammatici (ormai 2 generazioni perse con relative ripercussioni nel futuro)
    fase 3 – “profughi” ( o richiedenti asilo, che fà più fino) fuggono tutti da guerre e persecuzioni: dati della prefettura, 4% aventi diritto alla richiesta, quanti effettivi lo siano veramente non è dato a sapere; chissà a chi tocca mantenere il resto nel frattempo
    fase 4 – “terroristi….pardon… sono tutti psicopatici; conseguenza: ci scannano

    benvenut i nel regno delle multinazionali, dei banchieri e dei loro governi fantoccio dove l’uomo “occidentale” costa troppo e va sostituito, l’ipocrisia lucra e il buonismo impera con la complicità di politici e sindacati ( e purtroppo di poveri fresconi che ancora ci credono…..) ATTENZIONE: i viaggi di questa povera gente sono organizzati dalle mafie di mezzo pianeta (quindi non legali…occhio ai predicatori dell’accoglienza a tutti i costi di professione) comprese quelle nostrane con conseguenze in termini di vite umane e ripercussioni a livello sociale inimmaginabili in futuro;
    a questo punto le varie istituzioni (soprattutto europee) e organizzazioni internazionali,ONU in primis cosa ci stanno a fare, perchè le paghiamo?…. che gioco fanno? …al servizio di chi sono veramente?…… pregasi agire di conseguenza finchè ancora in tempo ….ringrazieranno i posteri…di tutto il paneta.

  8. @MEMO. Condivido quanto scrivi. Doveroso aggiungere l’opera distruttiva della chiesa cattolica, ormai scoperta dagli occidentali nei suoi intenti speculativi e quindi non piu’ credibile, alleata all’islam per puro potere, per salvarsi lei e per avere un futuro sottomettendo i poveri. Come sempre legata ai poteri del momento e fatta per dividere la povera gente, ripete il copione di sempre: come con mussolini si dichiarava a favore del regime, salvo tramare alle spalle per accontentare gli antifascisti, poi contro i comunisti, salvo tramare con loro nel periodo del 68 con preti come don milani. Quanti danni ha creato all’italia la presenza del vaticano…

  9. a 21.57. Condivido in pieno l’analisi. Quello che fa perdere però fiducia anche nelle opposizioni è non averle mai viste agire in Parlamento con interrogazioni parlamentari per sapere perchè 1)non solo le nostre navi ma anche quelle battenti bandiera europea scaricano tutti i naufraghi in Italia e non li portano nei loro porti visto che quando li caricano sulle navi è come li caricassero nel loro Stato. 2) Perchè non li riportano in Libia visto che ora non c’è la guerra come nel 2011 e se tra i riportati in Libia nel 2011 sono riusciti a rivolgersi alla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo per avere risarcimenti ed erano ancora residenti li’ dopo la morte di Gheddafi riuscendo a fare ricorso, significa che non ce la raccontano poi tanto giusta. Comunque se non si vogliono portare in Libia, n Tunisia, Marocco, Algeria e in Egitto si puo’ visto che questi Stati hanno ratificato la Convenzione Africana Rifugiati che li obbliga a non riifiutarli, hanno ratificato la Convenzione UNCLOS e persino la Convenzione di Ginevra del 1951. E a proposito di Convenzione di Ginevra del 1951 sono al massimo 3 gli Stati africani che non l’hanno ratificata e sarebbe ora che ci venisse spiegato come va interpretato l’art. 31 che sembra affermare che si possa andare clandestinamente solo nel primo Paese vicino senza essere puniti per l’ingresso illegale solo se si va alle autorità a dimostrare con motivazioni valide le ragioni dell’ingresso illegale. Si puo’ da questo Paese dove si è entrati illegalmente andare in altri Paesi solo chiedendo l’autorizzazione. Per cui uno dell’Africa sub-shariana o anche della Siria non puo’ arrivare clandestinamente in Italia, ma puo’ entrare clandestinamente solo nel primo Paese confinante. Anche noi se si interpreta cosi’ questo art.31 della Convenzione di Ginevra potremmo come stanno facendo gli altri Stati Europei rimandarli o nel proprio Paese o nel Paese confinante perchè è solo là che possono entrare clandestinamente e non pare previsto per loro di attraversare clandestinamente tutti i Paesi che vogliono. Da noi quindi sono tutti clandestini da rimandare o nei loro Paesi o in quelli confinanti o meglio all’indirizzo della latitante ONU-UNHCR che ha il dovere di proteggerli in campi profughi. Mi pare fosse a Virus che Luttwack disse al nostro Ministro della Difesa che interpretavamo male la Convenzione di Ginevra del 1951 e che si poteva scappare solo nel Paese confinante!! Quindi Turchia, Libia ed Egitto non hanno internazionalmente alcun diritto di ricattarci per i loro interessi mandandoci clandestini e il nostro Stato dovrebbe darci spiegazioni e anche l’opposizione dovrebbe parlarne ogni giorno dimostrandoci di tenere alla nostra sicurezza, altrimenti l’idea che se ne puo’ avere è che questa invasione va bene a tutti

