Brescia, ripartire da Carpi per dimenticare la sconfitta con il Pisa

0
Bsnews whatsapp

Una sconfitta che brucia perché immeritata. Riparte dal bel gioco dimostrato e dalla voglia di far bene il Brescia di mister Brocchi dopo il passo falso col Pisa e in attesa della sfida casalinga contro il Carpi di Castori. Una grossa opportunità sprecata, secondo l’allenatore delle Rondinelle che spera di vedere lo stesso atteggiamento dei suoi ragazzi nel match contro una delle favorite per la vittoria finale del campionato.

Pisa – Brescia 1-0: la cronaca

PISA (4-3-3): Ujkani; Golubovic, Del Fabro, Lisuzzo, Longhi; Verna, Di Tacchio, Sanseverino; Lores, Çani (46′ Peralta), Mannini (58′ Eusepi). A disp. Cardelli, Giacobbe, Avogadri, Crescenzi, Fautario, Favale, Montella. All. Gattuso

BRESCIA (4-3-3): Minelli; Untersee, Somma, Calabresi, Coly; Bisoli (71′ Camara), Pinzi, Martinelli; Crociata (61′ Bonazzoli), Torregrossa, Morosini. A disp. Arcari, Fontanesi, Lancini, Camara, Modic, Ndoj, Vassallo, Rosso. All. Brocchi

MARCATORI: 64′ Eusepi

ARBITRO: Ros di Pordenone

La gara comincia subito con ritmi altissimi con Brocchi che si schiera col 4-3-2-1 con il giovane Crociata preferito al bomber Bonazzoli. La prima occasione è del Pisa di Gattuso con il terzino Golubovic che prova da fuori spedendo a lato. Il Brescia risponde subito con un tiro di Morosini che termina non troppo lontano dalla porta dei toscani. Al quarto d’ora è lo stesso Morosini a sprecare una grande opportunità: innescato da Crociata, il talentino bresciano salta il portier Ujkani in uscita ma si fa murare da Lisuzzo la conclusione da posizione defilata. Il primo tempo termina con la grande parata di Minelli sul tiro da fuori di Di Tacchio.

La ripresa si apre con i cambi, tra le file pisane, di Peralta ed Eusepi. Brocchi risponde inserendo l’atteso Bonazzoli al posto di uno spento Crociata. Saranno le sostituzioni a determinare il risultato finale. Proprio Eusepi, entrato da 10 minuti in campo, realizza la rete che decide il match con un’azione personale: il centravanti ex-benevento si allarga lungo la linea di fondo, resiste a due difensori e scaglia un gran tiro all’angolino basso dove il portiere Minelli non può arrivare.

La risposta del Brescia non tarda ad arrivare con il solito Morosini che costringe Ujkani ad una serie di interventi importanti. Gli ultimi minuti sono all’insegna della stanchezza e degli attacchi bresciani che però non si concretizzano, permettendo al Pisa di Gattuso di ottenere la seconda vittoria in campionato e lasciando le Rondinelle a 5 punti, subito a ridosso della zona playoff.

Il commento e le quote per il prossimo match

Il Brescia continua dunque il suo digiuno esterno, che dura dal 23 dicembre 2015 (2-1 a Bari). Una sconfitta che lascia amarezza tra i ragazzi di Brocchi, convinti di aver sprecato una grossa opportunità e di non aver meritato di perdere. Ma l’occasione del riscatto è dietro l’angolo ed il fitto calendario di Serie B propone subito un turno infrasettimanale in cui i lombardi dovranno vedersela tra le mura amiche contro il Carpi di Castori, una delle candidate alla promozione in serie A. Una partita che si preannuncia molto combattuta con le squadre appaiate a 5 punti in classifica e con gli esperti e le quote delle scommesse sportive su William Hill che danno entrambe le compagini in grado di portare a casa i 3 punti. La vittoria dei ragazzi di Brocchi è quotata a 3.25, il pareggio viene pagato a 3.00 e la vittoria del Carpi a 2.25.

Il bookmaker inglese prevede quindi nella sue quote grande equilibrio nella partita, ci auguriamo ovviamente che riesca a prevalere la voglia di riscatto del Brescia. E in effetti dopo le occasioni sprecate con il Pisa, non manca l’ottimismo in casa Brescia con i giocatori che, secondo mister Brocchi, stanno giocando un buon calcio e stanno acquisendo dei meccanismi di squadra che lasciano ben sperare per il futuro e che alimentano l’entusiasmo. Lo stesso allenatore spera che con il Carpi i suoi mettano in campo lo stesso atteggiamento, convinto della crescita del gruppo e della bontà della strada intrapresa. C’è da migliorare la freddezza in zona realizzativa, ha proseguito il tecnico, sottolineando come non sia possibile creare una decina di palle gol a partita e non segnare nemmeno un gol.

Ci saranno dei cambiamenti in formazione anche in vista della sfida di sabato prossimo, ha concluso Brocchi che lascia l’ultimo pensiero per gli avversari: “il Carpi è una squadra che ha un impianto di gioco consolidato, ha esperienza e conosce alla perfezione gli schemi e gli automatismi che chiede l’allenatore”.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI