Rolfi (Lega Nord): comunità educative, la Regione adegui le tariffe al resto del Paese

0

"Abbiamo voluto ascoltare le comunità educative lombarde, durante la seduta della commissione odierna, che hanno espresso il loro ‘grido di dolore’ sul loro stato attuale." Questo il commento di Fabio Rolfi, presidente della Commissione Sanità di Palazzo Pirelli.

"Le tariffe riconosciute da Regione Lombardia – spiega Rolfi – per le prestazioni educative e riabilitative sulle dipendenze, sia materiali, come l’alcol e le droghe, che immateriali, come il gioco d’azzardo patologico, sono fra le più basse d’Italia. In alcuni casi addirittura la metà rispetto a quelle praticate in altre regioni del Paese."

"La commissione ha riconosciuto il grande lavoro che viene svolto in Lombardia da queste comunità, capaci di prevenire in molti casi i trattamenti ospedalieri. Si tratta di una rete fondamentale del sistema socio-sanitario lombardo, dove si prendono in carico soggetti certamente non semplici e si aiutano le famiglie a uscire da situazioni difficili. Crediamo quindi che la Giunta debba inserire fra le sue priorità, nell’attuazione della Riforma, anche l’adeguamento delle tariffe nei confronti delle comunità educative. Servono quindi più risorse per queste realtà, che si tradurrebbero automaticamente in più soldi per la lotta alle dipendenze sul territorio, il tutto per evitare complicanze che possono potenzialmente costare alla collettività molto di più."

Comments

comments

1 COMMENT

  1. apprezzabile il comunicato del Presidente Fabio Rolfi ,che con forza,chiude con l’indifferenza che da tempo riscontriamo nei confronti della prevenzione e cura delle dipendenze da droga e alcol .

LEAVE A REPLY