  10. A quest’ora i miei nipotini dormono e poi non sono affari tuoi. Ce lo dovrebbero spiegare i nostri politici che sono bravissimi sotto elezioni a mandarci volantini per farsi votare poi piu’ nulla. Addirittura a un rappresentante politico ho chiesto se faceva qualcosa sul burqa visto che la Corte Europea dei Diritti dell’Uomo verso la Francia li ha definiti lesivi dei nostri diritti umani e dei valori minimi di uno stato democratico e la risposta è stata picchè, cosi’ quando ho visto il volantino di questa forza politica l’ho cestinato. Si stanno scannando per la Convenzione di Dublino per attribuirsi la colpa all’uno o all’altro, quando questa convenzione di Dublino che non obbliga nessuno stato a concedere asilo ma praticamente è stata scritta in conformità con la Convenzione di Ginevra del 1951 che prevede sia lo Stato di primo arrivo dei richiedenti asilo, ossia lo DStato Confinante che deve accettare la domanda di asilo, ma se poi si guarda l’art. 31 della Convenzione di Ginevra se noin fai la domanda o giustifichi il motivo per cui sei entrato clandestinamente poi devi essere punito per l’ingresso legale, non è che puoi andare dove ti pare. Qindi noi non siamo Paese confinante nè con la Siria nè con i Paesi dell’Africa sub-shariana quindi potremmo rimandare tutti se non al proprio Paese nel Paese confinante o meglio all’indiritto della latitante ONU-UNHCR oppure UNIONE AFRICANA. O ancora consegnarli alle Ambasciate e consolati di provenienza e che ci pensino loro. Se anche non si vuole far valere la Carta Africana Rifugiati che di valore ne dovrebbe avere eccome visto che è depositata alle Nazioni Unite, basterebbe far valere la Convenzione di Ginevra 1951 e non soccombere ai ricatti della Turchia, Libia ed ora persino dell’Egitto!!!

  11. Invece di sbeffeggiare maleducatamente la signora – che nonostante la tua maleducazione mai ti ha risposto scendendo al tuo livello, ma lo ha sempre fatto con argomenti (che poi si possono condividere o meno) – rispondi punto per punto a quello che afferma MEMO.

  12. TI RINGRAZIO 11.21, MA LO DAVO PER SCONTATO CHE A RIVELARE DI ESSERE nonna e non nonno incentivava l’essere sbeffeggiata. E’ un classico. Buona notizia di oggi Tusk il capo della Polonia sostiene che l’immigrazione in Europa è ormai satura. Si spera che al G20 trovino soluzioni e non facciano finta come al solito. Alfano avrebbe espulso 2 IMAM, e ci hanno fatto vedere al TG le mogli che li difendevano urlanti. Perchè poi non abbiano espulso tutta la famiglia non si è capito visto che già ci tocca risarcire la moglie di ABU OMAR per aver diviso la famiglia. Anche questa sentenza della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo che è a livello sub-costituzionale e che ci condanna per il rimpatrio forzato di ABU OMAR avrebbe dovuto andare alla Corte Costituzionale per verificare se contrasta con i nostri diritti e principi costituzionali. Poi altra tragica notizia la giovane islamica scappata di casa per andare in Siria, oggi si scopre che aveva scritto che non vedeva l’ora di tagliare la testa a qualcuno. Le compagne di scuola erano al corrente, possibile che la famiglia non lo sapesse??? In Libero oggi c’è la notizia di un Sindaco di sinistra che pare voglia ribellarsi all’accoglienza di ulteriori profughi nel proprio comune!!! Era ora che cominciassero a chiedersi se un tale comportamento non sia connivenza con l’illegalità???? Intanto ne stanno arrivando altri da sbarcare naturalmente tutti in Italia e nessuno ci spiega perchè tutti da noi e non negli altri porti maltesi, greci, spagnoli, francesi, ecc. oppure perchè non li riportano in Libia da dove partono?? Quelli poi partiti dall’Egitto nemmeno dovrebbero mettere piede in Italia ma essere riportati in Egitto, cosi’ come quelli partiti dall’Algeria!!! Ma il processo dei due coniugi uccisi da un ospite del Cara di Mineo non doveva essere a Luglio, vediamo cosa uscirà da questo processo, la curiosità è tanta di vedere cosa sentenzierà la nostra Magistratura!!!

  13. Da non credere!!!! Non so chi sia ad avermi contestato sulla sentenza della Corte Europea Diritti dell’Uomo verso la Francia che riporta che la dissimulazione del volto in pubblico con Burqa e Niqab lede i nostri diritti, le nostre libertà e i valori minimi di uno stato democratico, ma mi sono accorta che la traduzione di questa sentenza dell’AIC LA SI PUO’ TROVARE OGGI in PDF anche NEL SITO Briguglio dell’ASGI.IT/IMMIGRA ZIONE ed è la stessa tradotta e spiegata dalla dottoranda ALESSIA VALENTINO – Associazione Costituzionalisti italiani. Speriamo che anzichè parlare di burkini invitino in TV questa dottoranda Alessia Valentino per spiegare bene CHE I BURQA E NIQAB VIOLANO I NOSTRI DIRITTI UMANI E LI VIETINO IN tutta EUROPA CHE è ORA!!! Che figuraccia questi europei puntare il dito contro chi non rispetta i diritti umani e poi ci discriminano lasciando circolare i BURQA e NIQAB

  14. La Merkel sta perdendo voti proprio per le politiche sull’immigrazione. AL G20 sarà meglio si accorgano che è ora di rivedere le regole sul Diritto di asilo e protezioni umanitarie o sussidiarie, perchè la gente ha ormai capito che non solo incentivano l’invasione, incentiva la sopraffazione di popoli sugli altri, ma fanno dei richiedenti asilo e protezioni sussidiarie o umanitarie varie una sorta di condizione sociale eletta con maggiori privilegi rispetto ai cittadini che vivono in uno Stato ma anche rispetto agli stranieri che in quello stato arrivano regolarmente rispettando le leggi. Viene la pelle d’oca leggere che a chi viene riconosciuto lo status di rifugiato abbia diritto tra i tanti diritti anche di accedere al pubblico impiego (Ma l’art.51 Costituzione non riserva questo diritto solo a chi ha cittadinanza italiana?) poi il titolare di asilo politico puo’ chiedere l’ingresso in Italia dei propri familiari senza dover dimostrare i requisiti di alloggio e di reddito richiesti per i titolari di altri tipi di permesso di soggiorno (ma che bella lesione del principio di uguaglianza su cui si fonda il nostro stato democratico!?!) Infineper la cittadinanza italiana bastano 5 anni di permanenza in Italia anzichè 10. (ANCHE QUI MA CHE BELLA LESIONE DEL PRINCIPIO DI UGUAGLIANZA SU CUI SI FONDA LO STATO DEMOCRATICO!?!). Anche per la PROTEZIONE SUSSIDIARIA sono previsti questi diritti (a mio parere privilegi inconcepibili lesivi del principio di uguaglianza in quanto trasformano costoro in una razza eletta !!) lA PROTEZIONE UMANITAIA INVECE DURA SOLO 1 ANNO e non dà diritto nè al ricongiungimento familiare nè all’accesso al pubblico impiego. E poi dicono che rischiano la vita sui barconi??? La rischiano poco perchè andiamo a prenderli sulle coste da dove partono e sanno che se venissero in aereo che costerebbe loro meno poi dovrebbero pagarsi il soggiorno, non avrebbero diritto al lavoro, dovrebbero pagarsi una assicurazione sanitaria e se non trovano lavoro dovrebbero ritornarsene a casa dopo 3 mesi, non avrebbero diritto al ricongiungimento familiare come è previsto per gli altri stranieri a determinate condizioni, e per avere la cittadinanza dovrebbero aspettare 10 anni e non 5. Sarà una protezione internazionale, ma visto che anche i trattati internazionali hanno come limite l’intangibilità dei diritti e principi stabiliti dalla nostra costituzione questi privilegi sono tutti incostituzionali perchè ledono l’uguaglianza e calpestano non solo i diritti di noi cittadini italiani ma anche quelli di stranieri che sono arrivati qui rispettando le leggi sull’immigrazione. La tedesca che ha sorpassato la Merkel in Germania ha detto non solo che non vuole piu’ immigrati ma nemmeno profughi e te lo credo con privilegi simili è pazzesco non essersene accorti prima!!! Se solo si pensa che lo Jhaidista di Merano che è stato rimpatriato godeva persino del diritto di accedere ai lavori pubblici di avere la cittadinanza dopo 5 anni anzichè 10 e di ricongiungere la famiglia senza i requisiti previsti per gli altri stranieri è davvero da suicidi aver creato con questi trattati incostituzionali l’opportunità di farci sottomettere dall’ISLAM con la cittadinanza facile!!!

RISPONDI